bitcoin gain

Conto alla rovescia per la chiusura dell’anno: 5 cose da guardare in Bitcoin questa settimana

Le cose potrebbero essere più calme del previsto alla fine del 2021, ma le possibilità che le candele verdi “sciolgono il viso” sono ancora lì, affermano gli analisti.

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

BitcoinBTC ) inizia una nuova settimana vicino a $ 51.000 con l’avvicinarsi della fine del 2021 e gli operatori riducono gli strumenti per le vacanze.

Dopo un Natale da $ 50.000, Bitcoin continua a fare il punto su un anno in cui è passato da $ 29.000 a $ 69.000 e di nuovo a metà strada.

Le aspettative non erano certo per una calma così inquietante per completare dicembre: un picco di esplosione, secondo la maggioranza, avrebbe già dovuto portare il mercato a $ 100.000 e oltre.

Invece, dopo essere sceso a $ 41.800, una lenta macinatura attraverso un territorio familiare è il modo in cui Bitcoin sembra finire quello che è stato un anno dopo il dimezzamento pieno di sorprese.

Con emozioni contrastanti che caratterizzano la fine del quarto trimestre, Cointelegraph dà un’occhiata a ciò che potrebbe influenzare l’azione dei prezzi di BTC per i restanti giorni del 2021.

Bitcoin su tempi più brevi: “Lo fa delicatamente”

Nonostante i timori che la scarsa liquidità possa innescare una maggiore volatilità dei prezzi spot durante le festività natalizie, finora è vero il contrario: Bitcoin è silenzioso, forse troppo.

Il fine settimana ha visto pochi movimenti di prezzo insoliti, con un breve calo al di sotto di $ 50.000 che è poi tornato al rialzo.

Al momento in cui scriviamo, $ 51.000 si stanno concentrando ancora una volta, con un’azione limitata su o giù, come mostrano i dati di  Cointelegraph Markets Pro e TradingView  . 

Per il famoso trader di Twitter Pentoshi, questo è stato un motivo sufficiente per aspettare il ritorno della più importante zona da $ 53.000 prima di agire.

“Occhi ancora sulla gamma 49,2 e 53-55k per i grafici precedenti (territori contesi)”, ha confermato domenica scorsa .

Ha notato la natura “pulita” di BTC/USD su intervalli di tempo settimanali, con la coppia appena sopra il punto medio in un intervallo di più mesi con $ 58.000 come limite superiore e $ 32.000 come limite inferiore.

Ha aggiunto nei commenti che $ 58.000 potrebbero essere il “punto più determinante” per i grafici nel 2022.

Cauto nel breve termine, nel frattempo, è stato Filbfilb, co-fondatore della piattaforma di trading Decentrader, che, nonostante abbia segnalato più segnali rialzisti il ​​giorno di Natale, ha avvertito che gli attuali livelli di BTC/USD potrebbero essere una sorta di trappola per rialzisti.

Per lui, la media mobile a 50 giorni, attualmente a $ 54.700, sarebbe un punto di innesco rialzista per il nuovo anno.

Stock-to-flow vite per combattere un altro anno

Potrebbero dover affrontare una raffica di critiche, ma i perenni modelli di prezzo Bitcoin stock-to-flow – e il loro creatore, PlanB – si rifiutano di arrendersi.

Secondo l‘account di monitoraggio S2F Multiple , BTC/USD dovrebbe idealmente essere scambiato a oltre $ 97.000 questa settimana, ma la realtà ha altre idee.

Con l’ultimo drawdown dai massimi storici, Bitcoin sta sfidando le capacità di una serie di modelli che finora non è mai stata invalidata.

Ciò ha creato contesa: lo stock-to-flow utilizza due bande di deviazione standard attorno a una traiettoria chiave per monitorare il prezzo e Bitcoin attualmente si trova tra di loro. Sebbene in realtà non sia affatto invalido, il modello ha sostenuto che la sua gamma di azioni sui prezzi accettabili è troppo ampia per essere utile.

Questi sono stati esacerbati quando PlanB sembrava dire che avrebbe abbandonato i modelli se BTC/USD non fosse stato scambiato a $ 100.000 entro la fine del 2021.

“Per essere chiari: non ho alcun dubbio che bitcoin S2FX sia corretto e #bitcoin raggiungerà $ 100K-288K prima di dicembre 2021”, ha scritto in parte dei commenti all’inizio di novembre.

Successivamente ha ritrattato tali affermazioni, sottolineando che le bande di deviazione standard detterebbero qualsiasi invalidità tecnica. Pertanto, lo stock-to-flow (S2F) e il suo spin-off stock-to-flow cross-asset (S2FX), rimangono entrambi in gioco.

“Immaginate di pensare che un modello che è rimasto all’interno di 1 banda di deviazione standard per 3 anni abbia fallito”, ha ribattuto .

“IMO siamo esattamente nello stesso punto di marzo 2019 quando ho pubblicato il modello S2F: nella fascia bassa della prima banda. DYOR. Guarda il grafico. La tua scelta.”

