Home Analisi tecnica e strategie di trading online Gli oscillatori Oscillatore CCI: Commodity Channel Index

Oscillatore CCI: Commodity Channel Index

Il commodity channel index è un oscillatore che si basa sull’assunzione che il mercato si muova tra un minimo e un massimo mantenendo un certo intervallo di tempo tra questi due valori.

L’ideatore di quest’indice ha proposto di utilizzare 1/3 di questo ciclo come periodo di osservazione: così se tra un massimo e un minimo passano 60 giorni allora l’oscillatore va impostato a 20 periodi.

L’oscillatore si ottiene confrontando il prezzo attuale con una media mobile in un certo periodo di tempo (quella di prima) e normalizzare dopo i valori ottenuti utilizzando un divisore basato sulla deviazione media.

La costruzione avviene così:

  1. calcolare l’ultimo prezzo tipico: (Chiusura + Massimo + Minimo) / 3;
  2. calcolare la media mobile semplice a 20 periodi del di questo prezzo;
  3. calcolare la deviazione media di questo prezzo;
  4. alla fine si ha l’indice costruito come: (prezzo tipico x media mobile) / (0,015 x deviazione media)

La costante serve a far sì che approssimativamente il 70-80% dei valori del CCI si trovi compresa nella zona -100 e +100.

Il CCI quindi si muove al di sopra e al di sotto dello zero; la percentuale di valori dell’oscillatore compresi nell’intervallo -100/+100 dipenderà dal numero di periodi impostati: un CCI più corto sarà molto più volatile e conseguentemente avrà una più piccola percentuale di valori compresi in quell’intervallo; al contrario più periodi saranno presi in considerazione più alta sarà la percentuale di valori contenuti nell’intervallo.

Dal punto di vista tecnico questo indicatore va “utilizzato” con quei titoli che, storicamente, si sono dimostrati coerenti con le indicazioni dello stesso.

Queste indicazioni, infatti, sono molto differenti dal RSI o dal MACD.

  1. Se l’indicatore supera 100 allora è il momento di comprare e di tenere la posizione fino a che tale indice rimane sopra questa soglia.
  2. Se l’indicatore scende sotto – 100, invece, è il momento di vendere e di tenere la posizione fino a che tale indice vi rimane.

Può essere, quindi, un valido conforto per quei titoli che si sono dimostrati sensibili all’oscillatore e per i quali si hanno dei dubbi grafici o su altri oscillatori.

Selezione Migliori Broker Forex Trading

In primo luogo vogliamo fornirvi una lista dei broker regolamentati. La tabella di cui sotto mostra i migliori broker online ad oggi sicuri e garantiti, con certificati CySEC.

Migliori broker Forex Trading e Trading CFD

Piattaforme di Trading online Testate dal Nostro Staff!

Brokers Caratteristiche* Conto Demo*
broker Markets.com Voto RecensioneLicenza: CySEC
“100% Affidabilità”
Apri conto Demo!
broker 24option BROKER DEL MESE
Licenza: CySEC
“100% Affidabilità”
Apri conto Demo!
Bdswiss forex trading Voto RecensioneLicenza: CySEC 
Conto Demo di 10.000$!

Conto Vip Esclusivo!
Apri un conto VIP!
broker etoro Voto RecensioneLicenza: CySEC-FCA 
Social Trading

Conto Demo di 100.000$!
Apri conto Demo!
Voto RecensioneLicenza: CySEC
Fai trading con soli 10€!

Trade minimo: 1€
Apri conto Demo!

 

*Avviso di rischio: Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading.
Rischia solo il capitale che sei disposto a perdere. Questo messaggio non costituisce un consiglio di investimento.
N.B.: Tutti i Broker elencati sono certificati e autorizzati dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).

I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita rapida del proprio denaro a causa della presenza della leva. Circa il 74-89% dei conti degli investitori al dettaglio perdono il proprio denaro quando fanno trading con i CFD. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di assumerti l’alto rischio di perdita del tuo denaro“.