Migliori Piattaforme Criptovalute: Guida alla scelta 2024

Se siete alla ricerca delle Migliori Piattaforme Criptovalute la nostra guida vi sarà molto utile, continuando a leggere questo articolo troverete una la classifica di quelle che secondo il nostro esperto staff sono le Migliori Piattaforme per comprare Criptovalute del 2024.

Migliori Piattaforme Criptovalute

Ad oggi le Migliori Piattaforme Criptovalute sono:

  1. 🥇 eToro (Migliore Piattaforma Criptovalute del 2024)
  2. 🥈 Binance (Migliore Exchange di Criptovalute)
  3. 🥉 Bitget (Exchange sicuro e trasparente)
  4. 🏅 Bitvavo (Exchange di facile utilizzo)
  5. 🏅 XTB (Piattaforma trading Criptovalute CFD)
  6. 🏅 Nexo (Exchange sicuro e affidabile)
  7. 🏅 Crypto.com (Exchange di Grande Successo)
  8. 🏅 Coinbase (Exchange sicuro e affidabile)
  9. 🏅 Plus500 (Piattaforma trading Criptovalute CFD)
  10. 🏅 Bitstamp (Ottima alternativa Exchanges famosi)
  11. 🏅 Kraken (Exchange sicuro e affidabile)
  12. 🏅 OKX (Exchange commissioni basse) 
  13. 🏅 Gemini (Uno dei primi Exchange)
  14. 🏅 YouHodler (Exchange licenza FINMA)
  15. 🏅 KuCoin (Exchange con Bonus di Benvenuto)
  16. 🏅 Bybit (Exchange molto intuitivo)
  17. 🏅 HTX (Exchange sicuro e affidabile)
  18. 🏅 bitFlyer (Exchange valido e sicuro)
  19. 🏅 CEX.IO (Exchange sicuro e affidabile)
  20. 🏅 CoinEx (Exchange sicuro e affidabile)
  21. 🏅 klickl (Exchange sicuro e affidabile)
  22. 🏅 BitMEX (Exchange non consigliato)
  23. 🏅 Bitfinex (Exchange non consigliato)
  24. 🏅 Gate.io (Exchange sicuro e affidabile)

Cosa sono gli Exchanges di Criptovalute

Un exchange è una piattaforma che ti permette di depositare soldi reali per cambiarli (come dice il nome stesso, exchange significa scambio) in criptovalute reali, in poche parole permettono di comprare Bitcoin e altre Criptovalute, leggi la guida su come comprare Bitcoin. Una volta avvenuto ciò siete in possesso delle monete virtuali, che possono essere gestite a vostro piacimento.

Gli exchange hanno preso sempre più il sopravvento nel corso degli anni. Dall’uscita nel 2011 della prima piattaforma, Mt. Gox, sono passati quasi quindici anni. In questo lasso di tempo sono cambiati tanti aspetti: la tecnologia si è evoluta e le criptovalute hanno preso sempre di più la scena del mondo degli investimenti. Oggi ci sono tante piattaforme disponibili, con la scelta di una o più di esse che può diventare complicata a primo impatto. In questo articolo cercherò di indicarvi la direzione giusta, elencando e recensendo ogni exchange disponibile sul web attualmente.

Gli exchanges più grandi di solito offrono la possibilità di acquistare e vendere sia delle piccole porzioni delle criptovalute più grandi, molto spesso di tratta di Bitcoin ed Ethereum che hanno un costo più alto delle altre. Per gli investitori più facoltosi però vi è la possibilità di acquistarle per intero.

Utilizzando gli exchanges potrete inviare le vostre cripto da un exchange all’altro, come fossero piccole Altcoin.

Esistono degli exchanges però che risultano piuttosto limitati, infatti limitano molte azioni degli utenti, permettono soltanto di far scambiare le criptovalute soltanto con altre cripto. Mentre i più grandi, proprio come Binance, permettono anche di scambiare dollari americani, o euro nel nostro caso, per altre criptovalute.

