Azioni Mediaset

Comprare azioni Mediaset (Mfe A): Andamento titolo e consigli [2024]

Mediaset accompagna milioni di italiani, ogni giorno, nel mondo della televisione. Questa società è controllata da MFE – MediaForEurope, che è membro del gruppo Fininvest. Fondata da Silvio Berlusconi, il 15 Dicembre 1993, quest’azienda è leader della diffusione di:

  • TV, sia in chiaro che a pagamento;
  • Cinema, sia in chiaro che a pagamento;
  • Pubblicità.

Oltre a intrattenere le persone, questa società permette di investire nelle sue azioni. Cercando su internet il titolo Mediaset, troverete il nome “MFE A Ord Shs” (Codice ISIN NL0015001OI, MFA). Questo perché non è possibile investire direttamente su Mediaset, ma sulla società olandese che la controlla (la  MFE – MediaForEurope, nominata poco fa).

Caratteristiche del Titolo Mediaset (Mfe A):

Codice alfanumerico: MFEA
Codice Isin: NL0015001OI1
Mercato: 🇮🇹 MTA (Azioni italiane)
Lotto minimo: 1,00
Autorizzato da: 🇮🇹 CONSOB, 🇪🇺 CySEC, 🇪🇺 FCA, 
Regolato da: 🇪🇺 ESMA
Capitalizzazione: 1,46 Mrd EUR
Intervallo annuale: 1,64 € – 2,84 €
Volume Medio: 
841.674,00
Migliori piattaforme: 🥇eToro, 🥈XTB, 🥉Fineco bank

Maggiori informazioni e Dati Completi.


Il 77% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se tu puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. Il 77% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se tu puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. Gli investimenti in criptovalute sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni paesi dell'UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sui profitti.
Il 77% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se tu puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.
Gli investimenti in criptovalute sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sui profitti.
 

Ma chi si cela dietro Mediaset?

Le figure rappresentative sono quelle del gruppo Fininvest. Il Consiglio di Amministrazione è il seguente:

  • Marina Berlusconi: Presidente;
  • Danilo Pellegrino: Amministratore Delegato;
  • Barbara Berlusconi: Consigliere;
  • Eleonora Berlusconi: Consigliere;
  • Luigi Berlusconi: Consigliere;
  • Pier Silvio Berlusconi: Consigliere;
  • Michele Carpinelli: Consigliere;
  • Adriano Galliani: Consigliere;
  • Ernesto Mauri: Consigliere;
  • Salvatore Sciascia: Consigliere.

Potete consultare tutti i profili al seguente link (www.fininvest.it/it/holding/consiglio_di_amministrazione).

Fatte le dovute premesse, è arrivato il momento di entrare nel vivo dell’articolo. Se vi state chiedendo se conviene investire o meno su Mediaset, siete nel posto giusto.

Conviene davvero investire in azioni Mediaset?

Andamento del 2023 e all’inizio del 2024

Gli ultimi risultati finanziari di Mediaset riguardano il Q1, Q2 e Q3 del 2023. Nel dettaglio:

  • Ricavi netti di 1.862 miliardi di euro, leggermente in calo rispetto ai 1.900 miliardi dell’anno 2022;
  • EBIT di 98.3 milioni di euro;
  • Generazione di cassa di 285 milioni di euro;
  • Utile netto di 71 milioni di euro, meno rispetto ai 78.5 milioni del 2022;
  • Costi operativi complessivi consolidati di 1.763 milioni di euro, minori rispetto ai 1.802.5 milioni di euro del 2022.

La società, nonostante qualche cifra ridotta rispetto all’anno precedente, si dimostra ottimista e ritiene i risultati positivi. Per quanto riguarda il 2024 invece, si possono prendere in considerazione i seguenti dati:

  • Una singola azione Mediaset costa circa 2.25 euro;
  • L’intervallo annuale è di 1.64-2.84 euro;
  • Il lotto minimo è di 1.00;
  • La capitalizzazione di mercato è di 1.46 miliardi di euro;
  • Non è stata ancora annunciata la data ex del dividendo 2024, ma Mediaset li distribuisce annualmente e hanno una rendita dell’11.05%. Il prezzo previsto del dividendo è di 0.05 euro;
  • Il rapporto P/E è di 4.99.

Numeri alla mano, queste azioni risultano essere alla portata di chiunque.

Dove comprare le azioni Mediaset?

