La Cina contro le recenti sanzioni statunitensi per le aziende cinesi e critica le politiche di giurisdizione “a braccio lungo”

Il governo cinese si è opposto alle sanzioni statunitensi contro alcune società nazionali che impediscono loro di fare affari con entità statunitensi a causa della presunta cooperazione con la Russia. Il ministero del Commercio cinese ha criticato la mossa, affermando che si trattava di una “tipica forma di giurisdizione prolungata” che danneggiava i diritti e gli interessi di queste società.

I cinesi si oppongono all’imposizione di sanzioni contro le imprese nazionali

Il governo cinese ha espresso il suo disappunto per la recente imposizione di una serie di sanzioni contro diverse società nazionali per presunta cooperazione con la Russia. Si dice che le società, che aiuteranno principalmente nel settore dell’elettronica, vengano utilizzate come ponti, acquistando tecnologia americana e fornendola alla Russia, eludendo le sanzioni imposte dall’agenzia (OFAC) alle entità russe.

In una dichiarazione del Dipartimento del Commercio sull’energia solare, gli Stati Uniti sono accusati di essersi spinti troppo oltre.  Si tratta di una tipica sanzione unilaterale e di un tipo di “giurisdizione a braccio lungo” che danneggia gravemente i diritti e gli interessi legittimi delle aziende e mina la sicurezza e la stabilità della catena di approvvigionamento globale.

Inoltre, la Cina ha chiesto di “correggere questo errore” e ha affermato che proteggerà i diritti e gli interessi delle aziende cinesi. Non è la prima volta che aziende cinesi vengono multate per aver collaborato con altri paesi per aggirare le sanzioni esistenti. A marzo, un gruppo di società cinesi è stato incaricato di collaborare con società iraniane per sostenere lo sforzo bellico della Russia.

Inoltre, un altro gruppo di società cinesi è stato multato per aver integrato attività bancarie ombra per società iraniane. Il rilascio di tali sanzioni ha sollevato preoccupazioni tra alcuni analisti circa l’impatto che potrebbe avere sulle relazioni bilaterali tra Stati Uniti e Cina, già tese dalla questione Taiwan.

Nel caso dell’ex segretario al Tesoro degli Stati Uniti Hank Paulson, “le relazioni USA-Cina sono in crisi” e le recenti politiche dell’amministrazione non stanno funzionando per alleviare la situazione. In una recente intervista al Financial Times, Paulson ha raccontato i risultati di questa strategia, descrivendo:

“Se gli Stati Uniti sono troppo lunghi per limitare il commercio e gli investimenti con la Cina, e se il paese è troppo lontano, il risultato sarà l’isolamento dell’America”.

Il recente presidente Joe Biden è infatti per le sanzioni contro i militari e il commercio estero in Russia.

Fonte: News.bitcoin.com

Migliori piattaforme per investire in Ethereum:

  1. 🥇 eToro (Demo Gratuito 100.000€ Virtuali)
  2. 🥈 XTB (Trading Academy, Scuola di Trading)
  3. 🥉 Fineco bank (Migliore Banca di Trading)

Scrivi un commento