Anche Kraken incorpora questa funziona, attualmente infatti accettano fondi sotto forma di Dollari, Yen e sterline e supportano negoziazioni con le criptovalute più importanti, Ripple, Litecoin, Bitcoin, Ethereum e moltissime altcoin più piccole.

Regolamentazione di un exchange

Gli exchange centralizzati sono tutti strutturati, nessuno escluso, attraverso una regolamentazione delle giurisdizioni in cui operano, che possono presentare diverse variazioni.

Agli inizi questo aspetto veniva trascurato da diverse piattaforme: non c’era preoccupazione riguardo il rispetto delle normative anti-riciclaggio o sicurezza della privacy tipo la verifica dell’identità. Il bitcoin per lacune del genere è stato spesso messo in mezzo ad attività illecite.

Uno scenario del genere era del tutto prevedibile: d’altronde questa tecnologia stava muovendo i primi passi nel mondo. Con la scoperta della blockchain e degli asset digitali c’è stata una vera e propria svolta, che ha portato a una maturità da parte delle piattaforme.

Al giorno d’oggi è una prassi quella degli exchange centralizzati che collaborano con gli enti regolatori del paese di provenienza, rispettando tutte le regole. Bisogna richiedere la verifica dell’identità prima di effettuare ogni operazione di compravendita, altrimenti la piattaforma in questione non è regolarizzata.

Gli exchange dunque curano in maniera quasi maniacale questo aspetto, poiché così possono avere un’immagine pulita. Questo è importantissimo sia per una questione legale, che di reputazione. Gli utenti sono molto diffidenti sul mondo degli investimenti online, anche perché quest’ultimo ha presentato diverse fregature negli anni. Questa è la strada giusta per le criptovalute, che dimostrano così di essere una parte importante dell’economia mondiale.

Portafoglio Criptovalute vs Exchanges di Criptovalute

Se ancora non vi è abbastanza chiara la differenza fra un exchange di criptovalute e un wallet di criptovalute, adesso approfondiremo bene questo concetto importante per rendervi tutto più semplice. Cercheremo di spiegarvi in modo semplice come funziona l’intero processo, per cui parleremo di acquisto, vendita e negoziazione di criptovalute sia per quanto riguarda i wallet sia per quel che riguarda gli exchanges.

Iniziamo col dirvi che se avete in mente di investire su una valuta fiat (prendiamo come esempio l’euro) comprando criptovalute, il primo passo da fare sarà creare un account online su Coinbase, il wallet cripto per eccellenza.

Attualmente Coinbase è considerato il metodo migliore, nonché il più diffuso tra gli investitori di medio livello. Solitamente anche gli investitori principianti iniziano su Coinbase.

Su Coinbase avete la possibilità di acquistare e conservare le vostre criptovalute, soprattutto se si tratta di Bitcoin ed Ethereum.

Successivamente vedremo perché Ethereum e Bitcoin sono così importanti in questo processo.

Ora passiamo alla lista dei migliori Exchange grazie ai quali è possibile comprare, vendere e scambiare criptovalute.

Quando entra in gioco l’Exchange?

Sicuramente vi sarete posti questa domanda: e se volessi investire su un altcoin diversa da Bitcoin ed Ethereum? Questa è la domanda che si pongono molti principianti perché non avendo abbastanza finanza per comprare Ethereum e Bitcoin, preferisco criptovalute come Ripple e Stellar che ancora si trovano a pochi centesimi di euro.

Esistono molti wallet che non consentono di acquistare e vendere alcune altcoin differenti da Bitcoin e Ethereum,

per cui occorre servirsi di un Exchange che scambi le vostre cripto con altre cripto, Binance ad esempio è l’exchange più famoso e sicuro. Capite bene, leggendo questa lista, che c’è una varietà di scelta decisamente ampia. Cerchiamo di analizzare meglio ogni exchange o piattaforma per investire in criptovalute, per capire quali possono essere i più validi.

