CySEC emette i primi regolamenti sulla criptovaluta

98
0
CySEC emette i primi regolamenti sulla criptovaluta

La scorsa settimana la Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC) ha emanato  suoi primi regolamenti in materia di criptovaluta.

Le nuove regole stabilite nella circolare C417 sono state create per garantire che le società di investimento cipriote (CIF) provvedano alla copertura sugli investimenti in criptovalute (i regolamenti non fanno distinzione tra loro) e che i rischi che coinvolgono le criptovalute siano gestiti correttamente.

“È un buon primo passo per il paese”,

Commenta Dimitris Papoutsis, avvocato di Elias Neocleous & Co. a Limassol.

“La circolare permette di intrapredere la giusta direzione,  di modo che i CIF possano investire in criptovaluta ed essere certi della loro conformità.”

Papoutsis sottolinea che la Circolare cita la mancanza di una precedente regolamentazione per le criptovalute.

“Quindi è naturale che CySEC dovrebbe colmare questa lacuna affinché i CIF siano in grado di calcolare i propri fondi e il coefficiente di adeguatezza patrimoniale, di conseguenza”,

aggiunge Papoutsis

I CIF devono prima ottenere l’autorizzazione dalla CySEC per il commercio di criptovalute, perché non sono specificamente regolamentate da precedenti regolamenti finanziari, sia a Cipro, sia a livello dell’UE.

Le prime tre disposizioni della Circolare specificano come i CIF dovrebbero calcolare l’adeguatezza del capitale per gli investimenti in criptovaluta e come segnalarlo: devono esserci disposizioni sufficienti per questi investimenti.

Quindi, i rischi devono essere gestiti con attenzione, sottolinea la Circolare.

I CIF, che scambiano asset crittografici e / o strumenti finanziari relativi a asset crittografici, dovrebbero rivedere le loro procedure e strategie di gestione del rischio e garantire che tutti i rischi associati a questo prodotto siano debitamente presi in considerazione.

I CIF devono disporre di strategie e processi solidi, efficaci e completi per valutare e mantenere su base continuativa gli importi, i tipi e la distribuzione del capitale interno che considerano adeguati a coprire la natura e il livello dei rischi a cui sono o potrebbero essere esposto. Queste strategie e processi sono soggetti a revisione interna regolare per garantire che rimangano completi e proporzionati alla natura, all’ampiezza e alla complessità delle attività del CIF.

Considerando la natura delle risorse crittografiche, i CIF dovrebbero anche esaminare l’adozione di misure di mitigazione contro i rischi operativi, di sicurezza informatica e di reputazione, conclude la circolare.

“Possiamo aspettarci un’ulteriore regolamentazione delle criptovalute sotto la rubrica della legislazione antiriciclaggio a tempo debito”

conclude Papoutsis.

Fonte: cyprus-mail.com


 
Prova il Trading Bitcoin di eToro
TradingMania.it
Lo staff di Tradingmania.it è composto da Analisti Finanziari e Trader professionisti, laureati in Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari II Università di Roma Tor Vergata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here