Il prezzo di BTC deve affrontare una battaglia di tendenza cruciale poiché Bitcoin RSI conferma il breakout

I tori hanno qualcosa da festeggiare dopo che una classica metrica su catena ha stampato la sua prima grande divergenza da mesi.

Bitcoin ( BTC ) potrebbe essersi fermato al di sotto dei 40.000$, ma i guadagni di questa settimana hanno contribuito a innescare un breakout più significativo per la forza del prezzo sottostante.

RSI rompe una tradizione di due mesi

I dati di Cointelegraph Markets Pro e TradingView  mostrano che l’azione sostenuta sui prezzi di BTC al di sopra di $ 37.000 questa settimana ha consentito all’indice di forza relativa (RSI) di divergere da un trend ribassista di più mesi.

Dopo essere passato da 36.700$ a 39.280$ a febbraio, Bitcoin non ha ancora lo slancio necessario per sfidare la resistenza di 40.000$.

Ciò potrebbe presto cambiare, tuttavia, poiché un trader mostra che l’RSI è ora uscita dal suo tuffo in profondità nel territorio di “ipervenduto”.

RSI esamina quanto sia “ipervenduto” o “ipercomprato” un asset a un determinato prezzo. Come riportato da Cointelegraph, dalla fine di novembre  sta sprofondando , culminando in rari minimi visti solo una manciata di volte negli ultimi anni.

“Sembra che tutti stiano guardando una linea di tendenza. Ma nessuno sta prestando attenzione all’RSI… è già uscito da quella tendenza al ribasso!” Il famoso trader e analista Crypto Ed ha commentato gli ultimi eventi.

“Prima di pensare che sto chiedendo nuovi ATH: non siamo ancora fuori dal bosco, ma vediamo di più a breve termine.”

Un grafico di accompagnamento mostra BTC/USD in lotta per uscire dalla propria tendenza al ribasso, con RSI già teoricamente libero.

“Anno della marmotta” per il prezzo BTC

Tuttavia, anche un ritorno al picco di $ 69.000 non costituirebbe un cambiamento importante nell’andamento dei prezzi.

Riducendo lo zoom, i dati descrivono quasi l’intero 2021 come anno consolidato per Bitcoin, con i prezzi correnti che corrispondono quasi esattamente a quelli dello stesso periodo dell’anno scorso.

A differenza di gran parte dei 12 mesi precedenti, tuttavia, l’offerta disponibile è diminuita, con l’implicazione che qualsiasi trigger di prezzo potrebbe avere conseguenze più profonde grazie al semplice coinvolgimento di meno BTC.

Si prevede inoltre che questa tendenza dell’offerta illiquida continui a salire “inesorabilmente” nel 2022.

Fonte: cointelegraph

 

Scrivi un commento