“Clienti facoltosi che considerano Bitcoin come copertura contro l’inflazione” – Goldman Sachs

Goldman Sachs, banca d’investimento leader a livello mondiale, ha rivelato che sta cercando di offrire ai suoi clienti l’opportunità di investire in Bitcoin e altre criptovalute.

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

In una recente intervista alla CNBC , Mary Catherine Rich, recentemente nominata responsabile globale delle risorse digitali per la divisione di gestione patrimoniale privata di Goldman Sachs, ha rivelato che la banca di investimento multinazionale prevede di offrire investimenti in BTC e altre criptovalute ai suoi clienti con un patrimonio netto elevato nel secondo trimestre di quest’anno.

Rich ha inoltre osservato, parlando con CNBC, che questa mossa è stata fortemente influenzata dalla domanda dei clienti. ” C’è un contingente di clienti che guarda a questo come una copertura contro l’inflazione”, ha detto.

Non sorprende, tuttavia, vedere come gli eventi economici degli ultimi anni hanno scoperto le carenze delle valute legali regolate dalle autorità centrali.

Goldman Sachs non è stato il più grande fan di Bitcoin

D’altra parte, ciò che ha davvero sorpreso la comunità finanziaria è stata l’inversione a U di Goldman Sachs nella sua posizione su Bitcoin dopo il 2020 e altre criptovalute, e il suo crescente interesse per gli asset virtuali.

Goldman Sachs è una banca d’investimento leader a livello mondiale con sede a New York con 2,1 trilioni di dollari di asset in gestione come riportato nel 2020.

Il colosso di Wall Street aveva, nel 2020, pubblicato un rapporto in cui affermava esplicitamente di non riconoscere le criptovalute come un tipo di asset.

Perdite di diapositive nel rapporto intitolato “US Economic Outlook & Implications of Current Policies for Inflation, Gold and Bitcoin” affermavano che le criptovalute non mostrano prove di copertura contro l’inflazione tra le altre prospettive, osservando inoltre che le criptovalute sono un “condotto per l’illegalità attività”.

Goldman Sachs da allora è cresciuta nella sua visione di Bitcoin e criptovalute in generale. La banca ha ricominciato il suo trading desk di criptovaluta all’inizio dello scorso anno in mezzo al crescente interesse istituzionale per Bitcoin.

A metà del 2021, ha collaborato con la società di investimento in criptovalute Galaxy Digital per iniziare a scambiare futures sui bitcoin.

E proprio quest’anno, l’analista di Goldman Sachs Zach Pandl ha ipotizzato che nel 2022 Bitcoin competerà con l’oro come riserva di valore.

Accoglie con favore la crescita che la banca d’investimento ha realizzato per quanto riguarda la sua prospettiva su Bitcoin e altre criptovalute; e senza dubbio, questo influenzerà enormemente le prospettive di altri giganti finanziari quando si tratta di risorse digitali.

Fonte: coingape

 

Canale Youtube

Scrivi un commento