Le azioni Mediaset possono essere acquistate attraverso tre modalità differenti:

  • Tramite un istituto bancario: vengono proposti dei servizi discreti a prezzi troppo alti, se confrontati con la concorrenza. L’unica banca che si è portata avanti, nel mondo del trading online, è Fineco Bank. Potete trovare numerosi articoli, su questa società, su Tradingmania.it;
  • Tramite un broker: al giorno d’oggi ci sono svariati intermediari. I migliori, che propongono delle offerte eccezionali in rapporto qualità/prezzo, sono eToro e XTB. Approfondiremo meglio questo punto successivamente;
  • Tramite il DMA (Direct Market Access): con delle piattaforme apposite, chiamate MetaTrader 4 e 5, è possibile entrare direttamente nel mercato delle principali Borse. In questo modo si evitano i costi di intermediazione. Il problema di questa soluzione è che vengono richiesti importi troppo alti per iniziare a investire. Inoltre, i sistemi MT4 ed MT5 potrebbero risultare complicati per i principianti.

Quali sono tutte le modalità d’investimento su Mediaset?

Si può investire in Mediaset attraverso diverse scelte:

Azioni reali

Quando si acquistano una o più azioni reali si entra in possesso di una porzione (più o meno ridotta) del capitale societario. Gli azionisti hanno diritto ai dividendi, se previsti dalla società. Questi utili incentivano gli investitori a operare con determinati titoli.

Contract for Difference (CFD)

I CFD sono dei prodotti derivati, coi quali è possibile investire sull’andamento del valore reale di azioni, indici, materie prime e criptovalute. Rispetto a quando si acquisisce un’azione reale, coi CFD non si entra in possesso di niente di reale. Questo particolare strumento presenta una caratteristica unica: la leva finanziaria, un moltiplicatore applicato in automatico (dai broker stessi) all’importo dell’investimento. Può arrivare sino a 1:5 e permette di ricavare ma anche di perdere di più. Per questo motivo, gli investitori sono divisi sull’efficacia dei CFD.

Exchange Traded Fund (ETF)

Un ETF è un fondo d’investimento molto particolare. Al suo interno si possono trovare una serie di titoli, tutti con delle caratteristiche in comune. Questo fondo ha l’obiettivo di replicare fedelmente l’andamento di un insieme di azioni, ma anche indici e materie prime. Ciascun titolo, all’interno dell’ETF, ha un peso specifico. Mediaset è presente in 49 ETF. Vi elenco i primi 10 partendo da quello col peso più alto, mentre per consultarli tutti potete accedere a questo link (www.tipranks.com).

  • Global X Superdividend ETF, con un peso dell’1.01%;
  • Global X Superdividend UCITS ETF, con un peso dello 0.99%;
  • Global X Superdividend UCITS ETF USD, con un peso dello 0.99%;
  • First Trust Developed Markets ex-US, con un peso del 0.34%;
  • Avantis International Small Cap Value ETF, con un peso del 0.09%;
  • SPDR S&P International Small Cap ETF, con un peso del 0.08%;
  • iShs MSCI EMU Accum.Ptg.Shs EUR, con un peso del 0.08%;
  • UBS ETF EMU SmC Shs -A- Distribution, con un peso del 0.07%;
  • Schwab Fundamental International Small, con un peso del 0.06%;
  • Avantis International Small Cap Equity ETF, con un peso del 0.04%.

Quali sono i migliori broker per investire su Mediaset?

I due migliori broker per investire in Mediaset sono:

eToro: Questo broker offre una qualità senza precedenti, a costi estremamente ridotti. eToro ha rivoluzionato completamente il modo di fare trading online. È stato il primo intermediario ha introdurre la dinamica social negli investimenti, tramite la pubblicazione di contenuti con commenti e/o foto riguardanti le operazioni finanziarie. Ha permesso anche agli utenti, tramite il copy trading, di poter copiare gli investimenti dei migliori trader di eToro.

XTB: XTB è un broker utilizzato da milioni di clienti, in tutto il mondo. Inizialmente nato per lo scambio di coppie di valute, ha esteso sempre più la sua offerta per accontentare tutti. Oggi questo intermediario permette di investire in numerosi strumenti finanziari. Il suo punto di forza è la formazione, gratuita e completa, con video-lezioni di durata e difficoltà differenti. L’informazione, nel mondo del trading online è fondamentale.

Entrambe mettono a disposizione un conto demo del tutto gratuito, con un capitale di partenza di 100.000,00 EUR/USD. In questo modo è possibile esercitarsi sul trading online, senza correre alcun rischio. Nei prossimi due paragrafi vi mostrerò degli esempi pratici, investendo sulle azioni reali e sui CFD Mediaset. Le guide saranno realizzate per essere il più semplici possibili, per mostrare quanto è facile investire al giorno d’oggi. Potete trovare tutorial più dettagliati, per entrambe le piattaforme, su altri articoli presenti in Tradingmania.it.

In che modo si può investire in azioni Mediaset senza rischi?

