Bitcoin raggiunge quota $ 20.000, mentre continua l’ampio rally delle criptovalute

I mercati delle criptovalute sono aumentati questa settimana, ed i titoli esposti alle criptovalute hanno avuto un beneficio dell’anticipo. Il boom di Bitcoin (BTC) 2023 continua, con la criptovaluta che ha superato i $ 20.000 per la prima volta dal crollo dell’FTX all’inizio di novembre.

La più grande criptovaluta per capitalizzazione di mercato ha iniziato la settimana vicino a $ 17.000 dopo aver oscillato intorno a $ 16.000 da metà dicembre. Attualmente a $ 20.250, Bitcoin è aumentato di oltre il 20% nelle prime due settimane di quest’anno. Tuttavia, la criptovaluta, che ha incassato $ 65.000 nel novembre 2021, rimane vicina all’estremità inferiore di un brutale mercato ribassista.

In effetti, $ 20.000 erano “una volta [considerati] molto bassi a causa dei problemi, ma ora sono un segno di una potenziale ripresa”, secondo Craig Erlam, analista di mercato senior presso il mercato forex OandaAnche Ether (ETH) ha registrato un buon rialzo, con un rialzo di oltre il 20% dall’inizio dell’anno e minacciando di raggiungere i 1.500$ per la prima volta dall’inizio di novembre.

Il CoinDesk Market Index (CMI) è salito del 14% questa settimana. Anche i titoli delle criptovalute hanno beneficiato dell’andamento di questa settimana, con Coinbase (COIN) in rialzo del 39% e il minatore di bitcoin Marathon Digital Holdings (MARA) in rialzo del 76%. Left for Dead I nomi delle criptovalute crescono man mano che Bitcoin cresce.

Anche i mercati tradizionali sono saliti questa settimana, con l’S&P 500 in rialzo di oltre il 2% all’inizio del trimestre, mentre l’inflazione statunitense è rimasta elevata e ha continuato a diminuire. “L’ottimismo è stato alimentato dal primo calo mensile dell’inflazione in due anni e mezzo e dal continuo forte calo annuale dei titoli e delle letture di base”, ha scritto Erlam.

Nicholas Colas, co-fondatore della società di analisi DataTrek Research, ha scritto in una nota che la politica della Fed rimane importante, ma che “altre questioni come la riapertura della Cina, il ritmo di crescita dell’economia Usa e i profitti societari sono in realtà positivi. “ i tassi di interesse concentreranno l’attenzione degli investitori.

Questa non è una garanzia che il 2023 sarà un buon anno per gli asset rischiosi, ma dice che sembrerà molto più normale rispetto allo scorso anno”, ha affermato Colas.

Fonte: Coindesk.com

Scrivi un commento