Comprare azioni Tesla: Conviene investire sul titolo Tesla nel 2024?

Investire in azioni Tesla (TSLA) richiede un’analisi di vari elementi. I veicoli elettrici sono sempre più presenti nel mercato delle auto, grazie alla loro sostenibilità ambientale. Questa situazione ha portato Tesla, negli ultimi anni, a dover fronteggiare una folta concorrenza di diverse case automobilistiche, più o meno famose, che vogliono produrre auto sempre più simili a quelle dell’azienda di proprietà di Elon Musk. Proprio quest’ultimo è spesso al centro della scena internazionale, non solo per le automobili.

Potete capire bene dunque, da queste premesse, che comprare un’azione Tesla al giorno d’oggi significa entrare a far parte di una realtà molto più grande di quello che può sembrare a primo impatto. Le azioni negli anni hanno avuto una volatilità molto alta (per volatilità si intende la misura dello scostamento dei prezzi delle attività finanziarie, dal proprio valore medio, in un certo intervallo di tempo) e hanno sicuramente portato un maggior ricavo a chi le ha comprate all’inizio.

Principali caratteristiche delle azioni Tesla:

Codice alfanumerico: TSLA
Codice Isin: US88160R1014
Mercato: NASDAQ 🇺🇸
Lotto minimo: 1,00
Autorizzato da: 🇮🇹 CONSOB, 🇪🇺 CySEC, 🇪🇺 FCA, 
Regolato da: 🇪🇺 ESMA
Capitalizzazione: 737,68 Mrd USD
Intervallo annuale: 137,90 € – 267,20 €
Volume Medio:  40.508,00
Migliori piattaforme: 🥇eToro, 🥈XTB, 🥉Fineco bank

Maggiori informazioni e Dati Completi.


Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se tu puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. Gli investimenti in criptovalute sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni paesi dell'UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sui profitti.
Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se tu puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.
Gli investimenti in criptovalute sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sui profitti.

Informazioni su Tesla Motors Inc.

I fondatori di Tesla sono Elon Musk, Martin Eberhard, Marc Tarpenning, Ian Wright e J.B. Straubel.

Il CDA della società Tesla è suddiviso nel seguente modo: il CEO è Elon Musk. Fa parte del consiglio di amministrazione anche Kimbal Musk, suo fratello. Quest’ultimo negli ultimi anni è stato percepito con sfiducia da parte di alcuni investitori, per via dell’inesperienza nel settore. Gli altri direttori a far parte del CDA sono Ira Ehrenpreis (dal lontano 2007), Robyn Denholm (che si è unita nel 2014), James Murdoch(che ne fa parte dal 2017), Kathleen Wilson-Thompson (entrata nel 2018), Joe Gebbia e JB Straubel(unitisi nel 2022, quest’ultimo è stato uno dei cofondatori per poi andarsene).

Conviene davvero investire in azioni Tesla nel 2024?

Investire sulla casa automobilistica Tesla è sicuramente il futuro, il green e le auto ad energia elettrica sono il futuro, ecco perché ad oggi fare trading azioni Tesla è una scelta che potrebbe portare ottimi risultati.

Sono moltissime le persone che hanno deciso di entrare a far parte del mondo del trading azionario e iniziare ad investire in azioni Tesla attraverso il trading online, di certo ad oggi il mercato delle vetture elettriche ha preso molto piede e ci sono svariati incentivi e soluzioni, ma nulla è paragonabile a Tesla.

Il 2023 per il titolo Tesla è stato un ottimo anno.

Le azioni Tesla sono state ben posizionate, con il rally del titolo al 66% (per rally si intende un deciso aumento dei prezzi delle azioni, non del tutto attese). Elon Musk ha messo in pratica un piano ben preciso: diminuzione dei prezzi per aumentare la domanda, una capacità produttiva sempre più elevata e una varietà sostanziosa nel settore dell’energia rinnovabile. Tesla quindi non si è concentrata esclusivamente sull’energia rinnovabile ai fini delle sue automobili, ma ha allargato gli orizzonti.

