Home Le Commodities: il petrolio, i metalli o i prodotti agricoli Investire in Petrolio nel trading online

Investire in Petrolio nel trading online

L’analisi degli asset nel trading online

Per guadagnare con le opzioni binarie è necessario effettuare specifici passaggi fondamentali, uno di questi, forse quello più importante, è analizzare, in modo più dettagliato possibile, gli asset che si intende scegliere per investire.
Quindi, in sostanza, il trader che vuole investire su uno specifico asset deve conoscere ogni sua singolo caratteristica, nonché l’andamento in tempo reale, le quotazioni, i grafici, etc.

I broker di trading binario propongono ai propri clienti diversi asset su cui investire, ma è chiaro che è impossibile conoscerli tutti perfettamente, è essenziale analizzare, invece, solo quelli scelti per “tredare”.
Gli asset vengono divisi in quattro gruppi distinti, ovvero le materie prime, le coppie di valute, i maggiori indici e i titoli azionari di società quotate nel mercato borsistico.

In quest’articolo ci concentreremo solo su una delle materie prime più utilizzate nel trading online con le opzioni binarie. Si tratta del petrolio, che ancora oggi, è un’importante risorsa mineraria per tutto il mondo.

Il petrolio, la risorsa mineraria più importante

Investire nel petrolio
Investire nel petrolio

Il petrolio è la materia prima per eccellenza da cui dipende l’intera economia mondiale, capace di influenzare diversi settori, come quello industriale, commerciale e quello dei trasporti. Questo vuol dire che tutto il pianeta, oggi, è ancora fortemente dipendente dal grezzo, ed è anche per questo che viene soprannominato l’oro nero.

Pensiamo se in questo momento la produzione di tutto il greggio si fermasse di colpo, allora cesserebbero di esistere gran parte delle attività mondiali, costrette a chiudere per mancanza di energia e incapaci di realizzare svariati prodotti e materiali.
Ma sappiamo tutti, che si tratta di una risorsa limitata, che non durerà per sempre, e quindi non dovremmo essere ancora così fortemente dipendenti da questa materia prima.

Il petrolio è una delle commodities più conosciute. Il prezzo che viene scambiato nel mercato dei futures è quello relativo ad 1 BARILE, che contiene 135 kg di greggio (159 litri).

Sui mercati possiamo trovare due prezzi, il WTI e il BRENT perché ne sono quotati in due piazze diverse:

  • Il petrolio WTI (West Texas Intermediate), detto anche «Texas light sweet» è il parametro di riferimento per i contratti scambiati al NYMEX, è di una qualità maggiore ed è trasportato via oleodotto (costi minori);
  • Il petrolio Brent, scambiato al London International Petroleum Exchange è il riferimento mondiale per il mercato del greggio, determinando il 60% del prezzi sul mercato, malgrado una produzione limitata. Tuttavia è di qualità inferiore ed ha degli alti costi di trasporto.

Il Brent, nonostante la qualità minore, ha tuttavia maggiore utilizzo e dei costi di trasporto che lo rendono più caro. Al giorno d’oggi la differenza di prezzo tra i  due si aggira sui 10$ a barile.

Schermata 2015-03-22 alle 15.30.56

(Fonte: Il Sole 24 Ore)

Come investire sul petrolio nel trading online?

Il petrolio è molto utilizzato nel trading online, si può affermare che è tra i più comuni asset scambiati, insieme all’oro, e alle coppie di valute.

Infatti, i più importanti broker, come BDSWISS e 24option, offrono diverse tipologie di opzioni binarie, dalle opzioni binarie di coppia alle opzioni binarie con scadenza a breve termine, in cui è possibile scegliere il petrolio come asset.

Questa materia prima è caratterizzata dall’estrema volatilità, questo significa che il prezzo di questo asset varia in continuazione nel corso della giornata, perché è molto sensibile ai cambiamenti di vario genere: economici, politici e agli eventi globali.
Per questo motivo, quando si investe sul greggio è necessario essere costantemente aggiornati sulle maggiori news economiche, che possono essere visualizzate direttamente sul calendario economico.

