Bitcoin è di nuovo in rosso: è un miraggio che il prezzo raggiunga i 40.000$?

Il bitcoin non è stato in grado di estendere il suo rimbalzo fino all’obiettivo di $ 40.000 mercoledì ed è sceso del 4%, nella foga del crollo del settore tecnologico a Wall Street nel mercato after hours. I risultati di Meta (Facebook) sono stati pubblicati dopo che si è conclusa con una delusione del mercato e il social network ha esteso il trading negli Stati Uniti in calo di quasi il 23%. Il mercato delle criptovalute in generale si tinge di rosso dopo il rally di questa settimana e gli “altcoin” cedono in media di circa il 5%.

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

Il rimbalzo di Bitcoin è stato incoraggiante nell’ultima settimana, ma finora non è riuscito a riguadagnare questa importante resistenza, “che potrebbe causare qualche disagio tra coloro che sperano che il minimo sia dietro di esso”, ha commentato Craig Erlam, analista di Oanda. “Il miglioramento della propensione al rischio nei mercati più ampi sta naturalmente supportando il prezzo e potrebbe in definitiva essere ciò che lo guida attraverso questo importante livello di resistenza , purché regga”, ha aggiunto. Tuttavia, ha sottolineato che “sembra che stiamo vedendo alcune prese di profitto da queste parti che stanno contribuendo al calo del 4% di oggi”.

Gli esperti avvertono che le decisioni delle banche centrali di giovedì definiranno la bussola per le criptovalute poiché “Bitcoin continuerà a essere scambiato come asset di rischio e probabilmente trarrà vantaggio se continueranno a mostrare una certa riluttanza a rafforzare la loro politica monetaria”, ha spiegato Edward Moya, un analista presso Oanda. In questo senso, l’esperto ritiene che la Banca d’Inghilterra e la Banca centrale europea potrebbero avere un impatto maggiore del normale sulle criptovalute , “poiché Wall Street è alla ricerca di un segnale sulla direzione in cui si sta dirigendo la propensione al rischio”.

Sebbene la Reserve Bank of Australia (RBA) si sia astenuta dall’aumentare i tassi durante la riunione di martedì, il governatore Philip Lowe non ha escluso la possibilità di aumentare il tasso di interesse nel 2022 . Per quanto riguarda gli Stati Uniti, la Federal Reserve (Fed) ha segnalato la possibilità di molteplici rialzi dei tassi quest’anno, che hanno causato forti vendite di asset rischiosi, come i titoli tecnologici altamente apprezzati e la maggior parte delle criptovalute.

Per quanto riguarda gli altri token, Ethereum non è stato in grado di mantenere il livello di $ 2.800, un livello di prezzo che doveva rompere comodamente per continuare il suo rally a $ 3.000. Ha raggiunto i massimi per due giorni consecutivi proprio a questa resistenza, ma è stato rifiutato ed è sceso al supporto di $ 2.640 , dove passa la linea di trend rialzista formata sul grafico orario. Il ritracciamento di Fibonacci continua a indicare ulteriori ribassi a 2.600$.

Altre valute digitali che mercoledì hanno presentato prospettive promettenti sono diventate nettamente al ribasso . Cardano rimane sopra 1$, ma per ora non sembra ansioso di allungare il recente rally del 20% che presenta un potenziale rialzo a 1,26$. Solana sta andando peggio ed è in ribasso del 10% dopo la sua corsa rialzista sopra i 100$ che non è riuscita ad estendere, correggendo a 98$.

Quanto a LUNA, il token della rete Terra, ha rallentato la sua ripresa dopo la battuta d’arresto di inizio settimana a causa dello scandalo del progetto di finanza decentralizzata Wonderland. E Dogecoin è sceso sotto $ 0,14. La capitalizzazione di mercato totale è di 1,67 trilioni di dollari, 100 miliardi di dollari al di sotto di quella di mercoledì .

Fonte: sharecast

Canale Youtube

Scrivi un commento