Bitcoin, Ether stanno nuovamente avvertendo l’effetto Elon dopo che il fondatore di Tesla ha affermato che non sta vendendo

New York: Bitcoin, Ether e Dogecoin hanno avuto una rapida spinta lunedì dopo che Elon Musk ha twittato che possiede i token digitali e non ha intenzione di vendere.

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

Bitcoin, che è sceso fino al 2,9% prima del tweet di Musk, ha brevemente cancellato le perdite prima di ritirarsi nuovamente. Ether è salito fino al 2,3% prima di rinunciare ad alcuni guadagni. Il guadagno del 3,8% di Dogecoin nell’ultima ora è stato il più grande tra le criptovalute monitorate da CoinGecko.

Musk, la persona più ricca del mondo e CEO di Tesla Inc., non è estraneo ai post sui social media sulle criptovalute. Lo scorso maggio ha detto che non ha “e non venderà” nessun Dogecoin, un token creato nel 2013 per scherzo e di cui sarebbe diventato un sostenitore. Ad ottobre, Musk ha dichiarato di possedere Bitcoin, Ether e Dogecoin.

Questa volta, aveva postato una domanda su Twitter sul probabile tasso di inflazione nei prossimi anni. Michael Saylor, CEO di MicroStrategy Inc. e un importante toro di Bitcoin, ha risposto: “Le valute più deboli crolleranno e la fuga di capitali da contanti, debito e azioni di valore a proprietà scarse come #bitcoin si intensificherà”.

“Non è del tutto imprevedibile che tu raggiunga questa conclusione”, ribatté Musk. MicroStrategy ha addebitato 147 milioni di dollari di svalutazione per il quarto trimestre poiché il calo dei prezzi di Bitcoin ha costretto la società a svalutare la sua partecipazione.

Fonte: gulfnews

Canale Youtube

Scrivi un commento