Home Criptovalute Investire in Bitcoin

Investire in Bitcoin

465
0
SHARE
Investire in Bitcoin
Investire in Bitcoin

Investire in Bitcoin

Vuoi investire in Bitcoin?, ma sai cosa sono e come funzionano?

Se la risposta è si vai direttamente al paragrafo su come si investe, altrimenti continua a leggere.

Cosa sono e come funzionano i Bitcoin

bitcoin

Il Bitcoin è stato ideato nel 2009 da Satoshi Nakamoto, ed è stata la prima valuta digitale ad essere realizzata con l’obiettivo di essere utilizzata come mezzo di pagamento elettronico per acquistare beni e servizi di ogni genere, e non è controllato da nessun soggetto finanziario.

Ad oggi si sente parlare sempre di più dei Bitcoin, che sono in specifico valute digitali che circolano sul web, ma che non sono ancora legalmente riconosciute in nessun Stato al mondo.

E’ stato il primo sistema di pagamento creato elettronicamente, decentralizzato, ossia, sono completamente indipendenti sia dallo Stato che dalla banca centrale. Questo non sta a significare che le transazioni avvengano in maniera illegale, ma allo stesso tempo non c’è nessuna legge che le protegge. Si parla, quindi, di un sistema indipendente, dove qualunque persona può contribuire alla produzione di Bitcoin, ma nessuno ne può prendere veramente il controllo, perché tutte le transazioni vengono registrate in tempo reale in una sorta di registro pubblico, conosciuto con il nome di Blockchain, quindi è sotto la supervisione di tutti, ma rimane comunque un sistema protetto, ossia, non vi si può apporre nessuna modifica. In tal modo i proprietari dei Bitcoin sono sì tutti registrati sulla Blockchain, ma mantengono comunque la loro identità anonima, quindi, sono presenti elevati livelli di sicurezza.

Il Bitcoin si basa su un sistema crittografico che serve per controllare gli aspetti funzionali come, ad esempio, la generazione di una nuova valuta. Viene utilizzata la tecnologia Peer to Peer (P2P), per effettuare le transazioni tra i due utenti per mezzo dei Wallet, o portafogli digitali. Ogni transazione che è andata a buon fine è registrata e resa pubblica nella Blockchain, ossia, nel database distribuito, dunque, presente nei computer di tutti i Miner.

Ogni transazione è caratterizzata da una chiave crittografica, privata, che serve per autorizzare le transazioni e per mettere la firma digitale.

In questo modo i Bitcoin possono essere utilizzati solo da chi possiede la chiave e, inoltre, non si può utilizzare la stessa chiave per più di una volta. Un’altra caratteristica è che una volta che la transazione è stata avviata non si può più annullare. Dietro a queste operazioni ci sono i Miner che mettono a disposizione la potenza di calcolo dei loro computer per effettuare la verifica delle transazioni, questa è un’attività che permette di creare nuove valute digitali.

Le transazioni, quindi, vengono eseguite in formato digitale senza intermediari, riducendo così i costi di trasferimento in confronto con la valuta tradizionale, ed in più in questo modo le transazioni risultano essere più semplici e molto più veloci.

Per i Bitcoin è già stato deciso in precedenza il numero massimo di emissioni, ovvero, 21 milioni di unità.

Per effettuare una transazione deve essere prima autorizzata da perlomeno il 50% di Miner che partecipano alla catena di blocchi.
In specifico la Blockchain è come abbiamo visto una sorta di libro contabile, in questo caso digitale, che è regolato su un algoritmo che può essere visionato nella sua totalità da qualsiasi Miner.

La caratteristica principale di questo sistema è che le transazioni sono altamente protette, perché nessun Miner può appropriarsi dei Bitcoin almeno che non siano presenti dalla sua parte quel 50+1% di Miner. Quando una transazione tra le due parti è andata a buon fine, ed è quindi stata approvata e chiusa, le viene assegnato un codice che viene, come abbiamo visto, inserito nella Blockchain, dove poi non si potranno più apporre modifiche.

