L’analisi di Pitchfork è un po’ un evoluzione dell’analisi dei canali.

Inizialmente occorre ricercare, graficamente, un trend a “V” in un certo prezzo. Una volta trovato questo trend occorre impostare l’indicatore come segue.

Tradingmania.it consiglia

Guida Trading Bitcoin ForexTB

Tradingmania.it

  1. partire dal minimo (o massimo) precedente.
  2. arrivare fino al massimo (o minimo) successivo
  3. scendere fino al minimo successivo (o salire fino al massimo successivo)

Siamo di fatto nel bel mezzo di un’analisi di Dow o di Elliot, e grazie a questo strumento, possiamo capire quale potrebbe essere l’evoluzione nell’onda successiva.

A questo punto il trend è individuato e le bande che si creano sono i canali che andremo ad utilizzare per supportare il nostro trend. Con un grafico sarà tutto più chiaro.

Pitch

Se guardate il prezzo di FIAT, potete vedere come siamo partiti dal minimo dell’anno scorso per arrivare al massimo di marzo 2015. Dopo di ciò siamo scesi fino al minimo di ottobre.

A questo punto, grazie a questi tre livelli possiamo avere dei canali rialzisti che ci aiuteranno nel trend rialzista che vogliamo individuare.

Come potete vedere si tratta di un’analisi grafica abbastanza intuitiva che, però, si fonda già su un’idea di trend. Se penso che il mercato salga e che il minimo precedente sia un minimo relativo (quindi un supporto) allora posso calcolarmi quanto, in base al movimento precedente, sarà il trend di crescita del prezzo.

Tradingmania.it consiglia

Guida Trading Bitcoin ForexTB

Tradingmania.it