Il mercato di Tesla nel 2024 si accinge a essere promettente, con l’introduzione dei camion elettrici chiamati Semi. Tesla prevede almeno 40.000 consegne nell’arco del nuovo anno, puntando così a dei ricavi economici decisamente alti. Per rimediare ai tassi d’interesse elevati (con i veicoli venduti così attraverso dei finanziamenti) Tesla ha optato per una serie di tagli ai prezzi: gli ordini da parte dei clienti non sono calati nel 2023 e si può ipotizzare che sarà lo stesso anche nel 2024.

Azioni Tesla: Analisi e Grafico Quotazione in tempo reale

Dove comprare le azioni Tesla?

Le azioni Tesla, fra le più acquistate dagli investitori nel campo del trading, possono essere comprate attraverso varie scelte, che analizzeremo nel dettaglio:

  1. Attraverso un istituto bancario;
  2. Attraverso un broker finanziario;
  3. Attraverso il trading online (Comprando azioni reali, investendo tramite CFD sul titolo, investendo in ETF).

Pur non essendo azioni quotate nel mercato italiano, si può investire nei titoli Tesla direttamente attraverso un istituto bancario che permette di investire sui mercato globali. I problemi maggiori riguardano principalmente i prezzi elevati, poiché oltre a investimenti attraverso importi molto alti, si arrivano a pagare cifre anche di circa 10€ di commissione per la compravendita di azioni. Il tutto può pesare soprattutto per chi è agli inizi nel ramo degli investimenti, piuttosto che per chi è abituato a investire grandi quantità di denaro.

Come investire in azioni Tesla?

Come investire su Tesla

Si può decidere di investire in azioni Tesla sia operando online, con azioni reali, o attraverso i CFD. Operare con i CFD comporta prezzi di negoziazione sia al ribasso che al rialzo, più flessibilità e varie piattaforme per poter tenere d’occhio i propri investimenti.

I CFD sono contratti per differenza, ovvero degli strumenti finanziari i cui prezzi nascono grazie ai valori di altre tipologie di strumenti finanziari. I broker o le piattaforme per investire nel trading online che propongono di operare sul valore delle azioni Tesla attraverso i CFD riescono a focalizzarsi sull’andamento del titolo, accompagnato dallo spread (la differenza fra il prezzo effettivo di mercato e quello che utilizza il broker).

I vantaggi di questo sistema risiedono innanzitutto nell’applicazione della leva finanziaria (l’indicatore che misura la situazione di indebitamento di un’azienda). Si può così moltiplicare l’importo investito sul titolo sino a 5 volte, al rialzo o al ribasso. In secondo luogo, ma non per importanza, si può utilizzare la vendita allo scoperto (vendere un titolo di cui non si è in possesso prendendolo in prestito da qualcuno che già lo ha). In questo caso si può utilizzare come strategia l’attesa di eventuali ribassi di Tesla.

I CFD sono contratti per differenza, ovvero degli strumenti finanziari i cui prezzi nascono grazie ai valori di altre tipologie di strumenti finanziari. I broker che propongono le azioni Tesla attraverso i CFD riescono a imitare perfettamente l’andamento del titolo, accompagnato dallo spread (la differenza fra il prezzo effettivo di mercato e quello che utilizza il broker).

Il primo metodo porta a investimenti sul lungo termine, mentre il secondo a un trading più speculativo (una strategia di analisi tecnica che utilizza le prestazioni passate di un asset per effettuare una previsione riguardo i movimenti futuri del prezzo di tale asset).

Esempio operazione Trading CFD sul titolo Tesla

Passiamo ad un esempio pratico di investimento sul titolo Tesla attraverso il trading CFD sulla piattaforma di trading e investimenti online eToro.

  1. in primis è fondamentale Aprire un conto demo gratuito sulla piattaforma eToro;
  2. Una volta avvenuta la registrazione sulla piattaforma, possiamo passare al Portafoglio virtuale, cliccando sullo specifico link posizionato in fondo al menu di sinistra “Passa a Virtuale”; Una volta approdati sul nostro Portafoglio Virtuale con a disposizione 100.000$ virtuali, possiamo cercare il titolo Tesla avvalendosi del campo di ricerca posto in alto;
  3. Digitare “Tesla” sulla barra di ricerca e cliccare sulla stringa “TSLA”
    Ricerca titolo Tesla su eToro

