Home Trading con i CFD: Certificate For Difference Broker Trading CFD

Broker Trading CFD

La scelta di un broker per il trading CFD

Broker per il trading CFD
Broker per il trading CFD

Il trading con CFD ha caratteristiche uniche, distinte da qualsiasi altro prodotto finanziario:

  • I CFD sono uno strumento finanziario di tipo speculativo;
  • I CFD rilevano aumenti o diminuzione dei prezzi;
  • I CFD riguardano diversi Asset, che possono essere scambiabili in diverse classi di attività;
  • I CFD Concedono ai commercianti la possibilità di fare un trading senza limiti;
  • I CFD hanno un basso margine, che corrisponde a una leva maggiore.

Maggiori informazioni sul trading CFD

La differenza delle offerte che potrete trovare tra i vari broker, si quantificano nell’offerta di base delle attività sottostanti negoziabili, che è la prima cosa da prendere in considerazione in una scelta di un broker.

Ci sono Broker CFD con oltre 350 attività sottostanti, con cui è possibile fare trading, un numero impressionante che moltiplica la possibilità di guadagni che provengono dalle classi di attività come:

  • Commodities;
  • Indici;
  • Azioni;
  • Valute.

Alcuni broker, per commerciare con i CFD, non richiedono nessun deposito iniziale minimo, ma è ovvio che per attivare degli scambi commerciali, occorre capitalizzare un conto di trading.

E’ importante conoscere tutte le informazioni possibili sulle prestazioni di un titolo sottostante, prima di firmare qualsiasi contratto di trading con un broker. I CFD possono essere molto redditizi, ma di contro, anche molto rischiosi.

Un vantaggio dei Broker CFD è l’utilizzo di un limitatore delle perdite, un modo intelligente per evitare possibili obblighi di finanziari quando le negoziazioni aumentano le perdite a causa della leva.

E’ importante scegliere un broker che fornisce i seguenti strumenti di tutela finanziaria:

Il trading dei CFD include, oro, petrolio ma anche coppie di valute popolari come EUR/USD e EUR/JPY, ma il criterio per la scelta di un broker CFD, dovrebbe essere fatta in base all’offerta del supporto clienti che deve essere affidabile e tempestivo.

Si definiscono CFD, acronimo di Contratti per Differenza, strumenti derivati in cui interagiscono due parti, l’acquirente e il venditore. Colui che compra, in cambio di un pagamento di un tasso di interesse, riceve il rendimento di una specifica attività finanziaria. Colui che vende, a fronte dell’incasso degli interessi, si impegna, invece, a pagare il rendimento dell’asset.

È chiaro che non si tratta di una compravendita vera e propria, ma è una forma di investimento finanziario sull’andamento di determinati asset come azioni, materie prime, indici e coppie di valute.

Come funzionano i CFD?

Anche se le categorie di asset a disposizione sono uguali rispetto a quelle delle opzioni binarie, il funzionamento, invece, è un po’ differente.
Nel trading binario è necessario prevedere se il prezzo di uno specifico asset sia maggiore o minore rispetto al tasso di strike, ovvero il prezzo d’acquisto iniziale. Si ottengono percentuali di rendimento fisse, per esempio 70% – 80% e così via, già prestabilite in precedenza dal broker. Nei CFD, invece, si guadagna la differenza dei due prezzi, tra quello iniziale e quello finale. Per capire meglio, supponiamo che il trader decide di investire sull’oro e prevede che il prezzo possa salire.

Decide, quindi, di acquistare 5.000 grammi a 30 dollari. Se il prezzo dovesse aumentare, da 30,00 a 31,00 dollari, otterrà un guadagno di 1 euro per ogni grammo.

Moltiplicando per 5.000 unità, il profitto potenziale totale ammonterebbe a 5.000 dollari.

Tuttavia, però, se il prezzo scende, l’investitore perderà il capitale investito.

