Le azioni Coinbase crollano quando il valore di Bitcoin, Ethereum e altre criptovalute ha raggiunto nuovi minimi

Le azioni di Coinbase stanno crollando a causa del crollo di Bitcoin in corso . Quella che un tempo era conosciuta come una delle criptovalute di maggior valore è diminuita di quasi il 20% negli ultimi dieci giorni. Essendo sceso al di sotto di $ 30.000 USD, il costo di Bitcoin è ora inferiore del 50% rispetto al suo record di quasi $ 69.000 USD, per CNN . Anche il prezzo di Ethereum è sceso, in calo di oltre il 35% dall’inizio dell’anno.

Di conseguenza, le azioni di Coinbase, il più grande scambio di criptovalute degli Stati Uniti, sono diminuite di oltre il 75%, attualmente al prezzo di circa $ 54 USD per azione, e sono scambiate all’85% al ​​di sotto del loro prezzo più alto di tutti i tempi di novembre, per CNN .

Nel suo rapporto sugli utili del primo trimestre , pubblicato martedì, Coinbase ha riportato una perdita trimestrale di $ 430 milioni di dollari e un forte calo degli utenti complessivi e del volume degli scambi.

Ciò che è ancora più allarmante è che nel caso in cui Coinbase dichiari bancarotta, gli utenti potrebbero perdere l’accesso ai propri beni. Nel rapporto, Coinbase ha osservato che nel caso in cui dichiarasse bancarotta, “le criptovalute che teniamo in custodia per conto dei nostri clienti potrebbero essere soggette a procedura fallimentare”. In base a questi procedimenti, gli utenti di Coinbase sarebbero trattati come “creditori chirografari generici” e incapaci di rivendicare proprietà specifiche. In altre parole, gli utenti sarebbero bloccati dai loro conti e fondi.

Il CEO di Coinbase Brian Armstrong ha tentato di rassicurare gli utenti della piattaforma in una serie di tweet pubblicati martedì sera.

I tuoi fondi sono al sicuro su Coinbase, proprio come lo sono sempre stati”, ha scritto. Armstrong ha continuato affermando che Coinbase “non presenta alcun rischio di fallimento”, ma ha incluso il suo messaggio sul fattore di rischio di fallimento a causa di una divulgazione richiesta dalla SEC (US Securities and Exchange Commission) per le società pubbliche che detengono criptovalute per conto terzi.

Armstrong ha ammesso , tuttavia, che potrebbe essere lasciato a un tribunale se “decidere di considerare i beni dei clienti come parte della società in una procedura fallimentare”.

Altrove nella criptovalutaStripe ha collaborato con Twitter per offrire pagamenti globali in criptovaluta in USDC . E per altri contenuti Web3, visita Hypemoon.com .

Fonte: hypebeast

xtb Trading Azioni

Tradingmania.it consiglia

eToro Conto Demo Gratis

Tradingmania.it

Scrivi un commento