Bitcoin mining

Il valore del Bitcoin è determinato dalla legge della domanda e dell’offerta.

I vantaggi nell’utilizzare i Bitcoin sono, ad esempio, nelle transazioni è garantito l’anonimato; essendo basato su un sistema decentralizzato, non ci sono intermediari che interferiscono nella gestione della moneta, di conseguenza le commissioni sulle transazioni sono molto più basse rispetto alle valute tradizionali. Hanno anche la caratteristica di essere riconosciute a livello mondiale; inoltre le transazioni avvengono solo in pochi minuti, sono molto più veloci in confronto con il sistema tradizionale come, ad esempio, il bonifico. Un altro aspetto importante è che i Bitcoin non possono essere riprodotti, perché nella Blockchain ogni Bitcoin è crittografato e segnato nei diversi database.

Per i Bitcoin è già stato prestabilito il numero massimo di emissione, che è di 21 milioni, e più ci si avvicinerà al valore e più si arriverà ad estrarre le ultime monete con un processo sempre più rallentato. Sinora ne sono stati estratti 16 milioni circa di Bitcoin. I Bitcoin hanno avuto origine nel 2009, e sono nati dall’idea di Satoshi Nakamoto, il quale ha voluto mantenere la sua identità sconosciuta utilizzando questo pseudonimo. Molti si sono chiesti, e ancora oggi continuano a chiedersi, chi sia veramente e quindi, automaticamente, è scattata la caccia per individuare il vero autore, ma come succede spesso escono molte notizie false e questo crea ulteriore confusione, e alla fine ad oggi non si è ancora riuscita a scoprire la verità.

Si tratta di una valuta digitale molto volatile e questo, quindi, sta ad indicare che ci possono essere forti oscillazioni di prezzo, dipese dal fatto che non esiste un prezzo unanimemente riconosciuto.

Una volta entrati in possesso dei Bitcoin è possibile, tramite gli scambi online, sia acquistare che vendere. Si ha, inoltre, la possibilità di poter utilizzare i Bitcoin per comprare sia beni che servizi presso i negozi online che accettano questo tipo di pagamento.

Investire in Bitcoin e Cryptovalute

Prima di investire in criptovalute si consiglia di aprire un wallet, ossia, un portafoglio digitale, che servirà sia per custodire le proprie valute digitali, e sia per ricevere e versare i Bitcoin.

Sarà importantissimo affidarsi a piattaforme certificate e regolamentate per investire in Bitcoin.

Per saperne di piu su cosa sono e come funzionano i bitcoin leggi l’articolo completo.

Si può investire in Bitcoin tramite il sistema Mining.

Inizialmente per estrarre questa moneta bastava semplicemente scaricare lo specifico software per riuscire ad ottenere una consistente quantità di Bitcoin, questo era possibile perché era sufficiente una modesta potenza di calcolo dei propri computer per risolvere l’algoritmo Bitcoin. Ad oggi purtroppo non è più così, quindi, si ha sempre più bisogno di potenze di calcolo maggiori, e per questo sono nate le società specializzate nella produzione di macchinari caratteristici denominati ASIC. In sostanza il Mining è più convenevole al momento della nascita di una nuova criptovaluta poiché, come abbiamo visto, richiede l’uso di poche risorse per l’estrazione, e dal momento, dunque, che la moneta si diffonde sempre di più c’è, di conseguenza, sempre più bisogno di maggiore potenza.

A proposito di ciò sono nate le Mining Pool, dove più utenti, i cosiddetti Miner, partecipano alla creazione di una nuova valuta digitale, ottenendo poi ognuno dei guadagni in rapporto alla potenza di elaborazione di chi ha contribuito.
Le Mining Pool ricompensano i vari Mining in diversi modi come:

  • Pay Per Share (PPS), ossia, pagamento per azione;
  • Round Based Pay Per Share, ossia, pagamento per azioni basata sui turni;
  • Pay Per Last N Shares, ossia, pagamento per ultime N azioni.