Il rischio fa parte di ogni tipo d’investimento, a prescindere dal tema. Non si può evitare ma si può ridurre, seguendo questi punti:

  • Tipo di prodotto su cui si investe: ogni strumento finanziario ha le sue caratteristiche. Tutti però hanno in comune la volatilità, ovvero l’oscillazione del prezzo. Generalmente più questa è alta e instabile, maggiori saranno i rischi e anche i potenziali ricavi/perdite. Per fare un esempio pratico, la volatilità annuale di Mediaset è molto stabile (1.64-2.84 euro);
  • Tipo di broker: ci sono tantissimi broker con cui investire, ma non tutti mettono il cliente nelle condizioni migliori per operare. I due descritti precedentemente, ovvero eToro e XTB, sono i migliori in circolazione. Ovviamente un intermediario non può ridurre il rischio nel vero senso del termine, ma può permettere di far spendere di meno (e di conseguenza sentire di meno un’eventuale perdita);
  • Informazione: articoli come questo, ma anche la formazione messa a disposizione da broker come eToro e XTB permettono al cliente di avere tutti i mezzi per essere prudente. Il trading online presenta numerosi aspetti e conoscerli tutti può aiutare a capire quando è il caso di investire e quando invece no.

Quali sono le previsioni degli esperti riguardo il 2024 di Mediaset?

L’opinione di spicco, per il titolo Mediaset, la dà Teleborsa. L’agenzia di stampa indipendente, che parla di finanza, si espone sulle azioni definendo il loro andamento “positivo”. I volumi, se paragonati a quelli dello scorso mese, sono diminuiti. Il titolo non è ambito ma è molto stabile, dunque adatto per gli investitori che non vogliono correre rischi.

Analisi bilancio Mediaset

  2022 2021 2020 2019 2018
Ricavi 2801 2914 2637 2926 3402
EPS 0 0.80 0.60 0.85 0
Indice di indebitamento 869 1064 1348 736
Price/book ratio 0.53 0.89 1.22
Margine operativo 391 513 381 458 182
Ritorno sull’equity (ROE) 14.1% 5.41% 7.79% 4.5%
Ritorno sugli asset (ROA) 6.45% 2.38% 3.46% 1.76%
P/E ratio 7.78 17.4 15.6

Concorrenza Mediaset

La concorrenza principale di Mediaset arriva dalla RAI e da Sky. Per fare un confronto fra società, anche se dovrebbero essere analizzati una moltitudine di fattori, si possono prendere in considerazione gli ultimi ricavi e il prezzo per azioni. Nel dettaglio:

  • Mediaset, come riportato nell’articolo, ha registrato dei ricavi nei 9 mesi del 2023 di 1.862 milioni di euro. Il prezzo per azione è di circa 2.25 euro;
  • Rai, sempre nei primi 9 mesi del 2023, ha riportato dei ricavi di 204.1 milioni di euro. Il prezzo per azione è di circa 4,75 euro;
  • Sky, nell’anno 2023, ha ricavato 754.1 milioni di dollari neozelandesi (NZD). Il prezzo per azione è di circa 2.80 NZD.

In conclusione, considerato che Sky si affaccia anche sul territorio internazionale, si può dire che in Italia domina Mediaset. Questo punto a favore può essere molto importante per un ipotetico investimento.

Quanto investire in azioni Mediaset?

Questo titolo attualmente è a un prezzo stracciato. Inoltre, ha una volatilità molto stabile. Tenendo conto del fatto che queste azioni possono destare maggior interesse a chi vuole fare investimenti con rischi bassissimi, possono occupare un buon 15% del portafoglio.

Opinioni finali

Siamo arrivati alla conclusione dell’articolo, dunque anche al momento di tirare le somme. Dopo aver risposto a tutte le domande poste all’inizio della lettura, ti starai chiedendo se conviene o meno investire nelle azioni Mediaset. La risposta è sì, ma solo se siete investitori che si accontentano di ricavi modesti. Sperando che abbia gradito la lettura dell’articolo, noi di Tradingmania.it mettiamo a disposizioni letture su tantissimi altri titoli azionari. Restate sintonizzati!

FAQ: Domande frequenti

Conviene investire in azioni Mediaset?

Sì, conviene investirci, ma solo se siete investitori che si accontentano di ricavi modesti.

Come comprare le azioni Mediaset?

Le azioni Mediaset possono essere comprate attraverso un istituto bancario, un broker o tramite il DMA (Direct Market Access).

Si può investire in Mediaset solo tramite azioni?

No, si può investire su Mediaset anche tramite i Contract for Difference (CFD) e gli Exchange Traded Fund (ETF).

Sono previsti i dividendi per gli azionisti Mediaset?

Sì, sono previsti i dividendi. Mediaset li distribuisce annualmente. Nel 2024 non c’è ancora una data ex pubblicata ma è previsto un pagamento di 0.05 euro.

Perché se cerco le azioni Mediaset mi compare la dicitura “MFE A Ord Shs”?

Cercando su internet il titolo Mediaset, troverete il nome “MFE A Ord Shs”. Questo perché non è possibile investire direttamente su Mediaset ma sulla società olandese che la controlla, ovvero MFE – MediaForEurope (del gruppo Fininvest).

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer

Scrivi un commento