Home Trading con i CFD: Certificate For Difference

Trading con i CFD: Certificate For Difference

I CFD nel trading online

Esistono diverse tipologie di trading online, come le opzioni binarie, il forex trading e il trading CFD, ovvero i Contratti per Differenza.
Quest’ultimi verranno trattati in modo dettagliato all’interno dell’articolo: in particolare si parlerà di cosa sono e come funzionano i Contratti per Differenza, le rispettive caratteristiche e gli elementi principali da considerare quando si investe in questo tipo di trading.

Cosa si intende per CFD?

I CFD, acronimo di Contratti per Differenza, sono strumenti finanziari derivati e possono essere definiti come contratti tra due parti nel quale l’acquirente, a fronte di un pagamento di un tasso di interesse, riceve il rendimento di un’attività finanziaria specifica, viceversa il venditore del contratto, a fronte dell’incasso degli interessi, si impegna a pagare il rendimento di quell’asset.

Nel trading online si investe sulle oscillazioni di prezzo, non sulla compravendita vera e propria, di specifici asset come azioni, materie prime, indici e coppie di valute.

Gli asset a disposizione sono gli stessi delle opzioni binarie, ma il funzionamento è un po’ diverso. Se nel trading binario si deve prevedere se il prezzo di uno specifico asset sia maggiore o minore rispetto al tasso di strike, ovvero il prezzo d’acquisto iniziale e si ottengono percentuali fisse di profitto decise in precedenza dal broker. Nei CFD, invece, si guadagna la differenza dei due prezzi, tra quello iniziale e quello finale.

Facciamo un esempio, per capire meglio, supponiamo che una compagnia petrolifera abbia previsto profitti record e il trader, di conseguenza, pensa che il prezzo possa salire.

Decide, quindi, di acquistare 12.000 unità a 19,50 dollari.

Se il prezzo dovesse aumentare, da 19,50 a 20,00 dollari, otterrà un guadagno di 50 centesimi cadauno.

Moltiplicando per 12.000 unità, il profitto potenziale ammonterebbe a ben 6.000 dollari.

Tuttavia, però, se il prezzo scende di 50 centesimi, l’investitore perderà il capitale investito.

CFD: definizione

CFD Trading
CFD Trading

Quasi tutte le piattaforme di trading online che offrono forex trading danno anche la possibilità di investire nell’azionario tramite i cosiddetti Certificate For Difference o CFD.

Un CFD è un tipo di contratto in strumenti derivati in base al quale viene scambiata la differenza di valore di un certo titolo o sottostante, maturata tra il momento di apertura e la chiusura di un contratto. Il broker pertanto, si impegna a pagare (o a trattenere) al cliente la differenza tra il prezzo del sottostante al momento dell’apertura della posizione e il prezzo al momento della chiusura.

La prima differenza con gli ETF è che stiamo parlando di un prodotto non quotato ufficialmente ma Over The Counter (fuori dal mercato regolamentato) nel senso che non esiste un prezzo ufficiale ma il mercato è fatto dal broker stesso.

Anziché negoziare o scambiare fisicamente lo strumento finanziario, il CFD rappresenta un’operazione in cui due parti convengono per scambiare denaro sulla base della variazione di valore dell’attività sottostante che intercorre tra il punto in cui l’operazione viene aperta e il momento in cui la stessa viene chiusa.

I vantaggi di questi strumenti

  • Avere una maggiore esposizione sui mercati, grazie alla marginazione;
  • Sfruttare l’effetto leva impiegando solo una percentuale del controvalore (infatti non comprando il sottostante ma solo la variazione sul prezzo, ci si può esporre maggiormente);
  • Mantenere le posizioni aperte per il tempo che desideri.

Come funziona un CFD

In questo schema elaborato da Borsa Italiana SpA vediamo una sintesi di come funziona un CFD:
Schermata 2015-02-15 alle 17.48.17

Posizione Long: Acquistare al rialzo

Se si investe su uno specifico bene, e si preveda in modo corretto, che possa aumentare di valore, è possibile rivendere il prodotto in un secondo momento, ottenendo un profitto da questa operazione. Al contrario, se la previsione è errata e il valore, quindi, scende, si avrà una perdita.

In sostanza, si tratta di acquistare al rialzo, che nel gergo tecnico si chiama: posizione Long.

Posizione Short: Vendere al ribasso

Viceversa. Se si investe su un determinato asset, e si pensa in modo corretto, che possa diminuire di valore, è possibile acquistare il prodotto a un prezzo minore, ottenendo, in questo modo, un profitto. Al contrario, se la previsione non è corretta e il valore, invece, sale, si avrà una perdita.

In poche parole, si tratta di vendere al ribasso, che nel gergo tecnico si chiama: posizione Short.

Elementi da considerare per investire in CFD

Durata operazione

La durata dell’operazione è, semplicemente, lo specifico lasso temporale tra il momento in cui l’operazione viene aperta e il momento in cui la stessa viene chiusa.

Il margine

I CFD sono strumenti finanziari a leva, con questo si intende che è necessario depositare soltanto una percentuale del valore complessivo della posizione da aprire. Per capire meglio, quando si opera con i CFD, non si acquista o si vende un prodotto in senso stretto, ma si sta facendo trading sul movimento del prezzo di uno strumento, quindi per ogni transazione puoi scegliere il margine con cui operare.

