Le calls: definizione

Le opzioni calls danno il diritto al compratore di acquistare un certo sottostante (azioni, obbligazioni, futures, valute) ad un certo prezzo (lo strike price) alla data di scadenza (tipo europeo) o entro la data di esercizio (tipo americano).

Dal punto di vista grafico il payoff, ossia il guadagno, fornito da un’opzione dipende sia dal premio pagato per acquistare l’opzione sia dal livello dello strike prefissato.

Calls.001

Come si vede dal grafico qui a fianco la mia perdita sull’opzione è al massimo pari al premio pagato.

Quindi se lo strike price non viene mai raggiunto comunque la mia perdita rimane limitata perché, male che vada, non eserciterò l’opzione qualora non mi convenga.

Di contro non appena lo strike price viene raggiunto l’acquirente eserciterà l’opzione.

Un esempio pratica renderà più chiaro cosa permette di fare una call.

Esempio

Poniamo di aver programmato un viaggio negli USA per la prossima estate e di avere intenzione di sfruttare la differenza tra €uro e Dollaro per comprare un’iPhone al prezzo di $ 1.000. Se potessi andare oggi negli USA e il tasso di cambio fosse 1,30$=1€ (0,769$=1€) potrei comprare l’iPhone pagando € 769. Tuttavia io non so se al momento del viaggio il cambio sarà uguale, peggiore o migliore.

Call graph.001

A questo punto ho 3 strategie disponibili:

  1. Cambio oggi € 769 con i $ 1.000 e mi li tengo in tasca fino al viaggio.
  2. Aspetto di andare negli USA e compro al cambio del momento.
  3. Compro un’opzione sul cambio put €/ call $ con strike price 1,30 e scadenza nella data di partenza per il viaggio, pagandola 0,005€.

Dal grafico qui sopra emerge anche un altro importante livello del tasso di cambio: 0,774€=1$. A questo livello, infatti, il costo dell’opzione sarà assorbito dal guadagno sulla stessa.

A scadenza, quindi, abbiamo tre possibili scenari:

  1. Il tasso di cambio €/$ è arrivato a $ 1,20 = € 1 (0,833€=1$). In tal caso, non cambia nulla con la strategia 1 (sempre €769 ho speso), mentre, se ho scelto la seconda possibilità, dovrò sborsare € 833 per cambiarli con i $ 1.000. Con l’opzione (strategia 3), invece, ho la possibilità di continuare a comprare i dollari al prezzo di $1,3/€1, pagandoli € 769 a cui devo aggiungere solo i 5€ del costo dell’opzione!
  2. Il tasso di cambio è rimasto a $1,30=€1. Nei primi due casi spendo €769 come se l’avessi comprato prima della partenza, mentre con l’opzione spendo € 5 in più per il costo dell’opzione.
  3. Il tasso di cambio è $1,4=€1 (0,714€=1$). Ora se ho scelto la seconda opzione posso avere i $ 1.000 sborsando solo € 714. Nel caso avessi scelto la possibilità 1, invece, ci ho rimesso perché ho pagato €769 – € 714 = € 55 in più di quelli che avrei potuto pagare non facendo nulla. L’opzione, a questo livello, non verrà esercitata e potrò comprare l’iPhone pagandolo € 714 a cui devo aggiungere solo il costo dell’opzione (€ 719).

Payoff finale master.001

Come si vede dal grafico l’acquisto della call mi consente, perdendo una somma iniziale, di garantirmi un costo massimo e di non perdere l’opportunità di spendere di meno.

Migliori broker Forex, CFD e Criptomonete

Brokers Caratteristiche* Conto Demo*
broker etoro Voto RecensioneLicenza: CySEC-FCA 
Social Trading

Conto Demo di 100.000$!
Apri conto Demo!
Bdswiss forex trading Voto RecensioneLicenza: CySEC 
Conto Demo di 10.000$!

Conto Vip Esclusivo!
Apri un conto VIP!
Voto RecensioneLicenza: CySEC
Fai trading con soli 10€!

Trade minimo: 1€
Apri conto Demo!
broker 24option Voto RecensioneLicenza: CySEC
“100% Affidabilità”
Apri conto Demo!
broker Markets.com Voto RecensioneLicenza: CySEC
“100% Affidabilità”
Apri conto Demo!

 

*Avviso di rischio: Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading.
Rischia solo il capitale che sei disposto a perdere. Questo messaggio non costituisce un consiglio di investimento.
N.B.: Tutti i Broker elencati sono certificati e autorizzati dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).