El Salvador posticipa le obbligazioni Bitcoin a settembre: Report

Oltre a ritardare l’emissione di obbligazioni Bitcoin, il governo salvadoregno ha apparentemente rallentato anche il ritmo di acquisto di nuovi BTC.

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

Secondo quanto riferito, il governo di El Salvador ha deciso di posticipare l’emissione di un’obbligazione garantita da BitcoinBTC ) a causa delle condizioni di mercato sfavorevoli alimentate dalla crisi geopolitica.

Il “Volcano Bond” di El Salvador non andrà in onda a marzo come previsto in precedenza dal governo salvadoregno, ha dichiarato il ministro delle finanze Alejandro Zelaya in un’intervista a un canale televisivo locale.

Zelaya ha affermato che il ritardo era dovuto ai prezzi volatili di BTC alimentati dalla crisi Russia-Ucraina. Ha aggiunto che il governo di El Salvador ha deciso di attendere condizioni favorevoli sul mercato finanziario, aspettandosi al più tardi settembre, affermando:

“Non è il momento di emettere il prestito obbligazionario […] A maggio oa giugno le varianti di mercato sono un po’ diverse. Al più tardi a settembre. Dopo settembre, se esci sul mercato internazionale, è difficile raccogliere capitali”.

Al momento in cui scriviamo, Bitcoin è scambiato a $ 42.236, in aumento di circa il 10% negli ultimi 30 giorni, secondo i dati di CoinGecko. La criptovaluta ha perso quasi il 50% del valore da quando il governo salvadoregno ha inizialmente annunciato i piani per le sue obbligazioni Bitcoin a novembre.

Zelaya ha accennato a un potenziale ritardo dell’obbligazione Bitcoin di El Salvador la scorsa settimana, citando l’instabile situazione politica nel mondo come uno dei principali motivi del rinvio.

Come riportato in precedenza, l’obbligazione da 1 miliardo di dollari era originariamente prevista per il lancio a metà marzo. Il membro del Congresso di El Salvador William Soriano è andato su Twitter all’inizio di febbraio per dichiarare che l’obbligazione Bitcoin avrebbe dovuto entrare in vigore entro la seconda o la terza settimana di marzo.

Il presidente di El Salvador Nayib Bukele aveva originariamente annunciato i piani per l’obbligazione nel novembre 2021. Secondo quanto riferito, l’obbligazione è commercializzata con una cedola del 6,5% e un dividendo Bitcoin del 50% del guadagno del prezzo della criptovaluta dopo cinque anni. La metà del miliardo di dollari di proventi previsti dall’emissione è destinata alla costruzione della “Bitcoin City”, uno sviluppo dedicato all’estrazione di Bitcoin alimentata da energia geotermica utilizzando i vulcani vicini. I restanti 500 milioni di dollari saranno investiti direttamente in Bitcoin.

Il ritardo del lancio dell’obbligazione Bitcoin da parte di El Salvador arriva mentre il governo sembra rallentare anche il ritmo di acquisto di nuovi BTC. In precedenza , segnalando acquisti consecutivi di Bitcoin almeno ogni mese, il governo salvadoregno non ha annunciato un nuovo acquisto da gennaio 2022 .

Fonte: cointelegraph

Canale Youtube

Scrivi un commento