Piattaforma Criptovalute eToro 

Logo broker eToro

Logo broker eToro

Uno delle piattaforme di trading più famose in circolazione è eToro. Fondato nel 2006, questo intermediario ha fatto le fortune di molti investitori. Si è contraddistinto sin da subito, rispetto alla concorrenza, per aver messo al centro della piattaforma gli utenti. A eToro infatti si associano due termini, che sono:

  • Social trading: gli utenti, attraverso dei post, possono pubblicare i loro pensieri e/o screenshot inerenti agli investimenti finanziari;
  • Copy trading: Poter interagire con la community, nel modo descritto sopra, offre a chiunque la possibilità di prendere spunto dalle operazioni migliori degli investitori del broker. In questo modo anche chi è alle prime armi può avere subito successo col trading online.

Un intermediario così popolare deve garantire un servizio protetto al 100%. Questo broker infatti permette di operare in più di 100 paesi differenti, gestiti da 4 società diverse presenti in varie aree geografiche. Nel dettaglio:

  • eToro (Europe) Ltd, tramite la Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC).
  • eToro (UK) Ltd, tramite la Financial Conduct Authority (FCA).
  • eToro AUS Capital Limited, tramite l’Australian Securities & Investments Commission (ASIC).
  • eToro (Seychelles) Ltd, tramite la Seychelles Financial Services Authority.

Fra i vari strumenti finanziari con cui è possibile investire, eToro mette a disposizione un totale di 70 criptovalute reali. Quest’offerta è clamorosa, perché solitamente è possibile investire in queste monete virtuali attraverso piattaforme apposite, con regole specifiche (le exchange). Oltre a questa vasta scelta, eToro mette a disposizione anche 14 cripto crosses. Queste sono monete virtuali su cui è possibile investire tramite i CFD (Contract for Difference): si specula sull’andamento del valore della criptovaluta, senza entrarne realmente in possesso.

Ma quanto ricava eToro per il servizio che mette a disposizione? Nel caso delle criptovalute (sia reali che i suoi CFD) i costi sono praticamente identici:

  • Nessuna commissione;
  • Spread dell’1% per l’acquisto e per la vendita (lo spread è la differenza fra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita);
  • Costi di overnight (una tariffa da pagare se si vuole mantenere una posizione aperta anche oltre l’orario di mercato) a costo 0 per le crypto reali e che possono variare per le 14 monete virtuali coi CFD;

Per tutti questi motivi descritti, eToro rappresenta una delle scelte migliori, se non la migliore, per investire nelle criptovalute. Il servizio proposto è completo, soprattutto se paragonato con quello di altri intermediari. Le criptovalute più famose, che si possono trovare sulla piattaforma, sono il Bitcoin, l’Ethereum, il Build and Build, Il Solana e l’XRP.

Caratteristiche della piattaforma eToro

⭐ Voto Tradingmania.it: ⭐⭐⭐⭐⭐ 8,9
⭐ Forbes Advisor: ⭐⭐⭐⭐⭐ 5/5
🔗 Sito Ufficiale: https://www.etoro.com/it
🇪🇺 Regolamentazioni: CySEC n. 109/10, FCA 583263, ASIC 491139
🔒 Sicurezza: Utilizza pratiche di sicurezza di altissimo livello
🪙​ N° Criptovalute: 70+ Reali
✅ Conto Demo: Conto Demo Gratuito (100.000€ Virtuali)
💰 Deposito minimo: 50€
🇮🇹 Lingua italiana: Si
📈 Trading Crypto: Si
👛 eWallet: Si
₿ Maggiori Criptovalute: Tutte le Maggiori Crypto, Bitcoin, Ethereum, Cardano, Solana, Dege Coin …
💶 Commissioni: Nessuna commissione
🔥 Leva finanziaria: Variabile da 1:2
☎️ Assistenza: Chat di Supporto, Centro di Supporto
💰 Prelievo: Sicuri e veloci tramite Bonifico o Carta di Credito
💳 Metodi deposito: Bonifico bancario, Carte di credito
🦄​ NFT: Si
👨🏻‍🏫 Formazione: Scuola di trading per Principianti, eToro Accademy
📱 App Mobile: Piattaforma mobile per iOS e Android

Maggiori informazioni: eToro opinioni e Recensione

Exchange Criptovalute Crypto.com

Logo Crypto.com

Logo Crypto.com

Crypto.com nasce a Singapore, nel 2016. Può essere utilizzata sia attraverso l’exchange che attraverso l’applicazione ed è centralizzata, ma è utile usufruire di entrambe per poter operare nel miglior modo possibile. Non c’è un deposito minimo che viene richiesto per poter operare e mette a disposizione una serie di servizi particolari, se confrontati con le altre piattaforme.