    Ricerca titolo Tesla su eToro

     

     

  4. Una volta cliccato sulla stringa del titolo Tesla (TSLA) si approda sulla pagina inerente il titolo TESLA, ricchissima di informazioni e dati della società (Panoramica, Grafico, Analisi, Notizie e Statistiche), la pagina offre anche la possibilità di sfruttare la bacheca “social trading” con i post dei trader della community di eToro dedicati alle azioni del titolo TESLA:
    Pagina eToro azioni Tesla

    Pagina eToro azioni Tesla

  5. Una volta ottenute tutte le informazioni sul titolo tesla andiamo ad aprire la nostra operazione di trading sul valore del titolo attraverso i CFD, clicca sul pulsante posto in alto a destra “INVESTI”;
  6. Dopo aver cliccato su Investi, apparirà la finestra di acquisto dalla quale apriremo la nostra operazione di trading;
  7. In primis possiamo decidere se Vendere “Short” quindi andremo ad investire al ribasso con una previsione ribassista del valore del titolo, o “Acquista” quindi andremo ad investire al rialzo con una previsione rialzista del titolo TSLA, nel nostro esempio decidiamo di acquistare, selezioniamo “Acquista”, ricordo che non andremo a comprare azioni reali ma andremo ad investire sul valore del titolo al rialzo attraverso il trading CFD;
  8. Ora andiamo ad inserire l’importo che intendiamo investire, ad esempio 1000$ (ricordo che sto operando sul portafoglio virtuale, quindi l’importo è in soldi virtuali);
  9. ora passiamo ad impostare il valore di Stop Loss (lo stop loss è una funzione che chiude automaticamente l’operazione a un livello prestabilito, uno strumento di gestione del rischio che aiuta a prevenire potenziali perdite), inseriamo l’Importo ad esempio di 500$, nel caso l’operazione porti a una perdita di 500$ la stessa si chiuderà automaticamente, o inserire li Limite ad esempio, se il prezzo di una azione è di circa 250 $ posso fissare un limite a 240 $ nel caso il valore del titolo scenda a 240 $ l’operazione si chiuderà automaticamente:
  10. Una volta inserito il limite o l’importo dello Stop loss, attiviamo il Trailing Stop Loss (Un funzione di eToro molto utile, che serve ad assicurare i guadagni tenendo aperte le operazioni durante i movimenti di prezzo favorevoli o chiudendole se le tendenze si invertono);
  11. Ora passiamo ad impostare la Leva finanziaria (la leva finanziaria è un moltiplicatore dell’importo investito, uno strumento tipico del trading CFD al quale bisogna prestare molta attenzione), ad esempio se impostiamo una leva finanziaria “X5”, l’importo di 1000$ investito si moltiplica X5 (con un’Esposizione di 5.000$), avremo così maggiori possibilità di ottenere ricavi più elevati ma fate attenzione perché avremo anche maggiori possibilità di perdere il denaro investito. Per informazioni sulla leva finanziaria clicca qui.
  12. Ora passiamo ad impostare il valore del Take Profit a 1000$ (funzione che in questo caso chiude l’operazione automaticamente se si raggiunge il valore dell’importo o del limite inserito, ma questa volta di ricavo, ad esempio imposto 1000$ di Take profit cioè se l’operazione porta un profitto di 1000$ si chiuderà automaticamente, come per lo Stop loss possiamo inserire il valore sia come Importo sia come Limite);
  13. Quindi abbiamo impostato il valore della famosa Leva finanziaria a “X5”, il Take profit a 1000$ e lo Stop loss a 500$, arrivati a questo punto possiamo cliccare su “ACQUISTA” per avviare l’operazione di trading sul titolo TESLA;
  14. Riassumo i passaggi dell’operazione, abbiamo investito 1000$ (Virtuali) con leva finanziaria a “x5” quindi un esposizione di 5000$ sul titolo Tesla (TLSA) che al momento è di 235 $ circa ad azione, acquistando virtualmente 21,25 circa unità di azioni, con uno Stop loss a 500$, il Take profit a 1000$ e la leva finanziaria a X5 Come da immagine che segue:
    Finestra operazione titolo Tesla eToro

