Home Obbligazioni Buoni del Tesoro Poliennali

Buoni del Tesoro Poliennali

Buoni del Tesoro Poliennali: definizione

I BTP sono i titoli italiani emessi dal Tesoro che hanno la scadenza più lunga. Solitamente tali titoli sono a tasso fisso e hanno cedole pagate semestralmente (ossia riceverete i vostri interessi ogni 6 mesi).

Per chiarirci meglio vi proponiamo di osservare un titolo realmente esistente e quotato il BTP identificato dall’ISIN (una sorta di targa dei titoli IT0004009673 che scade il 1 febbraio 2021.

Questo titolo è stato emesso nel 2006, in particolare per valuta 1 febbraio 2006, e paga cedole pari al 3,75% lordo annuo. Ogni anno voi potreste incassare 3,75€ lorde per ogni 100€ investiti nel titolo e, quindi, € 1,875 circa ogni sei mesi (diciamo circa perché il meccanismo di calcolo di questo BTP è ACT/ACT, ossia giorni effettivi su giorni effettivi; sostanzialmente se un semestre è più lungo di un altro prenderete più interessi in quel semestre). Alla somma che riceve dovrete poi toglierli la tassazione che, ad oggi, è del 12,50% sui titoli di stato ossia circa un tasso effettivo del 3,28%.

I prezzi delle obbligazioni cambiano e, quando il tasso d’interesse del momento, è più basso di quello a disposizione nel titolo, il suo prezzo sale.

Ossia se io volessi entrare nel mercato oggi e volessi comprare un titolo a 5 anni ho due possibilità:

  • Compro un titolo a 5 anni emesso oggi con il tasso di oggi (circa lo 0,06% netto) al prezzo di 100;
  • Compro un titolo decennale emesso 5 anni fa (quindi con vita residua 5 anni) ma con cedola del 4% ma lo pago 118.

Il rendimento, tuttavia, sarà lo stesso nei due casi!

Io pago oggi una cosa pagandola 100 e ricevendo lo 0,06% ogni 6 mesi per i prossimi 5 anni e ricevendo a scadenza proprio 100, oppure pago oggi 118 e ricevo circa il 3,88% per i prossimi 5 anni e 100 alla fine.

La cosa importante da capire per il vostro trading è che il prezzo dei BTP, e di tutte le obbligazioni, si muove sostanzialmente per 2 ragioni:

  • I tassi d’interesse. Se comprate un titolo a reddito fisso e i tassi di mercato attuali scendono il prezzo del titolo salirà (perché avrete in mano un titolo che rende di più del mercato) e viceversa.
  • Il rischio di credito. Se il rischio del paese emittente, in questo caso l’Italia, scende, il prezzo del vostro titolo salirà perché diminuirà la possibilità che l’emittente non paghi a scadenza. Il famoso spread con il bund tedesco rappresenta proprio questo: se l’Italia diventa meno rischiosa rispetto al titolo considerato senza rischio (il bund) allora lo spread scende e il prezzo del titolo sale.

Selezione Migliori Broker Forex Trading

In primo luogo vogliamo fornirvi una lista dei broker regolamentati. La tabella di cui sotto mostra i migliori broker online ad oggi sicuri e garantiti, con certificati CySEC.

BrokersCaratteristiche*Leva*Conto Demo*
Bdswiss forex tradingConto Vip Gratis
Conto Esclusivo
Recensione BDSwiss forex
CySEC: 199/13
1:400Prova una Demo Gratuita!
Broker forex 24FXUno dei broker
più utilizzati al mondo!

Recensione 24FX
CySEC 207/13
1:400Prova una Demo Gratuita!
broker etoroOttimo broker forex
Recensione eToro
CySEC 109/10
1:400Prova una Demo Gratuita!
plus500Uno dei broker
più affidabili

Recensione Plus500
CySEC 250/14
1:294Prova una Demo Gratuita!
broker Markets.comPiattaforma intuitiva
Recensione Markets.com
CySEC 092/08
1:200Prova una Demo Gratuita!
LCG London Capital GroupBroker sicuro
Recensione LCGH
1:300Prova una Demo Gratuita!
broker-avatradeSicuro e professionale
Recensione Avatrade
CBI: C53877
1:400Prova una Demo Gratuita!
ironfxAffidabile al 100%
Recensione IronFX
CySEC 125/10
1:500Prova una Demo Gratuita!

* Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading di opzioni binarie

* Importo da accreditare a conto in caso di commercio di successo.

N.B.: Tutti i Broker elencati sono certificati e autorizzati dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).

*Premi in denaro: il valore percentuale massimo di guadagno che i Brokers offrono nel caso di negozio “In The Money”.
*Deposito minimo: l’importo del deposito minimo o il deposito minimo accettato dal broker per aprire un conto reale.
*Trade minimo: Il valore minimo di denaro accettato dal broker per aprire una transazione di mercato.
*Conto Demo: I Brokers elencati una volta effettuato il primo deposito permettono di negoziare con un conto demo, senza soldi veri.