Offre il marketplace NTF (non-fungible token, rappresenta un atto di proprietà e un certificato di autenticità di un determinato bene, nella blockchain) dov’è possibile effettuare la compravendita dei token.

Permette di investire sul $CRO, la moneta virtuale di spicco dell’exchange. Attraverso essa infatti, a seconda del quantitativo che si decide di investire, avviene un blocco di 6 mesi della somma spesa, con quest’ultima che viene messa in staking (un modo per guadagnare dei premi se si è in un possesso di una determinata criptovaluta). Più $CRO si decidono di avere, minori saranno le spese dovute alle commissioni.

Si possono avere delle rendite passive anche attraverso il soft staking: è possibile avere dei profitti, seppur con ricavi minori, anche da criptovalute che non prevedono il sistema di staking, come ad esempio il Bitcoin.

Un altro servizio esclusivo di questa piattaforma è il Supercharger. Quest’offerta si attiva una volta che si decide di aderire a una delle campagne attive in cui è possibile investire sui token. Il Supercharger porta a dei rendimenti, più alti se meno utenti hanno investito e viceversa più bassi se tanti utenti hanno investito. I ricavi sono influenzati soprattutto dal valore degli $CRO di cui si è in possesso.

Si possono ottenere dei ricavi anche attraverso delle carte che Crypto.com mette a disposizione. Le carte in questione sono:

  • Obsidian, ottenibile con 6 mesi di staking e una volta raggiunto un valore di $40.000 in $CRO. La più esclusiva;
  • Rose Gold;
  • Icy White;
  • Royal Indigo;
  • Jade Green;
  • Ruby Steel;
  • Midnight Blue.

Tutte offrono la possibilità di usufruire di un cashback (viene effettuata una spesa e una parte di essa ti viene rimborsata) e tutte ti permettono di usufruire di servizi scollegati al mondo delle criptovalute, come Amazon e Netflix (oltre a un’altra serie di ricompense, a seconda della carta di cui si è in possesso).

La piattaforma mette a disposizione un portafoglio virtuale, chiamato Defi wallet: si possono contenere oltre 100 criptovalute, con un controllo totale su di esse, non pagando nessun eventuale trasferimento che si vuole effettuare.

Le criptovalute principali trattate da Crypto.com e che si possono gestire in questo wallet sono:

  • Bitcoin;
  • Ethereum;
  • Cronos;
  • Litecoin;
  • Ripple;
  • Stellar Lumens.

Ce ne sono anche tante altre. Crypto.com permette di poter operare su quasi tutte le criptovalute disponibili attualmente. Per quanto riguarda le commissioni, non ci sono pagamenti da effettuare se si deposita o preleva. Quando invece si decide di fare trading sulle criptovalute, le commissioni variano a seconda dello spread delle coppie di monete virtuali selezionate e dai costi di trasferimento della blockchain in questione.

Ci sono anche delle commissioni in caso di exchange, un po’ più complesse da capire a primo impatto. C’è un massimo di 0,4% per maker e taker e un minimo di 0,4% e 0,1% per coloro che raggiungono 200 milioni di trading nell’arco di un mese. Gli investitori che fanno staking sopra i 50 milioni di $CRO invece non pagano niente.

Crypto.com si conferma così una delle piattaforme più di successo quando si parla di criptovalute.

