Home Analisi tecnica e strategie di trading online Analisi Tecnica – Gli Oscillatori: il Bollinger %B

Analisi Tecnica – Gli Oscillatori: il Bollinger %B

Le bande di Bollinger, pur molto utili nel trading, sono incapaci di offrire una percentuale precisa di quanto il prezzo sia all’interno della banda e, con questa precisa esigenza, è stato definito l’oscillatore.

Il Bollinger %B dà un’idea di come è posizionato il prezzo nell’ambito delle bande: esso infatti è costruito come rapporto avente al numeratore la differenza fra prezzo e Lower band ed al denominatore la differenza fra Upper band e Lower band.

La formula è:

Bollinger %B = (Prezzo di chiusura – Banda Inferiore) / (Banda Superiore – Banda Inferiore)

Ricordiamo, per scrupolo, che le bande sono calcolate sommando (banda superiore) e sottraendo (banda inferiore) alla media mobile, 2 volte la deviazione standard di pari ampiezza. Quindi al denominatore avremo chiaramente 4*std.

= [c-(mov(c,20,s)-s*std(c,20))] / [(mov(c,20,s) + 2*std(c,20)) – (mov(c,20,s) – 2*std(c,20))]

Pertanto:
Bollinger %B = (c – (mov(c,20,s) – 2*std(c,20))) / 4*std(c,20))

L’indicatore oscilla, quindi, fra zero e cento (anche se può uscire da questi livelli, quando il prezzo esce dalle bande!) dandoci una percentuale di quanto il prezzo è all’interno rispetto l’ampiezza della banda. Un valore sotto 0 ci dice che è uscito al di sotto della banda e che, quindi, è il momento di comprare e uno sopra 100 che il valore è uscito al di sopra e che, quindi, di vendere!

 

Schermata 2015-10-10 alle 20.48.17