La Kookmin Bank della Corea del Sud rilascerà ETF sulle criptovalute

Kookmin Bank (KB) potrebbe diventare la prima organizzazione monetaria a rilasciare ETF sulle criptovalute in Corea del Sud.

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

Una delle principali istituzioni finanziarie della Corea del Sud – Kookmin Bank (KB) – intende offrire agli investitori al dettaglio fondi negoziati in criptovaluta (ETF) e prodotti futures. In caso di successo, diventerà la prima banca locale a farlo.

I primi Crypto ETF in Corea del Sud

I fondi negoziati in borsa (ETF) di criptovaluta sono strumenti finanziari che tracciano il valore di un particolare asset o di una raccolta di asset. Questi prodotti consentono agli investitori di diversificare le proprie partecipazioni senza possedere effettivamente nessuno dei token.

Molti di questi ETF sono già attivi in ​​Canada , Europa e Brasile. Gli Stati Uniti sono entrati a far parte del club nell’ottobre 2021 quando l’ETF garantito da futures ProShares Bitcoin Strategy, contrassegnato da BITO , ha iniziato a negoziare alla Borsa di New York (NYSE).

Secondo un recente annuncio , la Corea del Sud potrebbe diventare il prossimo paese in quella lista da quando la Kookmin Bank ha rivelato l’intenzione di lanciare uno strumento finanziario del genere. L’istituzione ha formato un’unità chiamata “Comitato preparatorio per la gestione delle risorse digitali” per lavorare verso tale obiettivo.

Tradingmania.it Consiglia

Canale Telegram Millionaireweb.it

Tradingmania.it

Tradingmania.it Consiglia

Canale Telegram Millionaireweb.it

Tradingmania.it

La banca ha promesso di lanciare un prodotto composto da ETF di asset digitali e un fondo azionario a tema cripto. Honggun Kim, Head of Index Quant Management di KB, ha confermato la notizia:

“Lanceremo un fondo azionario virtuale a tema asset, ecc. Prevediamo di pubblicare anche periodici”.

Attualmente, il governo sudcoreano non consente alle banche locali di offrire direttamente servizi di trading di criptovalute. D’altra parte, le organizzazioni finanziarie sono in grado di fornire opportunità indirette di risorse digitali attraverso partnership con scambi.

La Corea del Sud dovrebbe abbracciare le criptovalute
Si può affermare con certezza che la nazione asiatica è uno dei leader mondiali in fatto di tecnologia e digitalizzazione. Negli ultimi mesi, bitcoin e le monete alternative hanno attratto molti investitori locali, mentre anche l’universo NFT all’interno dei confini della Corea del Sud sta prosperando.

Detto questo, Sohn Byung-doo – CEO di Korea Exchange (KRX) – ha affermato che il paese dovrebbe abbracciare ulteriormente il settore. Ha stimato che circa cinque milioni di abitanti del posto sono investitori di asset digitali, mentre il volume degli scambi giornalieri nel mercato delle criptovalute dello stato è aumentato rapidamente.

Allo stesso tempo, l’esecutivo ha sollecitato una regolamentazione completa del mercato. Tale legislazione garantirebbe maggiore protezione degli investitori e supporto alle transazioni:

“Ora è il momento per gli scambi di competere direttamente con gli scambi esteri”.

Fonti: cryptopotato

Scrivi un commento