Piattaforma Criptovalute XTB

Logo XTB

Logo XTB

Un altra piattaforma per investire in criptovalute è XTB. Fondata nel 2002, questa società inizialmente si occupava principalmente del mercato di Forex (lo scambio di coppie di valute). Col passare del tempo ha registrato un numero sempre più alto di clienti, con l’intermediario che ha dovuto adattare e migliorare la propria offerta. Oggi XTB viene utilizzato da milioni di utenti e offre un servizio eccezionale. In particolare sono in risalto:

  • xStation 5: la piattaforma di XTB, attraverso la quale è possibile fare trading online su una moltitudine di strumenti finanziari. Vengono messi a disposizione anche grafici completi e analisi avanzate, per permettere a ogni utente di avere un’esperienza totale;
  • xStation Academy: a livello di formazione questo broker non ha eguali. Permette a ogni tipo d’investitore (da chi è alle prime armi ai più esperti) di poter imparare tutto quello che c’è da sapere sul trading online. Vengono messi a disposizione corsi di durata e difficoltà differenti ed è possibile anche eseguire delle autovalutazioni.

Anche questo intermediario, per la quantità (e la qualità) di servizi offerti e il numero di clienti che registra, deve garantire delle operazioni protette e sicure. In tal senso, XTB è presente in 11 paesi differenti. Ognuna di queste società è regolamentata dalla seguente autorità:

Paese Autorità di controllo
Gran Bretagna FCA
Polonia KNF
Cipro CySEC
Francia ACP – Banque de France
Germania BaFin
Spagna CNMV
Repubblica Ceca Banca Nazionale della Repubblica Ceca
Slovacchia Banca Nazionale della Repubblica Slovacca
Portogallo CMVM
Turchia CMB
Romania ASF
Uruguay Banco Central de Uruguay

Questo broker permette di investire anche sulle criptovalute. A differenza di eToro è possibile investire solo sui CFD (Contract for Difference) di un totale di 50 criptovalute. Viene applicata una leva finanziaria, di 1:2, sull’importo che si investe. Questo moltiplicatore permette dunque di ricavare di più (ma allo stesso tempo aumentano le possibilità di perdita).

Non vengono incluse commissioni per il servizio offerto, sino a volumi mensili di 100.000 euro. Superata questa soglia viene richiesto uno 0,2% per ogni operazione. Per quanto riguarda lo spread, nel caso delle criptovalute parte dallo 0.22%. Oltre al famosissimo Bitcoin è possibile trovare monete virtuali come il Litecoin, l’Ethereum, il Ripple, la Stellar e il Dogecoin. Gli investimenti sono eseguibili durante tutta la settimana, da Sabato alle 4:00 sino a Venerdì alle 22:00.

Anche XTB dunque rappresenta una soluzione eccezionale per investire sulle criptovalute, poiché propone un servizio trasparente e conveniente.

Caratteristiche della piattaforma XTB

⭐ Voto Tradingmania.it: ⭐⭐⭐⭐⭐ 8,8
⭐ Forbes Advisor: ⭐⭐⭐⭐⭐ 5/5
🔗 Sito Ufficiale: https://www.xtb.com/it
🇪🇺 Regolamentazioni: CySEC 169/12FCA 522157
🔒 Sicurezza: Tutti i Protocolli internazionali
🪙​ N° Criptovalute: 50+
✅ Conto Demo: Conto Demo Gratuito (100.000€ Virtuali)
💰 Deposito minimo: 250€
🇮🇹 Lingua italiana: Si
📈 Trading Crypto: Trading Criptovalute CFD
👛 eWallet: No
₿ Maggiori Criptovalute: Tutte le Maggiori Crypto, Bitcoin, Ethereum, Cardano, Solana, Dege Coin …
💶 Commissioni: Nessuna commissione
🔥 Leva finanziaria: Fissa da 1:2
☎️ Assistenza: Supporto veloce e altamente qualificato, disponibile 24/5
💰 Prelievo: Sicuri e veloci tramite Bonifico o Carta di Credito
💳 Metodi deposito: Bonifico bancario, Carte di credito
🦄​ NFT: No
👨🏻‍🏫 Formazione: Scuola di trading per Principianti, Video, Webinar
📱 App Mobile: Piattaforma mobile per iOS e Android

Maggiori informazioni: XTB opinioni e Recensione

Exchange Criptovalute Binance

Logo Binance

Logo Binance

Tra i più famosi Exchanges sul mercato c’è Binance.

