News Criptomonete
| On 1 mese fa

Il bug dell’algoritmo fa crashare Bitcoin a $ 8.200 su Binance.US

di TradingMania.it
Condividi

Un bug sull’exchange Binance .US ha visto il prezzo del flash di bitcoin crollare a circa $ 8.200. Il problema sembra essere risolto ma evidenzia i problemi che a volte possono verificarsi sugli scambi di criptovaluta.

Il prezzo del bitcoin è crollato dell’87% su Binance.USil braccio statunitense dello scambio , a causa di un bug dell’algoritmo, ha confermato Binance . L’incidente è durato poco e si è limitato allo scambio particolare. L’asset è sceso a livelli di $ 8.200 dal suo prezzo quasi più alto di tutti i tempi di $ 65.000.

Controversia sull’arresto anomalo del flash di Bitcoin

Non è chiaro il motivo per cui, in particolare, si è verificato il bug, anche se sembra che la situazione si sia risolta. In una dichiarazione inviata via email a Bloomberg, Binance.US ha affermato che il bug è stato segnalato da un trader istituzionale,

Uno dei nostri trader istituzionali ci ha indicato di avere un bug nel loro algoritmo di trading, che sembra aver causato il sell-off. Stiamo continuando a esaminare l’evento, ma capiamo dal commerciante che ora hanno corretto il loro bug e che il problema sembra essere stato risolto”.

Questa non è la prima volta che si verifica un incidente del genere nel mercato delle criptovalute. Nel lontano 2017, il prezzo di Ethereum è sceso a 10 centesimi da $ 319 su Coinbase Pro a causa di un sell-off di mercato multimilionario. Questi incidenti accadono anche nella finanza tradizionale.

Alcuni investitori sono usciti dal flash crash di Binance.US per il meglio. Un utente di Reddit ha pubblicato su come ha guadagnato circa $ 52.000 durante l’incidente perché ha effettuato un ordine per bitcoin a $ 11.000 due mesi fa. L’ordine limite ha portato a un profitto che è stato trasformato in una manciata di secondi.

Gli scambi di criptovaluta dovranno affrontare tali problemi

Binance.US vorrà stare attento alla sua reputazione negli Stati Uniti, poiché secondo quanto riferito prevede un’IPO entro i prossimi tre anni. L’exchange sta riscontrando alcuni problemi con le autorità di regolamentazione, poiché la CFTC sta indagando sul potenziale insider trading , ma sta anche lavorando duramente per garantire la conformità.

Gli scambi di criptovalute centralizzati hanno fatto molta strada negli ultimi anni. Diversi flash crash, arresti e malfunzionamenti sono stati notati in questo periodo, ma hanno costruito la loro infrastruttura. Questi incidenti sono più rari al momento, ma si verificano di tanto in tanto.

Tuttavia, con l’adozione sempre crescente di criptovalute, gli scambi centralizzati, in particolare, dovranno concentrarsi sull’essere solidi come una roccia nelle loro operazioni. Man mano che più utenti entrano nel mercato, aumenta il potenziale di danno e qualsiasi impatto sulla reputazione potrebbe tradursi in un vantaggio per i numerosi concorrenti esistenti.

Fonte:beincrypto

TradingMania.it

Lo staff di Tradingmania.it è composto da Analisti Finanziari e Trader professionisti, laureati in Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari II Università di Roma Tor Vergata.