Il CEO di JP Morgan afferma che Bitcoin ($ BTC) è “inutile”, ecco perché si sbaglia di nuovo

Il CEO di JP Morgan Jamie Dimon non è un grande fan di Bitcoin e lo ha fatto conoscere nel corso degli anni e il suo scetticismo continua nonostante $BTC abbia raggiunto nuovi massimi. Dimon è tra i pochissimi scettici che hanno mantenuto la sua antipatia per $ BTC per tutto il tempo, in primo luogo, l’ha definita una bolla e ha previsto che sarebbe scoppiata. Tuttavia, nonostante la crescente popolarità di BTC, Dimon rimane lontano dai suoi progressi. I sostenitori delle criptovalute ora credono che nessun ciclo rialzista sia completo senza il Ban cinese e lo scetticismo sui Bitcoin di Dimon.

Tradingmania.it consiglia

eToro Conto Demo Gratis

Tradingmania.it

In una recente conferenza virtuale, il capo di JP Morgan ha nuovamente ripristinato la sua precedente posizione sulla criptovaluta più importante e l’ha definita inutile, tuttavia, le ragioni che ha fornito per giustificare la sua convinzione mostrano solo che capisce poco o nulla di Bitcoin .

“Personalmente penso che bitcoin sia inutile. Non credo che dovresti nemmeno fumare sigarette. I nostri clienti sono adulti. Non sono d’accordo. Se vogliono avere accesso per acquistare o vendere bitcoin, non possiamo custodirlo, ma possiamo dare loro un accesso legittimo e il più pulito possibile”.

Dimon ha affermato che il valore di BTC deriva presumibilmente dalla sua scarsità con solo 21 milioni di BTC da coniare, ma cosa succede se qualcuno riesce a cambiare il codice per rimuovere il limite di 21 milioni. È stato citato dicendo,

Sfiderò il gruppo a un’altra cosa: come fai a sapere che finisce a 21 milioni? Avete letto tutti gli algoritmi? Ragazzi, ci credete tutti? Non lo so, sono sempre stato scettico su cose del genere”.

Questo è un argomento piuttosto vecchio e ridondante usato da persone che non capiscono come funziona una rete Bitcoin decentralizzata.

Ecco perché JP Morgan si sbaglia di nuovo

Sebbene la rete Bitcoin sia open source e decentralizzata, quindi chiunque può apportare modifiche al codice sorgente, ma affinché tali modifiche siano ampiamente accettate e diventino parte della rete principale, devono essere accettate dalla maggioranza. Quindi, anche se voglio modificare l’offerta totale di BTC in una quantità infinita, non sarà accettata a meno che la maggior parte dei minatori o dei nodi non accetti la proposta.

Ari Paul, il co-fondatore di BlockTower, ha una delle migliori spiegazioni in termini di scetticismo. Lui ha spiegato

Chiunque può prendere il codice di Bitcoin e cambiarlo come vuole. È come cambiare i protocolli TCP/IP o FTP. Puoi cambiarlo sul tuo personal computer, ma poi sei su una rete diversa da tutti gli altri. Il tuo cambiamento non sarebbe stato notato da nessun altro.”

Anche il CEO di Coinbase, Brian Armstrong, ha lanciato una frecciatina a JP Morgan e ha affermato che i CEO senza un background scientifico e ingegneristico saranno in svantaggio.

Fonte: coingape

 

xtb Trading Azioni

Tradingmania.it consiglia

eToro Conto Demo Gratis

Tradingmania.it

Leave a Reply