Per entrare a far parte di una Mining Pool basta semplicemente registrarsi sulla piattaforma per creare un account personale, dopodiché si dovrà scaricare un software di Mining direttamente sul proprio computer, ed infine lo si dovrà impostare con i dati forniti dalla stessa Mining Pool.

C’è anche la possibilità di utilizzare il Cloud Mining, dove si potrà utilizzare in comune la potenza di elaborazione dai centri dati remoti, ed in questo modo non ci si dovrà più preoccupare di gestire, ad esempio, il proprio hardware. Questi centri, dunque, emettono i Bitcoin al posto vostro, facendo però pagare un importo denominato contratto.

Investire in Bitcoin facendo trading online

etoro forex trading Guida

E’ possibile anche investire in Bitcoin anche facendo Trading online, ovvero, significa comprare e vendere Bitcoin in modo da guadagnare sulla differenza di prezzo. Ci sono in particolare due modi per fare Trading, uno è con il Forex, dove è necessario possedere un wallet, o portafoglio digitale, che da la possibilità di comprare e vendere i Bitcoin, ad esempio, in dollari. Poi l’altro modo per fare Trading è con i Contract for Difference (CFD) con sottostante le più importanti criptovalute, tra cui i Bitcoin.

I CFD sono strumenti finanziari derivati che replicano l’andamento del prezzo di un sottostante a cui fa riferimento. Si incentra sul contratto tra il Trader e il Broker, l’accordo consiste nello scambiarsi la differenza tra il valore attuale al momento dell’apertura del contratto e il valore di chiusura del contratto, del sottostante, e il Broker guadagna sullo spread.

Migliori Broker per il Trading con Criptovalute

In primo luogo vogliamo fornirvi una lista dei Broker Criptovalute regolamentati. I Broker sono stati testati e recensiti dal nostro staff.

Brokers Caratteristiche* Conto Demo*
broker etoro Ottimo broker Crypto
Iscrizione facile e veloce
Recensione eToro
CySEC 109/10
Prova una Demo Gratuita!
broker Markets.com Conto Demo di 10.000€
Iscriviti subito!
Recensione Markets.com
CySEC 092/08
Prova una Demo Gratuita!
broker 24option Conto Demo Gratuito da 100.000€
Inizia oggi stesso!
Recensione 24option
CySEC 207/13
Prova una Demo Gratuita!
Conto Demo Gratis!
Trading con soli 10€!
Recensione iQ Option
CySEC 247/14
Prova una Demo Gratuita!
Bdswiss forex trading Conto demo di 10.000€
Prelievi rapidi e sicuri
Recensione BDSwiss
CySEC: 199/13
Prova una Demo Gratuita!

*Avviso di rischio: Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading.
Rischia solo il capitale che sei disposto a perdere. Questo messaggio non costituisce un consiglio di investimento.
N.B.: Tutti i Broker elencati sono certificati e autorizzati dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).

Maggiori informazioni sui broker Criptovalute

Inoltre, i CFD sono prodotti finanziari vantaggiosi, perché è possibile utilizzare la Leva finanziaria, che da la possibilità di aprire posizioni di un volume maggiore di quello che, in condizione normali, non ci si potrebbe permettere di investire, così in caso di esito positivo il guadagno sarebbe superiore, ma allo stesso tempo in caso di esito negativo si andrebbe incontro a perdite maggiori.

Con i CDF non si stanno realmente comprando i Bitcoin, perché si sta prendendo solo la differenza di valore di un asset rispetto ai due momenti temporali diversi, ossia, il momento di apertura e quello di chiusura.