Binance è una società regolamentata in Cina e la sua piattaforma è multilingue, potrete trovare anche l’italiano. Questo Exchange vi permette di eseguire delle operazioni sicure e veloci, potrete acquistare le criptovalute con Visa e Mastercard oppure con Bonifico bancario. Un’altra possibilità che Binance offre ai suoi iscritti è quella di acquistare BTC anche da dispositivi mobili. Sarà necessario scaricare l’app di trading di criptovalute Binance.

Dopo avere comprato i Bitcoin cosa posso farci? Questa domanda è pertinente, specialmente se si è alle prime armi, dopo avere acquistato i Bitcoin potrete conservarli sia su Binance che sull’app Trust Wallet.

Oppure se si preferisce è possibile scambiare i Bitcoin con oltre 150 criptovalute presenti su Binance. Ma non è tutto perché è possibile anche inviare in modo quasi istantaneo i Bitcoin in tutto il mondo, oppure donarli con Binance Charity.

Caratteristiche dell’Exchange Binance

⭐ Voto Tradingmania.it: ⭐⭐⭐⭐⭐ 9,8
⭐ Forbes Advisor: ⭐⭐⭐⭐⭐ 5/5
🔗 Sito Ufficiale: https://www.binance.com/it
🇪🇺 Regolamentazioni: Binance Italia S.R.L. ha ottenuto la registrazione DASP (Digital Asset Service Provider) da parte dell’Organismo Agenti e Mediatori (OAM) (numero di registrazione PSV5).
🔒 Sicurezza: Utilizza pratiche di sicurezza di altissimo livello
🪙​ N° Criptovalute: 300+
✅ Conto Demo: No
💰 Deposito minimo: 0,01€
🇮🇹 Lingua italiana: Si
📈 Trading Crypto: Si
👛 eWallet: Si
₿ Maggiori Criptovalute: Tutte le Maggiori Crypto, Bitcoin, Ethereum, Cardano, Solana, Dege Coin …
💶 Commissioni: Fissa del 0,1% su ogni operazione
🔥 Leva finanziaria: Variabile da 1:1,25 a 1:4
☎️ Assistenza: Chat di Supporto, Centro di Supporto
💰 Prelievo: Sicuri e veloci tramite Bonifico o Carta di Credito
💳 Metodi deposito: Bonifico bancario, Carte di credito
🦄​ NFT: Si
👨🏻‍🏫 Formazione: Centro formazione molto fornito
📱 App Mobile: Piattaforma mobile per iOS e Android

Maggiori informazioni: Binance opinioni e Recensione

Nel prossimo paragrafo una guida dettagliata su come aprire un account su Binance.

Binance è nata in Cina, nel 2017. Al giorno d’oggi è una delle piattaforme centralizzate più utilizzate al mondo e permette ai propri utenti sia di effettuare dei depositi, per scambiare i soldi con le criptovalute, sia di tenere queste in un portafoglio virtuale. Questa funzione viene chiamata wallet.

Si può investire in Binance utilizzando la leverage (leva finanziaria). Questo strumento consente di fare trading con cifre decisamente più alte, perché si prende in prestito il capitale del broker. Si può fare trading fra crypto e da valuta fiat a criptovaluta.

Le criptovalute a disposizione sono più di 300, rendendo Binance una piattaforma molto versatile. Si possono trovare monete virtuali come il Bitcoin, l’Ethereum, il Tether, il Ripple e il Litecoin. Alla fine di ogni mese le criptovalute che hanno presentato i volumi minori vengono tolte, per lasciar spazio a nuove monete virtuali che possono avere più potenziale sul mercato.

Le fees (come vengono chiamate le commissioni negli exchange) previste da Binance sono dello 0,01% per ogni operazione che si effettua. Per quanto riguarda i depositi invece è tutto gratuito, con il minimo che è di 0,01 euro, mentre per i prelievi le tassazioni dipendono dallo stato del mercato del momento. Insomma, le commissioni rispetto alla concorrenza sono decisamente basse.

