Lo stocastico, o come si dovrebbe dire propriamente stocastica, è un oscillatore che si basa sul presupposto che nel corso dell’incremento del prezzo di un certo strumento finanziario, quelli di chiusura tendono ad avvicinarsi al massimo dell’escursione del prezzo e viceversa.

Con la spiegazione più dettagliata comprenderete meglio di cosa stiamo parlando.

In questo oscillatore, come per il MACD, esistono due linee, la %K e la %D. Di solito il range utilizzato per i calcoli è quello dei 14 periodi.

Per determinare la linea %K la formula è:

100 x [(ultimo prezzo – minimo degli ultimi 14 periodi)/(massimo degli ultimi 14 periodi – minimo degli ultimi 14 periodi)]

Già dalla formulazione si capisce che quello che si vuole mettere in evidenza è quanto la distanza tra il prezzo di oggi è il minimo di periodo è lontana dalla massima lontananza.

E’ chiaro che se il prezzo di oggi coincide con il massimo di periodo tale linea sarà pari a 100. L’indicazione, come per l’RSI, è quella di considerare un valore sopra 80 come prezzo ipercomprato e uno sotto 20 come ipervenduto.

A questo punto abbiamo la linea %D. Questa altro non è che la media degli ultimi 3 periodi di %K e viene chiamato stocastico veloce. La media a 3 periodi di %K è invece chiamato stocastico lento.

Abbiamo un utilizzo unitario della %D che si ha quando questa linea  è in divergenza con il grafico dei prezzi:

  1. I prezzi sono ancora in salita mentre la %D si trova sopra 80 e fa dei massimi decrescenti: segnale di vendita.
  2. I prezzi sono ancora in discesa mentre la %D si trova sotto 20 e fa dei minimi crescenti: segnale di acquisto.

L’utilizzo contestuale delle due linee, invece, è questo:

  1. Quando la linea %K taglia dal basso verso l’alto la %D (ossia la sua media a 3 periodi) abbiamo un segnale di acquisto;
  2. Quando la linea %K taglia dall’alto verso il basso la %D (ossia la sua media a 3 periodi) abbiamo un segnale di vendita;

Vediamo un esempio:

Schermata 2015-05-22 alle 23.11.18Come vedete qui abbiamo un massimo che ancora cresce e uno stocastico veloce che, invece, fa dei massimi decrescenti e si trova in area sopra 80. Segnale di vendita!

Migliori broker Forex, CFD e Criptomonete

 

Brokers Caratteristiche* Conto Demo*
broker 24option BROKER DEL MESE
Licenza: CySEC
“100% Affidabilità”
Apri conto Demo!
Bdswiss forex trading Voto RecensioneLicenza: CySEC 
Conto Demo di 10.000$!

Conto Vip Esclusivo!
Apri un conto VIP!
broker etoro Voto RecensioneLicenza: CySEC-FCA 
Social Trading

Conto Demo di 100.000$!
Apri conto Demo!
Voto RecensioneLicenza: CySEC
Fai trading con soli 10€!

Trade minimo: 1€
Apri conto Demo!
broker Markets.com Voto RecensioneLicenza: CySEC
“100% Affidabilità”
Apri conto Demo!

 

*Avviso di rischio: Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading.
Rischia solo il capitale che sei disposto a perdere. Questo messaggio non costituisce un consiglio di investimento.
N.B.: Tutti i Broker elencati sono certificati e autorizzati dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).

I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita rapida del proprio denaro a causa della presenza della leva. Circa il 74-89% dei conti degli investitori al dettaglio perdono il proprio denaro quando fanno trading con i CFD. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di assumerti l’alto rischio di perdita del tuo denaro“.