    Finestra operazione titolo Tesla eToro

  15. Una volta cliccato su acquista, abbiamo così avviato la nostra operazione sul titolo TESLA, possiamo ora visionare l’andamento dell’operazione nella sezione portfolio:
  16. Dal menu principale di sinistra clicco su Portafoglio, dove trovo la lista delle operazioni in corso;
  17. Possiamo cliccare sulla stringa dell’operazione appena avviata, si aprirà la finestra di Modifica transazione. Da qui posso visionare l’andamento dell’operazione, modificare i dati di Stop loss e Take profit:
  18. Mentre dalla lista delle operazioni del Portafoglio posso “CHIUDERE L’OPERAZIONE”, questo è un passaggio fondamentale, perché in caso di profitto della nostra operazione per ottenere i ricavi NON DEVO VENDERE, altrimenti andrò ad aprire un’altra operazione di trading CFD ma al ribasso, ma devo CHIUDERE l’operazione; (Quando si opera al ribasso “Short” si utilizza sempre il trading CFD);
  19. Basta cliccare sul tasto “CHIUDI” posto a destra della stringa dell’operazione, si aprirà la finestra “Chiudi operazione” che riporta tutti i dati dell’operazione, il prezzo di acquisto, l’importo investito, il guadagno o la perdita attuale ed il totale di ricavo o di perdita, clicco su pulsante rosso “Chiudi transazione”:
  20.  eToro permette anche di chiudere una parte dell’operazione, basta cliccare su Chjudi parte dell’operazione, ed inserire l’importo che si vuole prelevare o togliere dall’operazione, ad esempio inserisco 500$, così facendo tolgo 500$ dall’operazione che rimarrà aperta con i 500$ rimanenti che con la leva a x5 sono 2500$ di esposizione:
  21. avviare un’operazione sui titoli azionari nn è poi così complicato, il difficile è prevedere l’andamento del titolo azionario sul quale si vuole investire, per ottenere dei ricavi, ma per questo esisto le strategie di trading online e i vari strumenti di analisi tecnica come indicatori e oscillatori.

Quali sono tutte le modalità d’investimento su Tesla?

In questo paragrafo approfondiamo altre tipologie di manovre che si possono eseguire sulle azioni Tesla.

Obbligazioni

La prima tipologia d’investimento avviene attraverso le obbligazioni, ovvero un titolo che dona all’investitore che lo acquisisce il diritto a ricevere, dopo la scadenza stabilita, il rimborso della cifra versata e una cedola (l’interesse che il possessore del titolo può incassare o per tutta la vita o sino a quando manterrà quest’ultimo nel portafoglio). Tecnicismi a parte, sapevate che Tesla nel lontano 2017 ha messo a disposizione 4 tipologie di obbligazioni? Il tutto era stato fatto per la sistemazione dei conti e per coprire le cifre inerenti alla produzione della prima Model 3, immessa nel mercato nel 2019. Attualmente, ci sono 4 tipologie di obbligazioni Tesla a disposizione, fra le quali, quella più a lungo termine, in scadenza nell’Agosto del 2025 (USU8810LAA18), offre un rendimento del 3.5% e ha un rating B+/B3.

ETF (Exchange Traded Fund)

Un’altra tipologia d’investimento avviene attraverso le ETF. Un ETF (Exchange Traded Fund) è un fondo di investimento negoziato in borsa e progettato per replicare fedelmente l’andamento di un determinato indice azionario, obbligazione e materia prima. Quelle di Tesla sono principalmente ETF a leva, vale a dire strumenti finanziari utili perlopiù a investitori che ragionano nell’immediato periodo, per sfruttare un particolare momento di un indice o di un mercato. Acquistare un ETF con leva maggiore di 1 infatti porta a una previsione di rialzo del titolo in questione, poiché si punta a ottenere un aumento della leva pari ai movimenti di prezzo dell’attività sottostante.

Gli ETF a leva di Tesla sono volatili, poiché come scritto all’inizio dell’articolo le azioni Tesla sono volatili. In vari momenti del 2023 le azioni Tesla hanno mostrato oscillazioni di oltre il 10%, anche nell’arco di una giornata. Riprendendo i dati di Yahoo Finance, di fine 2023, il T-REX 2x Long Tesla Daily Target ETF ha mostrato un volume di scambi senza precedenti.