I tassi dei margini, in media, possono variare dallo 0.25% al 20% a seconda del prodotto scelto, ma volendo hanno anche percentuali maggiori.

Utilizzare il margine consente di ottenere sia maggiori profitti, ma anche maggiori potenziali perdite, perché il margine è minore del valore totale della posizione che si intende aprire.
Pertanto è necessario comprendere perfettamente e imparare a sfruttare gli strumenti per la gestione del rischio in modo efficiente. Per citarne alcuni, ordini stop loss, take profit, ordini stop ad entrata, trailing stop loss o ordini boundaries.

Tasso di riferimento

In sostanza, il tasso di riferimento base è la percentuale con cui vengono calcolati gli interessi percepiti. Per citare un esempio, Euribor + n.%.

Lo spread

I prezzi dei CFD vengono scambiati in coppia, da una parte c’è il prezzo d’acquisto e dall’altra il prezzo di vendita. Lo spread è proprio la differenza tra questi due valori.

Se lo spread è basso, allora è più facile e veloce poter ottenere profitti, ma anche perdite.
Inoltre gli spread sono elementi molto variabili, che possono cambiare a causa di diversi fattori come le condizioni di mercato, la volatilità e la liquidità.

Broker per il Trading con CFD

Broker per il trading CFD
Broker per il trading CFD

I nuovi commercianti che si affacciano al trading sono alla ricerca del giusto broker e lo fano attraverso i blog e le varie recensioni, ma anche confrontando gli elenchi dei servizi offerte, nonché termini, condizioni e quanto è trasparente la sua attività.

La gamma di offerte è quasi infinita, anche se si trovano differenze nella qualità dei servizi, a volte rilevanti per il commercio CFD.

Il consiglio che diamo a chi si avvicina al trading CFD non è la ricerca del broker in se, ma del prodotto. Andiamo a vedere alcune caratteristiche di questo importante strumento.

Caratteristiche dei Broker CFD

Le caratteristiche rilevanti nella scelta del broker CFD:

  • Deposito minimo;
  • L’importo minimo di negoziazione;
  • Bassi Spread;
  • Licenza e regolamentazione;
  • Stop Loss;
  • Le leve disponibili.
  • Dovete tenere conto che di questa lista, per il trading CFD assume particolare importanza l’effetto Leva.

    La leva può spostare ingenti somme di denaro, ad un margine inferiore, corrisponde una maggiore leva, che da modo all’operatore di guadagnare profitti redditizi.

    “La leva agisce sia sui profitti che sulle perdite.”

    Nei trading dei CFD esiste un obbligo di finanziamento, dove il trader sceglie la leva per evitare una call di margine, con un valore superiore al capitale detenuto dal trader. A tutela del commerciante alcuni broker limitano l’obbligo di finanziamento sul capitale.

    Abbiamo trattato gli aspetti speculativi dei CFD, in modo da dare agli operatori notizie utili prima di commerciare con esso. E’ importante evitare un rischio eccessivo, abbiamo visto l’obbligo di finanziamento aggiuntivo che è un aspetto essenziale che può creare perdite importanti se una posizione ha un elevato effetto leva e finisce in not money.

    Selezione Migliori Broker CFD Trading

    In primo luogo vogliamo fornirvi una lista dei broker regolamentati. La tabella di cui sotto mostra i migliori broker online ad oggi sicuri e garantiti, con certificati CySEC.

    BrokersBonus*Leva*Conto Demo*
    Bdswiss forex tradingConto Vip Gratis
    Conto Esclusivo
    Recensione BDSwiss forex
    CySEC: 199/13
    1:400Prova una Demo Gratuita!
    Broker forex 24FX100% Subito!
    Ottieni il Bonus!
    Recensione 24FX
    CySEC 207/13
    1:400Prova una Demo Gratuita!
    broker etoro8.000€ Subito!
    Ottieni il Bonus!
    Recensione eToro
    CySEC 109/10
    1:400Prova una Demo Gratuita!
    plus50025€ Subito!
    Ottieni il Bonus!
    Recensione Plus500
    1:294Prova una Demo Gratuita!
    broker Markets.com25€ Subito!
    Ottieni il Bonus!
    Recensione Markets.com
    CySEC 092/08
    1:200Prova una Demo Gratuita!
    LCG London Capital Group8.000€ Subito
    Ottieni il Bonus!
    Recensione LCGH
    CONSOB: 2072193
    1:300Prova una Demo Gratuita!
    broker-avatrade5000€ Subito!
    Ottieni il Bonus!
    Recensione Avatrade
    CBI: C53877
    1:400Prova una Demo Gratuita!
    ironfx100% Subito!
    Ottieni il Bonus!
    Recensione IronFX
    CySEC 125/10
    1:500Prova una Demo Gratuita!

    N.B.:Tutti I Brokers elencati sono certificati e autorizzati in Italia dalla Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) e dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).

    *Bonus di Benvenuto: il Bonus progressivo che offre il Broker al primo deposito.
    *Licenze: I Brokers elencati sono certificati e autorizzati in Italia dalla Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) e dalla Cysec (Cyprus Securities and Exchange Commission).
    *Deposito minimo: l’importo del deposito minimo o il deposito minimo accettato dal broker per aprire un conto reale.
    *Leva Max: il massimo valore di leva.
    *Conto Demo: I Brokers elencati una volta effettuato il primo deposito permettono di negoziare con un conto demo, senza soldi veri.

    Maggiori informazioni sui broker per CFD