Sono utilizzabili solo il Bitcoin e l’Ethereum per le transazioni con il denaro tradizionale e le commissioni sono alte quando si effettuano transazioni con quest’ultimo Tuttavia, Binance presenta una varietà di scelta che non si trova in tutte le piattaforme e tiene molto alla privacy degli utenti. Si può utilizzare infatti l’autenticazione a due fattori, molto importante per salvaguardare il proprio account. Nonostante abbia subito due attacchi hacker, uno nel 2019 e uno nel 2022, Binance è riuscita a riprendersi sempre, senza accusare nessun colpo.

Per depositare il denaro i passaggi da compiere sono molto semplici: una volta effettuata la registrazione bisogna cliccare nella sezione dedicata all’aggiunta dei fondi e depositare i dollari, scegliendo la criptovaluta da dover convertire.

Per il prelievo invece ci sono due possibilità: il prelievo di cripovalute e il prelievo di valute fiat. Per ricavare le criptovalute basta andare nel proprio wallet, selezionare preleva e scegliere la dicitura “crypto”. Per incassare le valute fiat invece, sempre attraverso il proprio wallet, bisogna selezionare la dicitura “Fiat e Spot”.

Insomma, Binance attraverso la sua interfaccia semplice e la moltitudine di possibilità offerte permette di affacciarsi al mondo delle criptovalute anche coloro che sono alle prime armi. Vengono riportati una serie di grafici per analizzare l’andamento delle diverse monete virtuali e ci sono anche varie sezioni informative per apprendere al meglio ogni concetto della piattaforma. Se è l’exchange con il più alto volume di scambi al mondo ci sarà un motivo!

Come aprire un account su Binance

In questo paragrafo vi spiegheremo rapidamente come registrarsi a Binance in pochi minuti per poter finalmente trasferire e acquistare criptovalute. Innanzitutto dovete collegarvi al sito ufficiale di Binance, una volta aperto avrete davanti questa schermata.

Binance home page

Binance home page

Assicuratevi di aprire il sito web ufficiale regolamentato, dopodiché cliccate in alto a destra su “Registrati” e completate la procedura di registrazione.

Binance form di registrazione

Binance form di registrazione

Fatto ciò, collegate il vostro account email e confermato l’email inviatavi da Binance.

Ora sarà molto importante abilitare l’autenticazione 2FA, 2FA sta per autenticazione a 2 fattori.

Si tratta di un ulteriore controllo per evitare che qualcuno acceda con il vostro account senza permesso. Scaricate l’app di Google Authenticator su Apple o Play store e scansionare il QR Code per ottenere un codice. Completati i passaggi avrete configurato il vostro account.

Adesso cliccate su “Funds” e passerete all’interfaccia di “Prelievi e depositi”.

Fatto ciò dovrete dovete Selezionare la cripto che volete acquistare o scambiare.

Vi ricordiamo che ormai Binance è possibile utilizzarlo anche come Wallet, oltre che come Exchange.

Per cui avete due soluzioni:

  1. Comprate le Cripto su Coinbase e poi le trasferite su Binance per scambiarle;
  2. Comprare le criptovalute su Binance e le scambiate su Binance.

In questa interfaccia, una volta scelta la criptovaluta sulla quale volete investire, dovete inserire il vostro Bitcoin Address. Per cui dovete inviare le monete al vostro wallet. Come vedete, in questo caso, si tratta di un “BTC Deposit address“, per un indirizzo Bitcoin per il deposito.

In questo modo potete trasferire la criptovaluta ai vostri wallet, che sia Binance o altro, e potete utilizzarlo anche per altri scambi.

Supponiamo adesso di avviare uno scambio fra Ethereum e Bitcoin.

Ciò che dovrete fare sarà cliccare sul mercato ETH/BTC e:

  • Impostare il prezzo;
  • Selezionare l’importo.

Il costo totale in Bitcoin verrà calcolato in automatico. Potrete vedere tutta la cronologia delle vostre operazioni di cryptotrading sulla destra.

Riassumiamo i passaggi principali

Una volta che avrete aperto un account su Binance, potete iniziare a scambiare le vostre criptovalute per poi inviare le monete al vostro conto e poter iniziare finalmente i vostri investimenti. Praticamente dal vostro wallet di criptovalute, dovrete inviare Bitcoin o Ethereum (o qualsiasi altra criptovaluta che avete utilizzato) all’indirizzo criptovaluta che trovi nel conto appena aperto.

