Gli analisti condividono le loro opinioni su cosa c’è in serbo per le criptovalute nel 2022

  • Gli analisti hanno espresso le loro opinioni sul percorso che la criptovaluta intraprenderà nel 2022, inclusa l’azione sui prezzi e i regolamenti di Bitcoin.
  • Sono state sollevate bandiere rosse su NFT, intermediari finanziari e progetti non conformi alle normative.

Quest’anno, i mercati delle criptovalute hanno visto una crescita enorme e ora che è la fine dell’anno, gli analisti stanno esprimendo le loro opinioni su ciò che il 2022 potrebbe riservare al settore.

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

Per uno, molti di questi analisti si aspettavano un raggiungimento del prezzo di Bitcoin (BTC) di $ 100.000 o più entro la fine dell’anno, incluso il famoso analista PlanB. Al momento, tuttavia, questo sembra improbabile, con BTC scambiato a circa $ 50.000. Tuttavia, questi commentatori nutrono ancora la speranza che tale impresa possa essere raggiunta o addirittura superata il prossimo anno.

Uno di questi sono gli analisti crittografici e l’utente Twitter pseudonimo “DecodeJar”. Per una proiezione conservativa, dà al re delle criptovalute un obiettivo di prezzo di $ 190.000 e $ 250.000 per una proiezione estrema. Questi sono basati sulle estensioni di Elliot Wave e sui livelli di ritracciamento di Fibonacci.

“Le proiezioni del prezzo e del tempo futuri sono solo una guida, ma combinare questo intervallo con altri indicatori man mano che ci avviciniamo può consentire un’uscita pulita vicino alla parte superiore. Preferisco l’estremità più conservatrice della scala ~ $ 190.000 “, aggiunge DecodeJar .

Aspettatevi una regolamentazione cripto più severa nel 2022

Per quanto riguarda il destino dell’industria delle criptovalute nel 2022, David Lifchitz di ExoAlpha pensa che “le criptovalute saranno ancora in circolazione nel 2022” poiché “i governi non le vieteranno”. Aggiunge;

Vogliono regolamentarli per tenere le criptovalute al guinzaglio rispetto alle valute legali e vederle anche come una fonte di reddito imponibile per ricostituire le loro casse,

Inoltre, con la crescita e l’evoluzione del settore della finanza decentralizzata (DeFi), le banche e le compagnie assicurative saranno costrette ad adattarsi per rimanere competitive. Nel frattempo, “le aziende intermediarie sono più a rischio poiché sono rese ridondanti dalla DeFi”.

Tuttavia, lo spazio dei token non fungibili (NFT), secondo Lifchitz, ha “spazio per un boom dei prezzi parabolico, quindi un crollo”, proprio come l’era Dot.com della metà del 1998. La frenesia associata a questi oggetti da collezione digitali suscita preoccupazioni sul loro uso nel riciclaggio di denaro, osserva.

Poi c’è il Metaverse, uno spazio virtuale supportato da criptovalute e tecnologia decentralizzata. Lifchitz pensa che mentre assomigli alle scene del film Ready Player One “dove le persone si rifugiano in un mondo virtuale poiché il loro mondo reale è terribile”, il nostro mondo è ancora “distante anni da quello”.

Più in fatto di adozione

In generale, Loukas Lagoudis del crypto hedge fund ARK36 “crede fermamente che la tendenza generale rialzista per il mercato delle criptovalute continuerà nel 2022”. Questo, dice, sarà guidato da “l’adozione sostenuta di risorse digitali da parte degli investitori istituzionali e la loro ulteriore integrazione nei sistemi finanziari legacy”. Ciò è particolarmente vero dal momento che gli investitori istituzionali quest’anno hanno privilegiato gliasset digitali rispetto all’oro come risorsa di riserva”. Contribuiscono anche gli aspetti dell’aumento dell’inflazione e del calo dei rendimenti obbligazionari.

Jean-Marc Bonnefous, anche lui di ExoAlpha, pensa che la tendenza mostri un aumento a favore di “blockchain che si concentrano sulle prestazioni, sullo sviluppo di dApp e che sono un po’ più centralizzate”. Ciò è contrario alle tendenze precedenti in cui è stata prestata maggiore attenzione ai progetti “incentrati sulla sicurezza, riserva di valore e che sono più decentralizzati come BTC e persino Ether”.

Fondamentalmente, il mercato sembra puntare sull’agilità aziendale e sull’efficienza in termini di costi piuttosto che sulla purezza della blockchain, un grande cambiamento rispetto agli anni passati. È probabile che questo commercio di valore relativo vincente continui nel prossimo anno.

Fonte: crypto-news-flash

Canale Youtube

Scrivi un commento