Investire in Bitcoin
Investire in Bitcoin

Sarà importante affidarsi a Broker regolamentati e certificati, e che diano la possibilità di aprire, oltre al Conto Reale, anche un Conto Demo, dove soprattutto i Trader principianti avranno l’opportunità di esercitarsi senza rischiare di perdere il loro capitale, inoltre, anche i Trader professionisti avranno in questo modo l’occasione di testare le piattaforme prima di investire i loro soldi.
I Bitcoin sono caratterizzati dall’alta volatilità, ed è ottimo poter sfruttare quel momento, perché nel breve periodo può raggiungere dei prezzi molto alti, anche se logicamente allo stesso tempo bisognerà stare molto attenti perché improvvisamente può bloccarsi. Si raccomanda anche di non lasciare troppo a lungo aperta una posizione, per evitare gli alti e bassi del prezzo del Bitcoin.

Un altro modo per investire è fare Holding di Bitcoin, ovvero, si possono comprare diverse unità e aspettare che il valore della valuta digitale cresca. Si tratta di un investimento a lungo termine, il guadagno non è immediato. Bisogna mettere in conto che essendo molto volatile, è caratterizzato dalla instabilità del suo valore, che però potranno far fare allo stesso tempo sia dei copiosi guadagni e sia delle serie perdite.

Ancora un altro modo per investire è fare Lending di Bitcoin, che in specifico significa dare in prestito i propri Bitcoin senza il bisogno di un intermediario, utilizzando il sistema Peer to Peer Lending, per poi farseli rendere con gli interessi. Come ogni forma di investimento, anche con questo metodo si può andare incontro a dei rischi come, ad esempio, potrebbe accadere che qualcuno non vi restituisca l’investimento, e potrebbe succedere che se la percentuale di rendimento è maggiore, aumenta la possibilità di perdere i propri Bitcoin.

 

Come fare Mining di Bitcoin

Il Mining effettua la decodificazione degli algoritmi che sono proprio alla base dei Bitcoin stessi.

Il fine è quello di produrre ed emettere nuove valute digitali fino ad arrivare ad un massimo di 21 milioni di Bitcoin. Il Mining è in specifico il processo tramite il quale si mette a disposizione la potenza del proprio computer per partecipare ai calcoli del network, ossia, di una rete telematica di una criptovaluta, per generare nuovi Bitcoin. Una volta chiusa la transazione i Miner che avranno contribuito mettendo a disposizione una maggiore potenza di calcolo tramite i loro computer, ricevono per il lavoro svolto un compenso in Bitcoin.

Con il trascorrere del tempo arrivando fino ad oggi, man mano la moneta è cresciuta, ed ha reso l’attività di Mining sempre più complicata da mettere in atto, in particolar modo per chi volesse intraprendere questa attività in maniera autonoma semplicemente con il proprio computer. Chi intraprende, quindi, questo tipo di attività deve mettere in conto che si tratta di un processo che è diventato particolarmente costoso a livello di investimento, per quanto riguarda sia la parte software, hardware, che le spese per il consumo energetico ed anche i costi di raffreddamento.

C’è anche la possibilità di poter aderire ad una Mining Pool, ossia, diversi Miner mettono a disposizione la potenza di calcolo del proprio computer per contribuire alla soluzione dei complessi calcoli. Il guadagno dei Bitcoin viene poi ripartito tra tutti i Miner che hanno partecipato al network in base ai calcoli svolti.

Investire in Bitcoin Cash e Bitcoin Gold

A causa del rallentamento nella produzione dei Bitcoin, dei programmatori hanno deciso di dare vita ad un Hard Fork, ossia, si è trattata di una biforcazione della Blockchain dei Bitcoin che ha permesso di creare i Bitcoin Cash, e tutto questo è accaduto ad agosto 2017. L’obiettivo di realizzare questa valuta digitale è quello di velocizzare le transazioni. Anche i Bitcoin Cash hanno bisogno dei Miner per convalidare le transazioni, senza di essi rischierebbe di rimanere ferma.

