I Bonus Cap: definizione

I Bonus Cap sono strumenti di investimento che vanno utilizzati quando si pensa che il mercato del sottostante di questo derivato rimanga, fino alla scadenza del derivato stesso, più o meno stabile.

Infatti con questo tipo di certificate ottieni un premio a scadenza (il cd “Bonus”) anche se il sottostante ha una quotazione inferiore al valore iniziale, ma superiore ad una certa soglia, detta Barriera (ad esempio il 75% del valore iniziale).

A scadenza il Bonus Cap paga il valore nominale del certificate più il Bonus se non si verifica l’evento Barriera. Tuttavia se il valore a scadenza del sottostante fosse superiore al Bonus, comunque il valore incassato non potrà superare il valore del Cap.

Il Cap, quindi, rappresenta il premio massimo pagabile dal certificate e spesso corrisponde al Bonus.

Se si verifica l’evento Barriera, a scadenza il Certificate non paga il Bonus ma un importo commisurato all’effettiva performance del sottostante. In questo caso l’investimento si può concludere con un guadagno se il valore finale del sottostante è superiore a quello iniziale (guadagno che rimane comunque limitato dal livello del Cap) oppure in una perdita parziale di capitale investito commisurata alla performance negativa del sottostante se il valore finale del sottostante stesso è inferiore al valore iniziale.

La Barriera nei Bonus è una frazione percentuale del valore iniziale del sottostante, solitamente dal 50% al 70%, e può essere di 3 tipi:

Barriera continua: L’evento Barriera si può verificare in qualunque momento, quando il sottostante assume una quotazione pari o inferiore alla Barriera stessa.
Barriera discreta: L’evento Barriera si verifica se nel corso della vita del Certificate il sottostante chiude almeno una seduta ad un valore pari o inferiore alla Barriera.
Barriera a scadenza: L’evento Barriera si verifica se nel giorno di valutazione finale il sottostante chiude a un valore pari o inferiore alla Barriera. Pertanto, le quotazioni del sottostante nel corso della vita del Certificate non influiscono sull’eventuale pagamento del Bonus.

Vediamo di fare un esempio per capirci meglio.

Poniamo di comprare questo bonus cap di BNL il NL0011009014 e vediamo in questo breve filmato di cosa stiamo parlando.

Selezione Migliori Broker Forex Trading

In primo luogo vogliamo fornirvi una lista dei broker regolamentati. La tabella di cui sotto mostra i migliori broker online ad oggi sicuri e garantiti, con certificati CySEC.

BrokersCaratteristiche*Leva*Conto Demo*
Bdswiss forex tradingConto Vip Gratis
Conto Esclusivo
Recensione BDSwiss forex
CySEC: 199/13
1:400Prova una Demo Gratuita!
Broker forex 24FXUno dei broker
più utilizzati al mondo!

Recensione 24FX
CySEC 207/13
1:400Prova una Demo Gratuita!
broker etoroOttimo broker forex
Recensione eToro
CySEC 109/10
1:400Prova una Demo Gratuita!
plus500Uno dei broker
più affidabili

Recensione Plus500
CySEC 250/14
1:294Prova una Demo Gratuita!
broker Markets.comPiattaforma intuitiva
Recensione Markets.com
CySEC 092/08
1:200Prova una Demo Gratuita!
LCG London Capital GroupBroker sicuro
Recensione LCGH
1:300Prova una Demo Gratuita!
broker-avatradeSicuro e professionale
Recensione Avatrade
CBI: C53877
1:400Prova una Demo Gratuita!
ironfxAffidabile al 100%
Recensione IronFX
CySEC 125/10
1:500Prova una Demo Gratuita!

* Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading di opzioni binarie

* Importo da accreditare a conto in caso di commercio di successo.

N.B.: Tutti i Broker elencati sono certificati e autorizzati dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).

*Premi in denaro: il valore percentuale massimo di guadagno che i Brokers offrono nel caso di negozio “In The Money”.
*Deposito minimo: l’importo del deposito minimo o il deposito minimo accettato dal broker per aprire un conto reale.
*Trade minimo: Il valore minimo di denaro accettato dal broker per aprire una transazione di mercato.
*Conto Demo: I Brokers elencati una volta effettuato il primo deposito permettono di negoziare con un conto demo, senza soldi veri.