Il modello rialzista di Bitcoin

Lunedì, Bitcoin è salito del 5,5%, chiudendo la giornata intorno ai 44.100$. Ethereum ha aggiunto il 5% e anche altre principali altcoin della top ten hanno mostrato dinamiche in crescita: dal 4% (Solana) al 18,5% (XRP).

La capitalizzazione totale del mercato delle criptovalute è aumentata del 5,5% nel corso della giornata a $ 2,10 trilioni. L’indice di dominance Bitcoin non è cambiato, rimanendo al 39,2%. Il grafico Bitcoin continua a dipingere un quadro rialzista

Con il prezzo di 45.000$ martedì mattina, BTCUSD viene scambiato al di sopra della media mobile a 50 giorni appena al di sopra dell’area pivot di metà gennaio e al di sopra del livello di resistenza del canale discendente.

Allo stesso tempo, l’RSI sui grafici giornalieri non è ancora entrato in area di ipercomprato, lasciando spazio a un’ulteriore crescita. Lo stesso si può dire dell’intero mercato delle criptovalute, dove l’indice di paura e avidità ha raggiunto un punto neutro di 48 ed è ancora lontano dall’area dell’avidità.

Il prossimo obiettivo per i rialzisti sembra essere $ 48.000, l’area di supporto di dicembre a dicembre. Ulteriori obiettivi sono $ 49-50.000, dove si concentrano la media mobile a 200 giorni e il livello di round significativo.

Il token XRP è salito vertiginosamente tra le segnalazioni di un approccio significativo alla risoluzione della controversia legale di Ripple con la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti. Le criptovalute hanno smesso brevemente di rispondere ai movimenti degli indici azionari statunitensi, che hanno iniziato la settimana con un calo.

Probabilmente gli acquisti includevano investitori al dettaglio, spinti dalla volontà di non perdere l’inizio della crescita del mercato (FOMO). Tuttavia, è improbabile che il loro potenziale di acquisto sia sufficiente se gli indicatori azionari intensificano il loro declino e entrano in gioco grandi investitori istituzionali, desiderosi di riprendere le prese di profitto.

KPMG, uno dei più grandi revisori dei conti del mondo, ha aggiunto Bitcoin ed Ethereum alle riserve aziendali della sua divisione canadese. Questo è il primo investimento diretto dell’azienda in criptovalute.

Nel frattempo, a fine 2021, Tesla ha ricevuto una perdita di 101 milioni di dollari da una diminuzione del costo dei bitcoin precedentemente acquistati, per i quali ha speso 1,5 miliardi di dollari. In precedenza, Elon Musk ha definito piuttosto rischiosa la decisione di acquisire BTC come asset di riserva.

Fonte: forexlive

Canale Youtube

Scrivi un commento