Ad ottobre 2017 c’è stato, invece, il Fork di Bitcoin Gold, che è molto simile al Bitcoin originale, ma è stato cambiato l’algoritmo con cui si effettua il Mining, per renderlo di nuovo accessibile a chiunque possieda delle comuni schede video per i computer.

Dove comprare e come aprire un portafoglio Bitcoin

Bitcoin Wallet

Si ha la possibilità di comprare i Bitcoin sia direttamente da utenti privati o sia tramite gli Exchange, ossia, sono siti online che fanno da agenti di cambio, e quindi è possibile scambiare le valute virtuali con le monete tradizionali. La valuta digitale sarà immediatamente disponibile, pronta per effettuare le transazioni. Se si decide di tenere le proprie criptovalute nel portafoglio Exchange, si raccomanda di fare particolarmente attenzione perché ci sono molte piattaforme o che non sono regolamentate, oppure che sono particolarmente vulnerabili agli attacchi da parte di hacker. I Bitcoin, inoltre, possono essere comprati anche direttamente dagli sportelli ATM, che sta per Automatic Teller Machine, che si trovano in diversi punti sparsi per l’Italia.

Una volta, quindi, che si avranno acquistati i Bitcoin si possono trasferire e custodire su un Wallet, ossia, si tratta di un portafoglio elettronico.

Per maggior informazioni, clicca quì!

Ci sono diverse tipologie di Wallet tra cui poter scegliere come, ad esempio:

Desktop Wallet

Questo è un tipo di Wallet, il cui software deve essere scaricato e, quindi, installato direttamente nel proprio computer, dopodiché vi si potrà accedere direttamente dal proprio desktop. Uno dei vantaggi nel possedere questo tipo di portafoglio è che come utente si ha il totale controllo; e un altro è che si ha la possibilità di poter fare il backup di un file in modo da non perdere nessun dato in futuro. Lo svantaggio, invece, è che potrebbe essere soggetto ad attacchi da parte di hacker, essendo appunto il portafoglio digitale installato nel proprio computer.

Smartphone Wallet

Molti Wallet che si possono scaricare sia sul computer, o che sono presenti nel web, danno la possibilità di poter scaricare l’applicazione su telefoni mobili, avendo così l’opportunità di svolgere le transizioni di fondi tramite il QR-CODE o la tecnologia NFC.

Web Wallet

In questo modo si apre il Wallet direttamente online, quindi, non sarà assolutamente necessario scaricare il software da installare sul proprio computer. La prima cosa da fare sarà quella di scegliere una piattaforma che sia regolamentata e certificata, poi il passo successivo sarà quello di aprire un proprio account personale e, quindi, ci si dovrà registrare come nuovo utente. Poi una volta reso valido, si potrà accedere tramite i dati che si sono forniti alla registrazione. Questo è un tipo di portafoglio che può essere aperto e gestito anche da utenti principianti.

Hardware Wallet

Il portafoglio hardware è un piccolo dispositivo che solitamente ha l’aspetto di una pen drive o altra forma, e che semplicemente si collega direttamente al PC, o ad altri dispositivi che hanno la porta USB. All’interno dell’hardware è installato un software, quindi, non sarà necessario installarlo sul proprio computer. Questo rimane uno dei metodi più sicuri per conservare Bitcoin, perché essendo un dispositivo esterno difficilmente potrà essere soggetto ad attacchi da parte di hacker. Un altro aspetto positivo è che difficilmente potrà essere attaccato da malware o da virus, perché essendo un apparecchio dove non si può installare nessun tipo di programma è, quindi, difficile contagiarlo. Il loro utilizzo è indicato ai professionisti che dispongono di grandi somme, oppure per chi vuole fare attività di Mining.

