Home Obbligazioni i Bund tedeschi: Cosa sono, Obbligazioni, Titoli di Stato

i Bund tedeschi: Cosa sono, Obbligazioni, Titoli di Stato

Il Bund: definizione

Bund tedeschi
Bund tedeschi

Il Bund è il titolo tedesco benchmark a medio lungo termine. Con il termine bund, di solito, si intende il titolo governativo a 10 anni.

Quando si parla di spread BTP – BUND si intende proprio la differenza tra il rendimento del titolo italiano e quello tedesco che, ai giorni nostri, si aggira sui 100 bps, ossia circa l’1%.

L’importanza del bund tedesco risiede anche nel fatto che su di esso è scritto il più importante punto di riferimento per i tassi d’interesse europei, il Bund Future.

Il Bund Future è un contratto derivato futures il cui acquisto ci obbliga a comprare il titolo Bund sottostante ad una certa scadenza.

Così se io compro il Bund Future scadenza Giugno 2015, sarò obbligato a comprare al prezzo future di oggi, il bund tedesco a 10 anni a giugno 2015.

Questo Future, va detto, è scritto su un titolo “virtuale” ossia su un titolo avente scadenza 10 anni e tasso d’interesse 6%! Non esiste tale titolo sul mercato ed è per questo che il valore di questo future è così alto (circa 156 di prezzo!).

Alla scadenza ci verrebbe consegnato un titolo di stato equivalente ad un prezzo equivalente.

Il punto importante da capire in questo caso è che tale future rappresenta il mercato dei tassi: se il bund sale significa che i tassi d’interesse scendono e viceversa.

Il termine Bund, prima conosciuto da pochi, sta via via diffondendosi sempre più, in quanto i media sono soliti parlare di spread, ossia il differenziale di rendimento, tra il Bund e il Btp, titolo di stato italiano.

Il contratto “future” è un accordo tra due parti per comprare o vendere un’attività, ad una certa data futura, e ad un prezzo stabilito. Sono presenti contratti futures su indici azionari, obbligazionari, su valute e su materie prime. Nel caso del Bund Future l’attività sottostante è un titolo emesso dal governo tedesco con scadenza compresa tra 8,5 e 10,5 anni. Il Bund può essere utilizzato per copertura o per speculazione.

Il contratto ha scadenza trimestrale (marzo, giugno, settembre e dicembre).

Il principio che sta alla base e che regola il Bund è che al crescere dei tassi d’interesse il prezzo del future scende e viceversa in caso di discesa dei tassi.

Trattandosi di operazioni speculative, è consigliabile operare in maniera oculata, evitando utilizzi inappropriati, privati da ogni minima forma di conoscenza e cultura finanziaria.

Selezione Migliori Broker Forex Trading

In primo luogo vogliamo fornirvi una lista dei broker regolamentati. La tabella di cui sotto mostra i migliori broker online ad oggi sicuri e garantiti, con certificati CySEC.

BrokersCaratteristiche*Leva*Conto Demo*
Bdswiss forex tradingConto Vip Gratis
Conto Esclusivo
Recensione BDSwiss forex
CySEC: 199/13
1:400Prova una Demo Gratuita!
Broker forex 24FXUno dei broker
più utilizzati al mondo!

Recensione 24FX
CySEC 207/13
1:400Prova una Demo Gratuita!
broker etoroOttimo broker forex
Recensione eToro
CySEC 109/10
1:400Prova una Demo Gratuita!
plus500Uno dei broker
più affidabili

Recensione Plus500
CySEC 250/14
1:294Prova una Demo Gratuita!
broker Markets.comPiattaforma intuitiva
Recensione Markets.com
CySEC 092/08
1:200Prova una Demo Gratuita!
LCG London Capital GroupBroker sicuro
Recensione LCGH
1:300Prova una Demo Gratuita!
broker-avatradeSicuro e professionale
Recensione Avatrade
CBI: C53877
1:400Prova una Demo Gratuita!
ironfxAffidabile al 100%
Recensione IronFX
CySEC 125/10
1:500Prova una Demo Gratuita!

* Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading di opzioni binarie

* Importo da accreditare a conto in caso di commercio di successo.

N.B.: Tutti i Broker elencati sono certificati e autorizzati dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).

*Premi in denaro: il valore percentuale massimo di guadagno che i Brokers offrono nel caso di negozio “In The Money”.
*Deposito minimo: l’importo del deposito minimo o il deposito minimo accettato dal broker per aprire un conto reale.
*Trade minimo: Il valore minimo di denaro accettato dal broker per aprire una transazione di mercato.
*Conto Demo: I Brokers elencati una volta effettuato il primo deposito permettono di negoziare con un conto demo, senza soldi veri.