Chi ha preso posizione rispetto all’utilizzo degli ETF a leva è la Securities and Exchange Commission, che ad Agosto ha affermato che “gli ETF su singole azioni, con leva finanziaria in particolare, aumentano l’effetto dei movimenti di prezzo dei sottostanti” e quindi “gli investitori che possiedono questi fondi sperimenteranno una volatilità e un rischio maggiorati rispetto agli investitori che possiedono direttamente l’azione sottostante”.

Insomma, stabilire se portano più rischi o vantaggi sta a discrezione dell’investitore. Per concludere l’analisi su questa tipologia di investimento riporto qua i 10 tipi di ETF di Tesla a mio avviso più importanti:

  • Vanguard ESG Global All Cap UCITS ETF (USD) Distributing;
  • Vanguard ESG Global All Cap UCITS ETF (USD) Accumulating;
  • Vanguard FTSE All-World UCITS ETF Distribuiting;
  • Vanguard FTSE All-World UCITS ETF (USD) Accumulating;
  • SPDR MSCI ACWI IMI UCITS ETF;
  • L&G Gerd Kommer Multifactor Equity UCITS ETF USD Distributing;
  • L&G Gerd Kommer Multifactor Equity UCITS ETF USD Accumulating;
  • iShares MSC ACWI UCITS ETF (Acc);
  • SPDR MSCI ACWI UCITS ETF USD Hedged (Acc);
  • SPDR MSCI ACWI UCITS ETF.

Poiché sono veramente tantissimi, per i restanti vi rimando al seguente link, dove oltre agli ETF potete trovare pesi, focus d’investimenti, partecipazioni, TER, dimensioni del fondo in milioni di euro e 1A in %. (www.justetf.com/it/stock-profiles/US88160R1014#etfs)

Futures

L’ultima tipologia di investimento riguarda i Futures di Tesla. Per Futures si intende un contratto a termine simmetrico, nel quale c’è un obbligo da entrambe le parti: una parte deve vendere, l’altra invece acquistare, con un prezzo prestabilito una certa quantità di sottostante (un’attività finanziaria o bene al quale è legato uno strumento derivato come un’opzione, un warrant o covered warrant, di quest’ultimo c’è anche un nostro articolo) che alla data stabilita verrà consegnata al compratore. Selezionando la Borsa nella quale si vogliono acquistare le azioni Tesla, ad esempio NASDAQ (NDQ), Tradegate (TGD) o Xetra (XET) si può negoziare un Futures.

In particolare la borsa dovrà specificare:

  • Com’è caratterizzata l’attività sottostante;
  • L’ammontare che il venditore deve consegnare dopo la stipula del contratto;
  • Il posto della consegna;
  • Quando si può effettuare la consegna;
  • Il metodo per stabilire la quotazione dei prezzi;
  • Gli eventuali limiti alle oscillazioni giornaliere dei prezzi e alle posizioni degli operatori.

Quale modalità d’investimento elencata, fra le seguenti, risulta essere la più convincente, dipende dall’esperienza e dalle preferenze dell’investitore.

Quali sono i migliori broker per investire su Tesla?

Per investire nel mercato delle azioni, in particolare su Tesla, le piattaforme online consigliate sono eToro e XTB, di cui usufruiscono milioni di italiani giornalmente.

La scelta di eToro rappresenta sicuramente una certezza per ogni genere d’investitore. Chi è alle prime armi infatti si rivolge a questo broker per via della convenienza, la facilità di utilizzo e gli aggiornamenti costanti.

Si può usufruire dei contratti CFD, investendo sul titolo di Tesla sia in caso di rialzo che in caso di ribasso. Basta fare un click sulla voce “Compra” per attivare il CFD in rialzo o viceversa sulla voce “Short” per attivare il CFD a ribasso. Il ricavo nasce dalla differenza fra il prezzo di apertura e di chiusura della tua posizione.

La popolarità di eToro è data dalla possibilità di compiere il così detto social trading, ovvero effettuare degli investimenti insieme alla community: anche se ci si trova in parti del mondo diverse, attraverso immagini e commenti condivisi sulla bacheca social, è come se si riducessero le distanze e ci si trovasse tutti nella stessa stanza, a investire insieme!

