News Criptomonete
| On 2 mesi fa

Glassnode: Bitcoin torna in modalità di accumulo ma grande passo avanti

di TradingMania.it
Condividi

I mercati dei bitcoin sono rimasti di lato per quasi due mesi ormai, il che, se la storia fa rima, è un precursore di un grande passo avanti.

Il fornitore di analisi su catena, Glassnode, ha dettagliato lo stato attuale della rete Bitcoin, che sembra essere fondamentalmente forte, nonostante l’azione letargica dei prezzi.

Etichettandola come una “settimana straordinariamente tranquilla”, la società ha confermato che la volatilità sta diminuendo poiché BTC è rimasta in un range compreso tra circa $ 34.900 e $ 32.500.

“Sta iniziando a sembrare la calma prima della tempesta, poiché l’attività silenziosa e silenziosa appare su entrambe le metriche spot, derivate e on-chain”.

Al momento in cui scriviamo, Bitcoin era sceso del 4% nel corso della giornata ed è sceso sotto i $ 33K durante la sessione di trading asiatica della mattina. Rimane all’interno di quel canale laterale, anche se i movimenti stanno diventando più piccoli in ampiezza.

Un piccolo recupero da minatore

Il fornitore di analisi ha notato che l’accumulo di minatori era ricominciato lentamente, con la metrica di variazione della posizione netta dei minatori che tornava all’accumulo.

“Ciò indica che la pressione sul lato delle vendite proveniente dai minatori offline è più che compensata dall’accumulo da parte dei minatori operativi”.

C’è stato anche un aumento del tasso di hash da quando ha raggiunto il livello più basso da agosto 2019 il 28 giugno, quando è sceso a 68 EH/s, secondo Bitinfocharts. L’attuale tasso di hash è salito del 32% da quei livelli a 90 EH/s, il che suggerisce che quasi un terzo della potenza di hash è tornato online dopo il calo.

Glassnode ha affermato che ciò potrebbe essere dovuto al fatto che i minatori in Cina hanno trasferito con successo l’hardware  o che l’ hardware precedentemente obsoleto è stato rispolverato e ha trovato una nuova prospettiva di vita.

Bitcoin Exchange defluisce in aumento

Un’altra metrica a sostegno della teoria dell’accumulazione sono i deflussi di scambio che sono aumentati nelle ultime due settimane. Quando i trader si preparano a vendere, trasferiscono Bitcoin su scambi centralizzati per convertirli in fiat o stablecoin, cosa che è avvenuta ad aprile e maggio.

Glassnode ha osservato che, su una media mobile di 14 giorni, le ultime due settimane, in particolare, hanno visto un ritorno più positivo ai deflussi di cambio, a un tasso di circa 2.000 BTC al giorno.

Ha aggiunto che le commissioni di transazione on-chain associate ai depositi di scambio sono diminuite mentre quelle associate ai prelievi sono aumentate, concludendo:

“La continuazione di questo come una tendenza strutturale potrebbe rafforzare una tesi che la pressione sul lato delle vendite si sta attenuando”.

Lunghi periodi di movimento laterale dei prezzi di solito si traducono in una grande mossa, ma secondo i dati sulla catena sembra che siano già state effettuate vendite importanti.

Fonte: cryptopotato

TradingMania.it

Lo staff di Tradingmania.it è composto da Analisti Finanziari e Trader professionisti, laureati in Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari II Università di Roma Tor Vergata.