Bitcoin scende sotto i $ 40.000 dopo il divieto della Cina

Mercoledì Bitcoin è sceso per il quinto giorno consecutivo, scivolando sotto il livello di $ 40.000 e portando le sue perdite cumulative da quando ha raggiunto il suo massimo record poco più di un mese fa a quasi il 40%.

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

L’ultima svendita è sembrata essere stata provocata dall’annuncio della Cina di mercoledì che avrebbe dovuto reprimere le transazioni di criptovaluta presso le istituzioni finanziarie nazionali a causa della recente volatilità della classe di attività.

Il divieto ribadisce efficacemente la legislazione del 2017 sul trading, ma impedisce anche alle banche e ad altre società di servizi finanziari di consentire le criptovalute come pagamenti o di impegnarsi in altri servizi correlati, comprese le transazioni di cambio.

Stabilità finanziaria

La sentenza è stata emessa da tre organismi commerciali, sostenuti dai regolatori finanziari del paese, e ha messo in guardia sui pericoli per la stabilità finanziaria derivanti dalla negoziazione di tali attività volatili.

Una dichiarazione afferma: “Recentemente, i prezzi delle criptovalute sono saliti alle stelle e sono crollati e il commercio speculativo di criptovaluta è rimbalzato, violando gravemente la sicurezza della proprietà delle persone e interrompendo il normale ordine economico e finanziario”.

Il decreto cinese ha sostenuto un crollo per bitcoin che ha visto la criptovaluta più grande del mondo per capitalizzazione di mercato perdere un terzo del suo valore in 10 giorni.

Riflessioni di muschio

Queste perdite sono state aggravate dalle recenti attività di diversi appassionati di criptovaluta di alto profilo, in particolare il fondatore e amministratore delegato di Tesla Elon Musk, che ha detto la scorsa settimana la sua azienda non avrebbe più accettato bitcoin come pagamento per i suoi veicoli.

All’inizio di questa settimana, i prezzi delle criptovalute sono stati colpiti dal suggerimento che Musk stesse vendendo bitcoin dopo che un famoso commentatore di Twitter ha detto che “i bitcoiners si sarebbero schiaffeggiati” quando hanno scoperto che Tesla aveva abbandonato le sue partecipazioni.

Musk ha risposto a questo tweet con un enigmatico “Infatti”, ma in seguito è tornato a dire che Tesla non aveva venduto alcun bitcoin.

L’interesse istituzionale diminuisce

L’ascesa della criptovaluta ai massimi storici quest’anno è stata fondata in parte sulla crescente evidenza che gli investitori delle grandi istituzioni finanziarie stavano rapidamente guadagnando interesse per la classe di attività.

Tuttavia, l’ultimo sondaggio sui gestori di fondi di Bank of America, pubblicato mercoledì, sembrava indicare che qualsiasi relazione amorosa istituzionale con la criptovaluta stava svanendo.

Alla domanda sul commercio “più affollato”, la risposta più grande (43%) è stata “bitcoin lungo”. Inoltre, il 75% dei gestori di fondi interrogati ha affermato che il bitcoin è una “bolla”.

Il mercato si muove

Mercoledì, bitcoin è sceso del 12,7% a $ 39.547, prendendo le sue perdite cumulative da quando ha raggiunto il suo massimo record di $ 64.778 il 14 aprile al 39%.

Ethereum è sceso del 14,6% a $ 2.958, mentre binance coin ha perso il 18,3% a $ 425.

Fonte: capital

 

Canale Youtube

Scrivi un commento