In secondo luogo, il trader deve ideare un’ottima strategia di trading da attuare e deve consultare sempre, tutti i giorni, le quotazioni relative al petrolio in tempo reale e i grafici di riferimento.

Fattori determinanti da considerare per il prezzo del petrolio

Esistono dei fattori specifici, che sono in grado di influenzare notevolmente il prezzo del petrolio.

Qui, di seguito vengono elencati e, poi spiegati, i principali:

  • Le scorte di petrolio greggio;
  • Le previsioni metereologiche;
  • I disastri naturali;
  • Le decisioni dell’OPEC (Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio).

La relazione delle scorte è un report di estrema importanza e un ottimo strumento che viene spesso utilizzato dai trader. Queste specifiche relazioni vengono rilasciati tutti i mercoledì di ogni settimana da uno specifico ente, il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti. Si tratta di una documentazione fondamentale, che indica la quantità di barili di greggio ancora detenuta da tutte le società specifiche. In sostanza, grazie alle relazioni sulle scorte è possibile individuare il prezzo globale del greggio, e di conseguenza se sta diminuendo oppure sta aumentando. È chiaro che questo risultato bisogna compararlo in relazione con altri dati e informazioni, per ottenere un’analisi dettagliata.

Un altro fattore che influenza il prezzo del petrolio sono le previsioni del tempo. Se per esempio si dovesse prevedere un inverno lungo e gelido, sarà molto probabile che aumenterà una maggiore domanda di energia per il riscaldamento. Il motivo? Ovvio, l’energia per riscaldarsi deriva ancora prevalentemente dal greggio, quindi questo porterà sicuramente un incremento della domanda, e anche del prezzo del petrolio.

Le catastrofi naturali, come uragani, terremoti e così via, influiscono sul prezzo di questa materia prima. Per esempio, quando accade quando le piattaforme petrolifere situate lungo la costa del Golfo negli USA vengono colpite da uragani (avvenimento che purtroppo succede spesso) vengono ridotte in modo rilevante le prestazioni lavorative, di conseguenza i prezzi aumentano parecchio.

Infine, come ultimo fattore da considerare, sempre fondamentale, per il trading binario con il petrolio, sono le decisioni che vengono prese dall’OPEC, nello specifico, che riguardano la produzione e l’offerta, perché sono loro i principali venditori di questa materia prima.

Opzioni Binarie: Selezione Migliori Broker

Ci teniamo molto ad offrire solamente piattaforme di Broker per la negoziazione di opzioni binarie che siano sicuri, legali e sopratutto certificati ed autorizzati dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC) ente addetto al controllo ed alla sicurezza per il trading online.

BrokersCaratteristiche*Premi*Conto Demo*
BDSwiss Opzioni BinarieConto Vip Gratis!
Conto Esclusivo
BDSwiss Recensione
85%Prova una Demo Gratuita!
broker iqoptionDeposito minimo 10€!
Attiva una Demo!
iqotion Recensione
91%Prova una Demo Gratuita!
24Option Opzioni BinarieUno dei broker più
utilizzati al mondo!

24option Recensione
88%Prova una Demo Gratuita!
broker ETX capitalPiattaforma leader!
Facile da utilizzare!

ETX capital Recensione
85%Prova una Demo Gratuita!

* Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading di opzioni binarie

* Importo da accreditare a conto in caso di commercio di successo.

N.B.: Tutti i Broker elencati sono certificati e autorizzati dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).

*Premi in denaro: il valore percentuale massimo di guadagno che i Brokers offrono nel caso di negozio “In The Money”.
*Deposito minimo: l’importo del deposito minimo o il deposito minimo accettato dal broker per aprire un conto reale.
*Trade minimo: Il valore minimo di denaro accettato dal broker per aprire una transazione di mercato.
*Conto Demo: I Brokers elencati una volta effettuato il primo deposito permettono di negoziare con un conto demo, senza soldi veri.