Facebook collabora con Coinbase per lanciare il suo portafoglio di criptovalute Novi, i regolatori statunitensi reagiscono

Facebook ha collaborato con Coinbase per lanciare il suo portafoglio di criptovalute. I regolatori vogliono cancellare il progetto, ma Facebook e Diem non si arrendono.

Facebook non si è arreso nella sua ricerca di sfruttare il potere della blockchain per espandersi nel settore finanziario. Dopo aver fallito con il suo progetto Libra, il gigante dei social media ha annunciato una partnership con Coinbase per lanciare il suo portafoglio di criptovalute, Novi.

Il lancio è ancora in fase di test. Secondo una dichiarazione ufficiale di David Marcus, capo di Novi, Facebook sta lanciando un progetto pilota di Novi a disposizione di un piccolo gruppo di persone che intendono testare la robustezza del suo servizio.

Facebook, Paxos e Coinbase: tre pesi massimi uniti per servire i crudi

Il servizio Novi è disponibile per gli Stati Uniti (ad eccezione di Alaska, Nevada, New York e Isole Vergini americane) e per il Guatemala, un piccolo paese dell’America Latina situato in America Centrale.

Novi consentirà agli utenti di inviare e ricevere Pax Dollars, una stablecoin regolamentata dagli Stati Uniti supportata da riserve di liquidità ed equivalenti di cassa. I fondi saranno detenuti da Coinbase Custody e gli utenti potranno scambiare i loro dollari Pax in valuta fiat istantaneamente.

Facebook spiega di aver deciso di lanciare la sua criptovaluta per soddisfare la popolazione non bancaria, un segmento di 1,7 miliardi di persone in tutto il mondo. Facebook ritiene che l’uso di Novi possa offrire un’alternativa efficiente, conveniente e di successo per le rimesse e le transazioni finanziarie quotidiane.

Inoltre, Facebook ha sottolineato di non aver rinunciato al loro sogno di lanciare una blockchain separata. Facebook ha anche assicurato che oltre agli aspetti tecnici, stanno lavorando per soddisfare tutti i requisiti legali per ottenere il via libera dalle autorità statunitensi e migrare tutti i loro servizi su Diem, una blockchain nativa che nasce come una sorta di evoluzione di Bilancia .

Regolatori vs Diem

La strada di Facebook lungo l’autostrada delle criptovalute è stata accidentata. Il suo karma principale finora è stata la propria reputazione. Gli scandali di Cambridge Analytica e altre massicce fughe di dati personali hanno sollevato l’allarme tra i regolatori che hanno voluto frenare qualsiasi tentativo di accoppiare una menzione di Facebook con una menzione dei servizi finanziari.

Facebook ne è consapevole e nella stessa nota ufficiale ha rassicurato che gli account Facebook e Novi sono tenuti separati e che il portafoglio è costruito con un’enfasi sulla sicurezza.

Sappiamo che la privacy è al primo posto per i clienti Novi, quindi sarà sempre al primo posto per noi. Diamo la priorità alla sicurezza e alla privacy delle informazioni delle persone crittografando le informazioni finanziarie sensibili … Se stabiliamo che una transazione non è autorizzata, forniamo un rimborso completo sul saldo Novi di una persona. Gli account Novi di People e gli account Facebook sono separati.

Ma questo non è bastato ad alcuni regolatori come l’ anti-crypto Elizabeth Warren e un comitato di altri 4 senatori che già a poche ore dall’annuncio chiedevano a Facebook di cancellare il progetto.

Secondo una lettera pubblicata sul sito del Senato degli Stati Uniti, i senatori ritengono che Facebook sia inaffidabile e che il lancio di Diem potrebbe essere rischioso per la stabilità finanziaria degli Stati Uniti:

“Sfortunatamente, la decisione di Facebook di perseguire una valuta digitale e una rete di pagamenti è solo un altro esempio dell’azienda che “si muove velocemente e rompe le cose” (e in troppi casi, ingannando il Congresso per farlo) … non ci si può fidare di Facebook per gestire un sistema di pagamento o una valuta digitale quando la sua attuale capacità di gestire i rischi e proteggere i consumatori si è rivelata del tutto insufficiente. Ti invitiamo a interrompere immediatamente il tuo progetto pilota Novi e ad impegnarti a non portare Diem sul mercato.

L’Associazione Diem ha replicato rilasciando una dichiarazione in cui ricordava che Diem è un’entità separata da Facebook, che l’iniziativa di Facebook non era correlata a Diem e che un’autorità di regolamentazione senior ha affermato che “Diem è il progetto di stablecoin meglio progettato che il governo degli Stati Uniti avesse visto. “

Fonte: cryptopotato

Canale Youtube

Scrivi un commento