Anche il copy trading ha la sua importanza: si possono letteralmente copiare le operazioni degli altri investitori, seguendo così di pari passo coloro che hanno ottenuto dei successi con degli investimenti mirati e precisi. Grazie al sistema brevettato di eToro gli investitori si possono trovare con facilità: basta inserirli nel portafoglio e avviare la copia delle operazioni.

C’è un duplice vantaggio per chi è alle prime armi e vuole investire: si possono avere gli stessi rendimenti degli investitori (ovviamente in base a quanto si è investito) e si può imparare, osservando in diretta le loro mosse.

Su eToro inoltre è possibile entrare in possesso delle azioni attraverso l’acquisto diretto, ovvero con la capacità di acquistare azioni Tesla, metterle nel proprio portafoglio e aspettare un eventuale aumento di valore per poi incassare i relativi ricavi.

Un altro dei broker più famosi che opera in Italia è XTB, che propone vantaggi importanti come l’xStation 5 e lxStation Academy.

La prima è una piattaforma digitale che permette di fare trading a un livello elevato, grazie a grafici costantemente aggiornati e gli expert advisor migliori a disposizione (sono programmi che consentono di investire attarverso il trading automatico, ognuno di essi realizzato secondo le preferenze dell’utente).

La seconda è un concentrato di lezioni, dagli argomenti più semplici a quelli più complessi, per insegnare nozioni sconosciute sia agli investitori alle prime armi che a quelli più esperti. Ci sono degli esami pratici per misurare il livello acquisito attraverso l’apprendimento dopo ogni lezione e il linguaggio utilizzato è semplice, chiaro e conciso.

Insomma, entrambe le piattaforme hanno una serie di vantaggi che meritano di essere elogiati. Sta a voi scegliere in base a ciò con cui potreste trovarvi meglio.

Qual è il lotto minimo o quanto costano le azioni Tesla?

Anche una singola azione di Tesla ha un prezzo relativamente alto, tuttavia è possibile fare trading con la compravendita delle azioni in più passaggi, grazie ai broker analizzati nel paragrafo precedente. Il lotto minimo per investire in Tesla è 1 (che equivale a 100.000$), ma con broker con eToro e XTB si può partire da un capitale di 200€ per operare, passo dopo passo, sulle azioni di Tesla.

Questa cifra risulta essere un ostacolo importante per chi è agli inizi, però grazie a broker come eToro si può operare attraverso un  “conto demo” o portafoglio virtuale, dove avari a disposizione gratuitamente 100.000€ virtuali grazie ai quali puoi testare la piattaforma di trading, provare le strategie di trading più efficaci e attraverso il social trading e il copy trading si possono effettuare le mosse migliori, così da non farsi cogliere impreparati quando si investono soldi reali.

Cosa sono e quanto si guadagna con i dividendi Tesla?

Per “dividendo” si intende un pagamento periodico, che la società effettua agli azionisti per il capitale conferito. Si parla di “distribuzione di dividendi” per quella parte di profitto che viene distribuita agli azionisti, mentre il “dividendo” è il capitale distribuito a ciascun azionista.

Molti investitori credono che i dividendi classifichino la convenienza di investimento in un titolo, ma non è questo il metodo migliore. Forse in passato, quando erano in pochi a potersi permettere di avere a che fare con le azioni. Al giorno d’oggi per avere una rendita grazie ai dividendi servirebbe investire almeno 100.000€.

Tesla non contribuisce con nessun dividendo verso i propri azionisti. Preferisce reinvestire i profitti per il miglioramento graduale dell’azienda.

In che modo si può investire in azioni Tesla senza rischi?

Partiamo da un concetto fondamentale: ogni investimento non è sicuro al 100%. Tesla sicuramente, nonostante i risultati eccezionali ottenuti sino ad adesso, presenta alcuni rischi. Oltre alla concorrenza sempre più agguerrita, accennata all’inizio dell’articolo, c’è anche da tener conto dei prezzi dei veicoli Tesla e della reputazione di Elon Musk, che non gode di un’opinione pubblica del tutto favorevole e che ha creato diverse polemiche per via di X (il vecchio Twitter).

