Home Le Commodities: il petrolio, i metalli o i prodotti agricoli

Le Commodities: il petrolio, i metalli o i prodotti agricoli

Le Commodities: definizione

Le Commodities
Le Commodities

Con il termine commodity è un termine inglese che indica un bene fungibile, cioè lo stesso indipendentemente da chi lo produce, come per esempio il petrolio, i metalli o i prodotti agricoli.

Proprio grazie a quest’elevata standardizzazione che caratterizza una commodity ne consente l’agevole negoziazione sui mercati internazionali per cui le commodities possono costituire un’attività sottostante per vari tipi di strumenti derivati, in particolare per i futures e per le opzioni.

Infatti, quando sentiamo parlare di prezzo del petrolio e dell’oro che si muovono non stiamo parlando del prezzo “a pronti” ossia del prezzo prontamente disponibile sul mercato, ma del prezzo del futures su quel determinato prodotto.

In questa sezione vi vogliamo illustrare i più importanti prodotti disponibili.

Commodity è un termine utilizzato per indicare un bene fungibile, utilizzato nel gergo commerciale ed economico, con il significato di bene indifferenziato; un prodotto che è lo stesso indipendentemente da chi lo produce.

Deriva dal francese commoditè, e denota un bene facilmente ottenibile, pratico; una commodities per essere tale deve mantenersi nel tempo senza perdere le caratteristiche originarie. Uno dei fattori che rende questi prodotti facilmente negoziabili sui mercati internazionali, è l’assenza di differenza tra le commodities.

Fanno parte delle commodities, i prodotti agricoli o quelli base non lavorati come l’oro, il sale, lo zucchero, il caffè, il cui prezzo viene determinato dal mercato stesso. Vengono chiamati bulk chemical, quei prodotti chimici appartenenti alla classe delle commodity.

Tra le commodities principali ritroviamo: Energia; Cereali; Metalli; Carni; Prodotti Coloniali e Tropicali; Fibre e Legname da costruzione.

Gli scambi tra le commodities vengono operati fisicamente nel mercato spot o cash, mentre coloro che sono intenzionati alle operazioni speculative, agiscono nel mercato dei futures.

Si parla di commodification quando viene meno la differenziazione tra beni o servizi di uno specifico mercato; solitamente questo accade quando si espande la conoscenza per offrire quel bene o servizio.

Le commodity possono essere negoziate per lo più attraverso i contratti futures, e nei seguenti mercati:

  • New York Mercantile Exchange (NYMEX): negozia alluminio, carbone, rame, petrolio greggio, energia elettrica, benzina, oro, nafta, gas naturale, palladio, argento, propano, platino;
  • Chicago Board of Trade (CBOT);
  • Intercontinental Exchange (ICE);
  • Chicago Mercantile Exchange (CME);
  • London Metal Exchange (LME);
  • New York Board of Trade (NYBOT): negozia cacao, caffè, cotone, alcol etilico (etanolo), pasta di cellulosa, zucchero, succo d’arancia concentrato;
  • Euronext.liffe: per le negoziazioni di futures e opzioni dell’Euronext, borsa valori, nata nel 2000 a seguito della fusione delle borse di Amsterdam, Parigi e Bruxelles.

Per poter usufruire di indicatori atti a registrare l’andamento delle materie prime sottostanti, o di un loro sottoinsieme tematico, come ad esempio metalli o energetici, vengono adoperati indici di prezzo sulle commodity.

Vediamo alcuni dei principali indici:

  • SP Goldman Sachs Commodity Index;
  • Dow Jones-UBS Commodity Index;
  • Reuters/Jefferies CRB Index;
  • RICI Jim Rogers Index;
  • Commin Commodity Index.

Qui di seguito le maggiori compagnie di commodity trading:

  • Vitol;
  • Glencore;
  • Trafigura;
  • Cargill;
  • Salam investiment;
  • Archer daniels midland;
  • Gunvor (company);
  • Mercuria energy group;
  • Noble group;
  • Louis dreyfus group;
  • Bunge limited;
  • Wilmar international;
  • Olam international.

Una commodity rappresenta quindi ogni tipo di merce o materia tangibile e fruibile sul mercato, e il prezzo di queste come accennato sopra è risultante dalla domanda e offerta; sono le borse di competenza a prendersi carico dello scambio standardizzato, e sono sempre queste ad indicare accuratamente la qualità della materia e le unità di misura per la quotazione.

  • Commodity futures: Sono quei contratti a termine in cui le controparti entro una data e un prezzo prefissato alla stipula del contratto, si obbligano a scambiare un determinato quantitativo di commodity.Il prezzo futures non riguarda solamente le aspettative sull’andamento dei prezzi di mercato, in quanto prende in considerazione anche le cosiddette carrying charges, ossia le commissioni per spese di gestione, di immagazzinaggio, assicurative e altre ancora. Vengono negoziati futures sugli indici di prezzo sulle c., che garantiscono un’indicazione dell’andamento del mercato delle materie prime sottostanti.
  • Commodity options: Questi contratti vengono stipulati tra due parti, da una parte abbiamo il produttore e dall’altra il consumatore; vengono acquisiti i diritti di vendita/ acquisto sulle C. ad un prezzo prestabilito, chiamato prezzo di esercizio. Questa tipologia di commodity fornisce una copertura contro oscillazioni svantaggiose di prezzo.
  • Commodity swap: il contratto tra le due parti ha il principale scopo di ripararsi da possibili oscillazioni di prezzo, operando attraverso scambi di flussi di cassa in più momenti, in un dato arco temporale.
  • Commodity money: Facciamo riferimento in questo caso alla Moneta Merce, ossia quei beni utilizzati come mezzo di pagamento, al fine di regolare gli scambi. Storicamente questi sono stati adoperati allo scopo bestiame, sale, rame, argento e oro, ma anche conchiglie, noci di cocco e alcol.

Migliori broker Forex Trading e Trading CFD

Piattaforme di Trading online Testate dal Nostro Staff!

Brokers Caratteristiche* Conto Demo*
broker Markets.com BROKER DEL MESE
Licenza: CySEC
“100% Affidabilità”
Conto Demo di 10.000€!
Apri conto Demo!
broker 24option Licenza: CySEC
100% Sicuro
Conto Demo di 10.000€!
Apri conto Demo!
broker alvexo Licenza: CySEC
100% Regolamentato
Conto Demo di 50.000€!
Apri conto Demo!
Bdswiss forex trading Licenza: CySEC 
Conto Demo di 10.000€!

Conto Vip Esclusivo!
Apri un conto VIP!
Licenza: CySEC
Fai trading con soli 10€!

Trade minimo: 1€
Apri conto Demo!
broker etoro Licenza: CySEC-FCA 
Social Trading

Conto Demo di 10.000€!
Apri conto Demo!
Licenza: CySEC
Broker affidabile

Deposito minimo: 100€
Apri conto Demo!

 

*Avviso di rischio: Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading.
Rischia solo il capitale che sei disposto a perdere. Questo messaggio non costituisce un consiglio di investimento.
N.B.: Tutti i Broker elencati sono certificati e autorizzati dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).

I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita rapida del proprio denaro a causa della presenza della leva. Circa il 74-89% dei conti degli investitori al dettaglio perdono il proprio denaro quando fanno trading con i CFD. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di assumerti l’alto rischio di perdita del tuo denaro“.