S2F richiede un prezzo medio di $ 100.000 per Bitcoin questo ciclo dimezzato, mentre S2FX lo aumenta a $ 288.000.

Il modello di piano di PlanB, anch’esso accurato nella storia di Bitcoinnon è riuscito a tenere traccia della chiusura mensile per la prima volta a novembre.

Attenzione alla bomba a orologeria dell’open interest

L’azione sui prezzi spot dei bitcoin potrebbe dare a tutti un mal di testa sui volumi ridotti delle festività, ma un’area chiave da tenere d’occhio sono i derivati.

Dopo lo sgombero all’inizio di questo mese, l’interesse aperto per i futures Bitcoin è tornato a crescere. Questo di per sé è irrilevante, ma se l’espansione dell’open interest si combinasse con un prezzo al contrario in calo, la scena è pronta per il dolore, avverte Filbfilb.

Ha ragionato, tuttavia, che le sfumature significano che la relazione tra prezzo e movimenti di open interest non è così semplice, ma “salverebbe” le posizioni dei trader in periodi di volatilità.

Le preoccupazioni sono diminuite, nel frattempo, a seguito dell’eliminazione dell’eccessiva leva finanziaria sui mercati dei derivati ​​nella rotta di $ 42.000.

Nonostante la leva finanziaria dal ritorno , i tassi di finanziamento sono neutri a $ 50.000, un cambiamento notevole rispetto a poche settimane fa e la fiducia sta costruendo che il rialzo dei prezzi sostenuto può ora continuare come risultato.

Nel frattempo, anche gli indicatori on-chain che governano il comportamento di acquirenti e venditori stanno mostrando segni di una potenziale inversione di tendenza.

“La cosa più importante su cui tengo gli occhi è quando la tendenza sia per i profitti che per le perdite nette realizzate scende a livelli bassi”, ha osservato domenica l’ account Twitter On-Chain College , evidenziando i dati della società di analisi on-chain Glassnode.

“Mi dice che i venditori potrebbero  essere esausti e che potenzialmente potremmo avere un movimento dei prezzi più drastico se gli acquirenti intervenissero”.

La cautela sulla liquidità si riversa sul macro

I mercati macro hanno presentato una gamma ormai standard di problemi di rischio per le vacanze, che tuttavia possono anche causare movimenti superiori alla media grazie alla ridotta liquidità.

La prognosi per i prossimi giorni era quindi “o la bobina del titolo stimolerà brutte mosse intraday sulla liquidità assottigliata dalle vacanze, o la volatilità rimarrà così piatta, che se fosse stato un ECG, i medici e gli infermieri avrebbero urlato codice blu”, Bloomberg citato Jeffrey Halley, analista di mercato senior presso il broker forex Oanda, come dicendo.

Tali titoli potrebbero ruotare attorno al COVID-19 o alla Cina, con le azioni asiatiche in calo lunedì e gli indici europei che sembrano in rialzo in apertura.

Le azioni degli Stati Uniti hanno raggiunto nuovi massimi storici nel periodo precedente la pausa natalizia, chiudendo un anno memorabile in cui l‘S&P 500 da solo ha registrato 68 nuovi record.

Il dollaro USA, tuttavia, deve ancora recuperare il suo precedente intenso trend rialzista, con l’indice valutario del dollaro USA (DXY) che ha annaffiato fino alla fine dell’anno. Ciò potrebbe fornire almeno un po’ di tregua ai trader di Bitcoin se anche le azioni ne trarranno beneficio.

DXY rimane vicino al suo massimo da giugno 2020.

Bitcoin “scioglie i volti quando le persone meno se lo aspettano”

I trader di Bitcoin stanno diventando più, non meno, timorosi mentre il 2021 svanisce.

Secondo il Crypto Fear & Greed Index , un popolare indicatore del sentiment che tiene conto di una serie di variabili per produrre un’impressione generale delle emozioni dei trader, il mercato è tutt’altro che fuori pericolo, anche sopra i $ 50.000.

A partire da lunedì, Fear & Greed si attesta a 40/100, caratterizzando la “paura”, avendo raggiunto massimi di 45/100 la scorsa settimana.

L’Indice ha mostrato che il sentiment è stato particolarmente sensibile anche alle piccole fluttuazioni dei prezzi dopo la rotta.

L’implicazione è, quindi, che il nervosismo potrebbe innescare reazioni commerciali più emotive e un evento di prezzo potrebbe provocare un effetto valanga al rialzo o al ribasso.

In circostanze normali, tuttavia, un evento di capitolazione di massa si verifica solo durante i periodi di “estrema avidità” in cui l’Indice misura 90/100 o più.

Assumendo un tono più ottimista, nel frattempo, il chief strategy officer di Blockstream Samson Mow ha affermato che la maggior parte dei partecipanti al mercato laici sono troppo cupi questo Natale.

“Bitcoin di solito scioglie le facce quando le persone meno se lo aspettano”, ha detto durante una discussione su Twitter.

Fonte: cointelegraph

Canale Youtube

Scrivi un commento