Si può comunque seguire una strategia, per provare a ridurre al minimo i rischi di investimento. Una soluzione è non ancorarsi ai tassi di crescita di Tesla. L’azienda ha avuto ottimi risultati, magari ne avrà ancora, tuttavia non si può basare un investimento esclusivamente sui risultati avuti nel passato.

Un’altra opzione vincente, e questo vale per tutti i titoli, è diversificare il proprio portafoglio. Tesla può farne parte ma non dev’essere l’unico titolo su cui puntare!

Quali sono le previsioni degli esperti riguardo il 2024 di Tesla?

Secondo le previsioni di Robert R. Johnson, PhD, CFA, CAIA, professore di finanza presso l’Heider College of Business della Creighton University, per cercare di prevedere il 2024 di Tesla bisogna puntare sull’indicatore delle prestazioni delle auto elettriche. Queste per lui sono il presente ma soprattutto il futuro. Tuttavia non bisogna prendere in analisi solo le tecnologie ma anche le aziende che le producono.

Come in ogni settore, ci sono aziende di maggior successo e minor successo. Secondo Johnson, Tesla sta attirando l’attenzione della maggior parte degli investitori, anche rispetto alla concorrenza. Il professore tende però a puntare con più fiducia su altre cause automobilistiche come General Motors e Ford, a causa della gestione di Tesla, delle valutazioni stratosferiche dei veicoli e di alcuni debiti accumulati negli anni. Allo stesso tempo, come dichiarato da lui stesso, non scommetterebbe neanche contro Tesla.

In conclusione, secondo Johnson bisogna puntare su Tesla se si crede sino in fondo alla mentalità visionaria di Elon Musk e si crede nella vittoria di Tesla sugli altri competitor nel lungo periodo.

Un’altra previsione da tenere in considerazione è sicuramente quella di Kevin Luthringshausen, lead market analyst presso The Traider Hub. Secondo lui il Tesla Cybertruck (il pick-up a 4 porte, a propulsione elettrica, dotato di batteria agli ioni di litio ricaricabile) sposterà gli equilibri. La quota di mercato di Tesla e la sua redditività potrebbero aumentare, nonostante la presenza di una concorrenza sempre maggiore. Tesla rappresenta circa il 50% del mercato delle auto elettriche negli Stati Uniti e quasi il 20% delle spedizioni globali. La sua considerazione finale è che ci potrebbero essere grandi variazioni nei livelli attuali di TSLA, non si sa se in positivo o in negativo.

Analisi bilancio Tesla

 

2022

2021

2020

2019

2018

Ricavi (€ mln)

$23,35 miliardi

$53,8 miliardi

$31,57 miliardi

$24,58 miliardi

$7,2 miliardi

EPS

$1,07

$0,68

$0,08

$0,05

$0,06

Indice di indebitamento

N.D.

N.D.

N.D.

N.D.

N.D.

Price/book ratio

8,57%

35,21%

29,36%

10,14%

10,00%

Margine operativo

16,8%

12,1%

6,32%

-0,28%

N.D.

Ritorno sull’equity (ROE)

31,78%

20,38%

4,54%

-13,07%

-18,52%

Ritorno sugli asset (ROA)

17,28%

9,69%

1,59%

-2,70%

-3,42%

P/E ratio

34,03%

146,61%

1,12%

0,00%

0,00%

Concorrenza Tesla

Il mercato delle autovetture presenta da sempre una concorrenza agguerrita. Marchi come Ford, GM, Hyundai, Volkswagen tentano ogni anno di affrontare la sfida con Tesla.

Anche Stellantis, di cui abbiamo parlato in modo ampio in un altro nostro articolo, propone una serie di veicoli che possono collocarsi in questo grande “scontro fra macchine”.

Il vantaggio che ha Tesla, rispetto a tutte le altre, è che è il primo nome che viene in mente alle persone quando si parla di auto elettriche. Ciò si verifica soprattutto negli USA: basti pensare che nel primo semestre del 2023 Tesla ha venduto 325,291 veicoli, mentre al secondo posto si è piazzata Chevrolet con “sole” 34,943 vendite. Anche parlando di singole auto, Tesla Model Y e Tesla Model 3 si collocano sopra tutte le altre autovetture elettriche. In conclusione, la concorrenza c’è ma Tesla al giorno d’oggi gode di una reputazione e di una qualità troppo alta per farsi sovrastare all’improvviso.

