Ethereum, dogecoin impennata mentre le criptovalute continuano la ripresa volatile

Le criptovalute sono state sostanzialmente più alte martedì mattina mentre continuano una ripresa volatile dopo un’importante svendita nel fine settimana precedente.

BitcoinBTC-USD ) è cresciuto del 3,6%, scambiato a $ 36.878 (£ 25.915). Ancora una volta è sceso sotto i $ 40.000, anche se la scorsa settimana è riuscito a superare il limite. Rimane lontano dal massimo storico di $ 63.000.

EthereumETH-USD ), la seconda criptovaluta più popolare al mondo, è salito di oltre il 10%, scambiando a $ 2,655, mentre dogecoinDOGE-USD ) ha guadagnato l’8,6% a $ 0,33.

“Sembra che tutto sia molto sospeso in uno schema di partecipazione”, ha affermato Naeem Aslam, capo analista di mercato di Ava Trade.

Ma ha detto che:

“lo slancio verso l’alto sembra ancora privo di qualsiasi sostegno importante, e una minaccia per un ulteriore spostamento al ribasso del prezzo del bitcoin è ancora sicuramente sul tavolo”.

“Fondamentalmente, fintanto che il prezzo del bitcoin non supera i 40K e rompe un’altra resistenza che è a 50K, è improbabile che possiamo vedere l’inizio di un altro importante rally rialzista”, ha aggiunto.

Durante il fine settimana l‘app di gestione del portafoglio crittografico Blockfolio ha chiesto al CEO di Tesla Elon Musk di creare una vasca idromassaggio riscaldata da dogecoin, a cui il sostenitore della crittografia ha risposto: “ottima idea”.

Musk è un sostenitore di dogecoin da un po ‘di tempo, twittando regolarmente. Quasi ogni volta questo invia il prezzo del gettone scherzo più alto e questa volta non è stato diverso.

Il bitcoin è stato smorzato da molte cose di recente, tra cui una repressione in Cina e Iran. La scorsa settimana, il governatore della Banca del Giappone ha criticato le valute digitali per la speculazione.

“La maggior parte del trading è speculativa e la volatilità è straordinariamente alta”, aveva detto Haruhiko Kuroda.

E il regolatore del paese ha anche emesso un avvertimento allo scambio di derivati ​​crittografici Bybit per consentire ai residenti del Giappone di accedere allo scambio senza registrarsi con il regolatore del paese.

“Le criptovalute sono state le maggiori perdenti a maggio … assistendo a un crollo massiccio in quanto le autorità hanno esercitato un tono decisamente negativo nei loro confronti in più paesi”, ha osservato una nota di Deutsche Bank ( DBK.DE ).

Canale Youtube

Scrivi un commento