I legislatori statunitensi cercano di rendere illegali le stablecoin

82
0

Un nuovo disegno di legge presentato al Congresso cerca di controllare l’intero settore delle stablecoin richiedendo che tutte le attività correlate ottengano prima l’approvazione federale.

Un nuovo disegno di legge, presentato al Congresso degli Stati Uniti mercoledì sera, potrebbe applicare una regolamentazione generale su tutte le stablecoin. Se approvato, qualsiasi servizio fornito in relazione a questi tipi di criptovalute diventerebbe illegale senza prima ricevere l’approvazione da più enti governativi:

“Sarà illegale per qualsiasi persona emettere una stablecoin o un prodotto relativo alla stablecoin, fornire qualsiasi servizio relativo alla stablecoin o impegnarsi in altro modo in qualsiasi attività commerciale correlata alla stablecoin, inclusa l’attività che coinvolge stablecoin emesse da altre persone, senza ottenere l’approvazione scritta in anticipo, e su base continuativa, dall’agenzia bancaria federale appropriata, dalla Corporation e dal Consiglio dei governatori del Federal Reserve System “.

Il disegno di legge, denominato “The Stable Act”, ha lo scopo di “proteggere i consumatori dai rischi rappresentati dagli strumenti di pagamento digitali emergenti, come Libra di Facebook e altri Stablecoin”. Tuttavia, a solo un mese dalla fine del 116 ° Congresso, il disegno di legge deve affrontare una dura battaglia per essere approvato in tempo.

Il professore assistente presso Willamette Law Rohan Gray ha spiegato su Twitter che, sebbene il disegno di legge sia principalmente rivolto ai token stabili privati ​​emessi da grandi aziende tecnologiche, è stato formulato in modo tale da includere una “vasta gamma di attività monetarie”. Gray ha aggiunto che il suo disegno di legge cerca di “prevenire il tipo di rischi sistematici del” sistema bancario ombra “che ha portato alla crisi finanziaria globale del 2007-2008”.

La deputata del Partito Democratico Rashida Tlaib, il principale promotore del disegno di legge, ha affermato che lo Stable Act è progettato per proteggere le persone di colore e altri gruppi minoritari che non hanno accesso a servizi finanziari regolamentati.

Il disegno di legge è stato accolto con forte disapprovazione da parte della comunità crittografica. Meltem Demirors, chief strategy officer di CoinShares, ha risposto ai tweet di Tlaib, affermando che “le criptovalute abbassano il costo del servizio alle popolazioni che sono state storicamente escluse dal settore bancario”.

Ha aggiunto che introducendo la legge, i costi e la conformità aumenterebbero e, di conseguenza, taglierebbero l’accesso proprio alle persone che Tlaib spera di proteggere.

In un post su Twitter, il CEO e co-fondatore di Circle Jeremy Allaire ha affermato che l’atto “rappresenterebbe un enorme passo indietro per l’innovazione della valuta digitale negli Stati Uniti, limitando il progresso accelerato sia dell’industria blockchain che del fintech”.

Il rappresentante della Wyoming House Tyler Lindholm ritiene che la legge vada contro l’etica fondamentale del decentramento del settore crittografico:

“Centralizzazione del potere per un mondo decentralizzato.

No grazie.

Questa industria ha avuto anni  di successo nel portare la libertà finanziaria ai non bancari e ciò è avvenuto senza clientelismo come suggerito in questo disegno di legge “.

Il CEO di Shapeshift Erik Voorhees ha condiviso la sua opinione che il disegno di legge è destinato a fallire:

“Non forziamo le criptovalute ad agire come le banche, forse? (E in effetti, non può e non lo farà). “

Fonte: cointelegraph.com


 
Prova il Trading Bitcoin di eToro
TradingMania.it
Lo staff di Tradingmania.it è composto da Analisti Finanziari e Trader professionisti, laureati in Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari II Università di Roma Tor Vergata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here