https://www.tradingmania.it/proteggere-bitcoin-quale-ewallet-scegliere/

Paper Wallet

Paper Wallet sono in sostanza dei portafogli Bitcoin cartacei che qualunque persona può creare tramite un computer e una stampante. E’ un modo per conservare i propri Bitcoin offline, rendendo in questo modo impossibile per chiunque l’accesso alla chiave privata, che viene utilizzata per firmare la transazione. Si andrà a stampare su un foglio l’indirizzo pubblico Bitcoin e la correlativa chiave privata.
La produzione di un Paper Wallet deve necessariamente avvenire in modalità offline, perché in questo modo si renderà impossibile per chiunque la visualizzazione della chiave privata. Si consiglia, in particolare per una questione di sicurezza, di stamparne più copie ed anche di conservarle in luoghi diversi, e bisognerà fare in modo che la carta si preserva in buono stato.

Dal momento che si deciderà di spendere i Bitcoin, si dovrà utilizzare la chiave privata da un dispositivo connesso ad internet, in modo tale che le valute digitali conservate sul proprio Paper Wallet vengano trasferiti al proprio portafoglio che si trova online. Si raccomanda, una volta che si avrà utilizzata quella chiave privata, di creare un nuovo Paper Wallet. Solitamente il Paper Wallet viene utilizzato per chi ha intenzione di conservare i Bitcoin per periodi mediamente lunghi.

Bitcoin in Borsa

Il 10 dicembre 2017 ha fatto il suo ingresso in Borsa Cboe Global Markets i Bitcoin, rendendo così possibile scambiare dei futures basati sui Bitcoin. Per la prima volta un titolo collegato a una criptovaluta viene scambiato su un mercato ufficiale e regolato.

Fino ad oggi il suo valore complessivo non ha fatto altro che crescere, e di conseguenza sono aumentare ulteriormente le speculazioni.

Il prezzo di partenza era di poco superiore ai 15.000 dollari, e nelle successive ore ha registrato degli alti e dei bassi, che l’hanno portata a registrare 13.000 dollari. Poi il valore si è stabilizzato al di sopra dei 16.800 dollari, fino poi ad arrivare a 18.694,40 dollari. Anche se si sono verificate sempre continui aumenti del valore del Bitcoin, c’è sempre chi teme che possa manifestarsi prima o poi la bolla finanziaria.

Investire in bitcoin con il broker Markets

Markets.com una piattaforma di trading on line, che offre ai propri clienti vari asset tra cui scegliere mercato valutario, azioni, indici, ETF. Fondata nel lontano 2008 Markets.com viene gestita dalla Safecap Investment Ltd con sede a Cipro, regolamentato in Europa, con autorizzazione della Commissione sui Beni e gli Scambi di Cipro (CySEC), conforme alle normative finanziarie MiFID. E autorizzato a fornire servizi finanziari in Sud Africa dalla Financial Services Board (FSB). Utilizza per la sicurezza della piattaforma e dei suoi clienti la sicurezza SSL che protegge dati trasmessi.

La piattaforma di trading è stata migliorata da poco tempo, può essere utilizzata tramite web, mobile e tablet, disponibile sia per Android che per iOS. Markets.com a recentemente aggiornato la sua piattaforma, rendendola ancora più funzionale, a un’interfaccia utente interattiva e semplice da utilizzare con strumenti avanzati per il trading, grafici che si possono vendere contemporaneamente, strumenti di analisi tecnica e quotazione in tempo reale tutto gratis.
Markets.com prevede l’utilizzo di strumenti di copertura di gestione del rischio per il trading l’ordine Stop Loss e Take Profit e altre funzioni.

Con Markets.com hai la possibilità di scegliere di fare trading su vari asset con più di 15 materie prime come oro, caffè ecc, più di 2000 azione fra cui investire, trading forex con 50 coppie di valute, 25 indici , ETF.

Per il trading, il broker offre 2 tipi di conto
conto reale: che si può aprire con un deposito minimo di 100 dollari
conto demo: fornito per familiarizzare con la piattaforma e i servizi offerti, con denaro virtuale completamente gratuito

Tutti i clienti hanno a disposizione, una sezione dedicata alla formazione e all’aggiornamento sul trading tramite webinar, il servizio clienti è disponibile 24 ore su 24 per 5 giorni a settimana tramite email e live chat, e una pagina dedicata alle domande frequenti FAQ.