Esistono due tipologie di posizioni, specifiche di questa tipologia di trading online:

  • Posizione Long:
    Se dopo aver investito su uno specifico asset, si riesce a prevedere correttamente un aumento di prezzo, è possibile “rivendere il bene” dopo qualche tempo, ottenendo, così, un profitto da questa operazione. Al contrario, se la previsione è errata e il valore, quindi, è al ribasso, si avrà una perdita. In sostanza, si tratta di acquistare al rialzo, che nel gergo tecnico viene denominata: posizione Long.
  • Posizione Short:
    Se, viceversa, dopo aver investito su un determinato asset, si riesce a prevedere in modo corretto, che il prezzo possa essere al ribasso, è possibile acquistare il prodotto a un prezzo minore, ottenendo, in questo modo, un profitto. Al contrario, se la previsione non è corretta e il valore, invece, aumenta, si avrà una perdita.In poche parole, si tratta di vendere al ribasso, che nel gergo tecnico si chiama: posizione Short.

Cosa bisogna sapere per investire in CFD?

Quando si investe sui Contratti Per Differenza è necessario conoscere alcuni elementi essenziali come:

La durata dell’operazione

Si tratta, semplicemente, dello specifico periodo di tempo tra l’apertura dell’operazione e la chiusura della medesima.

Il margine

I CFD sono definiti strumenti a leva finanziaria, con questo si intende che è necessario depositare soltanto una parte del valore complessivo della posizione da aprire, di conseguenza, per ogni transazione puoi scegliere il margine con cui operare.
I tassi dei margini, in media, oscillano dallo 0.25% al 20% a seconda del prodotto scelto, ma volendo possono arrivare anche a percentuali maggiori.
Sfruttare il margine consente di ottenere sia profitti più elevati, ma anche potenziali perdite più alte.
Quindi il trader deve comprendere e imparare a utilizzare gli strumenti per la gestione del rischio come gli ordini stop loss, take profit, gli ordini stop ad entrata, trailing stop loss o gli ordini boundaries.

Tasso di riferimento

In sostanza, il tasso di riferimento base è la percentuale con cui vengono calcolati gli interessi percepiti. Per citare un esempio, Euribor + n.%.

Lo spread

Lo spread è la differenza tra il prezzo d’acquisto e il prezzo di vendita dei CFD.
Se lo spread è basso, allora è più facile e veloce poter ottenere un guadagno, ma anche perdite. Bisogna ricordare che, lo spread è anche un fattore molto altalenante, che cambia in continuazione a causa di svariati variabili come le condizioni di mercato, la volatilità e la liquidità.

La maggior parte dei broker CFD non sono in Italia, prestate attenzione alla lingua in cui viene offerta assistenza.

Selezione Migliori Broker CFD Trading

In primo luogo vogliamo fornirvi una lista dei broker regolamentati. La tabella di cui sotto mostra i migliori broker online ad oggi sicuri e garantiti, con certificati CySEC.

BrokersCaratteristiche*Leva*Conto Demo*
Bdswiss forex tradingConto Vip Gratis
Conto Esclusivo
Recensione BDSwiss forex
CySEC: 199/13
1:400Prova una Demo Gratuita!
Broker forex 24FXUno dei broker
più utilizzati al mondo!

Recensione 24FX
CySEC 207/13
1:400Prova una Demo Gratuita!
broker etoroOttimo broker forex
Recensione eToro
CySEC 109/10
1:400Prova una Demo Gratuita!
plus500Uno dei broker
più affidabili

Recensione Plus500
CySEC 250/14
1:294Prova una Demo Gratuita!
broker Markets.comPiattaforma intuitiva
Recensione Markets.com
CySEC 092/08
1:200Prova una Demo Gratuita!
LCG London Capital GroupBroker sicuro
Recensione LCGH
1:300Prova una Demo Gratuita!
broker-avatradeSicuro e professionale
Recensione Avatrade
CBI: C53877
1:400Prova una Demo Gratuita!
ironfxAffidabile al 100%
Recensione IronFX
CySEC 125/10
1:500Prova una Demo Gratuita!

* Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading di opzioni binarie

* Importo da accreditare a conto in caso di commercio di successo.

N.B.: Tutti i Broker elencati sono certificati e autorizzati dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).

*Premi in denaro: il valore percentuale massimo di guadagno che i Brokers offrono nel caso di negozio “In The Money”.
*Deposito minimo: l’importo del deposito minimo o il deposito minimo accettato dal broker per aprire un conto reale.
*Trade minimo: Il valore minimo di denaro accettato dal broker per aprire una transazione di mercato.
*Conto Demo: I Brokers elencati una volta effettuato il primo deposito permettono di negoziare con un conto demo, senza soldi veri.