Quanto investire in azioni Tesla

Un azione Tesla al giorno d’oggi costa circa 180 euro, con una volatilità importante del titolo che ha riportato un minimo di 137,90 euro e un massimo di 267,20 di prezzo per azione. La concorrenza c’è, come analizzato nello scorso paragrafo, e in generale i prossimi sono anni importanti per tutte le case automobilistiche: bisogna cercare di ridurre al 100% le emissioni di carbonio entro la fine del 2035. Un titolo del genere dunque al giorno d’oggi non può avere una percentuale nel proprio portafoglio giusta o sbagliata. Il consiglio che possiamo darvi noi di Tradingmania.it è: se credete sino in fondo nella società e nel suo precursore (Elon Musk) investite almeno un 20-25% sul totale del vostro portafoglio.

Opinioni finali

Sicuramente Tesla ha mostrato di poter puntare in alto. La realtà dei veicoli elettrici è sempre più in espansione, portando un numero sempre più elevato di aziende ad affacciarsi a questa tipologia di mercato. Le potenzialità ci sono tutte, anche se l’atteggiamento del proprietario di Tesla può far nascondere delle sorprese dietro l’angolo, il settore energetico può presentare in futuro un andamento di mercato imprevedibile e i tassi d’interesse possono avere un loro peso sulla domanda.

Bisogna essere ottimisti sugli investimenti per quest’azienda, approcciandosi in maniera graduale. Il 2024 può essere un anno d’oro per Tesla, grazie alla nascita del Semi e ai risultati che sta ottenendo nello stoccaggio energetico (le tecniche utilizzate per concentrare differenti forme di energia su supporti diversi, per poi essere utilizzate successivamente).

Noi di Tradingmania.it rimaniamo fiduciosi, sperando che questa stessa fiducia e chiarezza sia riuscita a trasparire con la lettura di questo articolo!

FAQ: Domande frequenti

Come comprare azioni Tesla?

Le azioni Tesla possono essere comprate attraverso varie scelte, fra cui un istituto bancario, attraverso un broker finanziare o attraverso il trading online (comprando azioni reali, investendo tramite CFD sul titolo o investendo in ETF.

Conviene investire in azioni Tesla?

Sì, conviene investire su Tesla. Il 2024 può essere un anno d’oro per Tesla, grazie alla nascita del Semi e del Cybertruck e ai risultati che sta ottenendo nello stoccaggio elettrico.

Qual è l’investimento minimo in azioni Tesla?

L’investimento minimo in azioni Tesla è di un lotto, che equivale a 100.000$. Ma attraverso le piattaforme per investire online come eToro e XTB però si può partire da un capitale di 200€ per operare sul valore delle azioni Tesla tramite il trading CFD.

Cosa si intende per volatilità molto alta?

Per volatilità molto alta si intende la misura dello scostamento dei prezzi delle attività finanziarie, dal proprio valore medio, in un certo intervallo di tempo.

Cos’è il rally del titolo?

Per rally del titolo si intende un deciso aumento dei prezzi delle azioni, non del tutto attese.

Cosa sono i CFD?

I CFD sono contratti per differenza, ovvero degli strumenti finanziari i cui prezzi nascono grazie ai valori di altre tipologie di strumenti finanziari.

A prescindere dai rischi, conviene investire in azioni Tesla?

Sì, conviene investire in azioni Tesla. Il 2024 può essere un anno d’oro per Tesla, grazie alla nascita del Semi e ai risultati che sta ottenendo nello stoccaggio energetico.

Quali sono le previsioni degli esperti sul 2024 di Tesla?

Una delle previsioni più affidabili degli esperti riguardo il 2024 di Tesla è quella di Robert R. Johnson, professore di finanza. Secondo lui bisogna puntare su Tesla se si crede sino in fondo alla mentalità visionaria di Elon Musk e si crede nella vittoria di Tesla sugli altri competitor, nel lungo periodo.

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer

Scrivi un commento