Investire in bitcoin con il broker Plus500

Fondata nel 2008, Plus500 è una piattaforma di trading che consente a gli investitori di negoziare in CFD con un’ampia gamma di strumenti finanziari tra cui scegliere. Sponsor ufficiale dell’Atletico Madrid Football Club e del team Brumbies Rugby.

Regolamentazione

Il broker Plus500 è di proprietà di una società quotata presso la borsa di Londra (AIM) con il nome Plus500 Ltd con investimenti effettuate attraverso tre filiali principali.

Pus500UK Ltd autorizzata e regolamentata dalla FCA Plus500CY Ltd autorizzato e regolamentato dalla CySEC Plus500AU Pty, autorizzato dalla Australian Securities and Investments Commission per fornire i suoi prodotti in australia. Licenza di emittenti in Nuova Zelanda, inoltre è anche un fornitore di strumenti finanziari in Sudafrica.

Condizioni di trading

Plus500 non addebita commissioni ai trader. Invece i trader sono tenuti a pagare un piccolo spread sul loro prezzo di BID e ASK. Gli spread di Plus500 sono molto competitivi.

La piattaforma, come abbiamo già detto, da la possibilità ai propri clienti di scegliere tra più di 2000 diversi tipi di strumenti. I mercati coperti comprendo ETF, indici di mercato, materie prime, opzioni, coppie di valute. A secondo del bene scambiato, la leva può arrivare a 1:300

Piattaforma di trading

La piattaforma per operare con Plus500 è, disponibile in tre versioni, desktop, versione web e una per dispositivi mobili.

Le piattaforme di trading funzionano perfettamente e i clienti possono passare da una piattaforma all’altra, senza alcun problema. WebTrader: E’ la piattaforma più utilizzata dai trader in Europa e in Asia. Questo perché non è richiesto il download e installazione di alcun software su PC. WebTrader richiede solo un browser aggiornato per iniziare subito ad operare. Mobile Trader : E’ disponibile per iOS e Android è, disponibile il download su App store e Google Play Store di Apple. Consente di essere aggiornati su tutti gli sviluppi nei mercati finanziari, ovunque.

Conto Demo

La piattaforma fornisce, un account demo, non ha un periodo di scadenza è, utile come piattaforma di back testing per strategie di trading di nuova concezione, oppure per chi vuole familiarizzare con la piattaforma. Per aprire un conto demo, è sufficiente completare la registrazione presso il portale e selezionare la modalità demo.

Tipi di conto

Oltre all’account demo, Plus500 ha un solo tipo di account disponibile, un conto standard per i suoi clienti. Per aprire il conto basta inserire tutto i dati richiesti sul il modulo che si trova sul sito di Plus500 e depositare. Per chi ha aperto già un conto demo, deve passare semplicemente alla modalità conto reale.

Per depositare e prelevare denaro, Plus500 a diversi metodi che sono: carta di credito/debito eWallet (Paypal, Skrill) bonifici bancari Il tempo necessario per elaborare la richiesta è di circa 3 giorni lavorativi. Inoltre, Plus500 cercherà sempre di restituire il pagamento attraverso lo stesso metodo utilizzato per il deposito fondi. Tutto ciò, per garantire che il trasferimento dei fondi, sia conforme con tutti i regolamenti antiriciclaggio.

Formazione al trading

Come broker orientato al trading responsabile, Plus500 fa del suo meglio per assicurarsi che i suoi trader siano adeguatamente attrezzati in termini di formazione. Per fare ciò, Plus500 ha messo a disposizione alcuni materiali didattici di base per educare i principianti sugli strumenti finanziari con cui stanno commerciando.

etoro forex trading Guida