Si tratterà semplicemente di trasferire una criptovaluta da un posto all’altro. Una volta che avrete le criptovalute sul conto, potete tranquillamente iniziare gli scambi con le altre Altcoin, come Monero ad esempio, che è molto raro da trovare sugli exchanges.

Se il vostro obiettivo è quello di ottenere profitto con le vostre criptovalute, dovrete applicarvi molto, per cui i passi da seguire saranno i seguenti:

  • Scambiare le vostre altcoin con monete base come Ethereum o Bitcoin;
  • Attendere l’esito della vostra operazione;
  • Inviare queste monete dal vostro exchange al vostro wallet;
  • Incassare le vostre monete.

Questi sono dei semplici processi che dovrete rispettare per ottenere i primi risultati.

Qualora non doveste utilizzare un wallet certificato o un exchange truffaldino, potrebbero sorgere delle grandi complicazioni legali che difficilmente riuscirete a risolvere. Pertanto, vi ricordiamo sempre di leggere e informarvi prima di negoziare criptovalute online.

Esistono alcuni paesi negli USA che trattano le cripto come delle normali valute, sono quindi soggette ad alcune tasse sulle plusvalenze, altri stati invece le definiscono del tutto illegali. Per cui è sempre bene fare molta attenzione prima di investire nelle criptovalute.

Piattaforma Criptovalute Plus500

Logo Plus500

Logo Plus500

Plus500 è un altro broker che permette di investire nelle criptovalute. Fondato nel 2008, questo intermediario negli anni ha raggiunto una popolarità notevole. Lo si può constatare dal fatto che è quotato nella Borsa del Regno Unito e fa parte dell’indice di mercato FTSE 250. Plus500 si contraddistingue per un’interfaccia molto semplice della piattaforma e per la possibilità di poter eseguire operazioni sui CFD di numerosi strumenti finanziari.

Avendo un numero molto elevato di clienti, Plus500 deve garantire una protezione totale degli investimenti effettuati. Per questo motivo è regolamentata da 9 autorità differenti:

  • Financial Conduct Authority (Regno Unito);
  • Cyprus Securities and Exchange Commission (Cipro);
  • Australian Securities and Investments Commission (Australia);
  • Financial Markets Authority (Nuova Zelanda);
  • Financial Sector Conduct Authority (Sud Africa);
  • Financial Services Authority (Seychelles);
  • Monetary Authority Of Singapore (Singapore);
  • Israel Securities Authority (Israele);
  • Estonian Financial Supervision and Resolution Authority (Estonia);
  • Dubai Financial Services Authority (Emirati Arabi Uniti).

Per quanto riguarda le criptovalute, è possibile investire su un totale di 19 criptovalute tramite CFD, con un numero che è più basso rispetto a quello dei precedenti broker. Tuttavia, se si pensa che la maggior parte della concorrenza non mette a disposizione nessuna criptovaluta, questo dato assume un significato diverso. Per ogni moneta virtuale viene applicata, automaticamente, una leva finanziaria di 1:2 sull’importo investito.

Per quanto riguarda le commissioni e lo spread, Plus500 non richiede il pagamento delle prime per ogni operazione di compravendita. Lo spread invece varia a seconda della criptovaluta ed è dinamico. Queste monete virtuali hanno una volatilità molto alta e quindi è facile vedere prezzi del tutto opposti nel corso della stessa giornata. Le altre commissioni che possono incidere nelle operazioni sulle criptovalute sono il finanziamento di overnight. Si può vedere l’overnight delle singole criptovalute, insieme all’ora da cui parte la commissione, nella sezione “dettagli” della moneta virtuale.

Questa tabella riporta gli spread di 5 delle 19 criptovalute in CFD disponibili su Plus500. In questo modo è possibile farvi un’idea dei prezzi di mercato. Tenete conto che lo spread è dinamico e dunque nella piattaforma potrebbero essere riportati valori leggermente diversi:

Criptovaluta Spread
Bitcoin 188
Ethereum 8,67
Cardano 0,010
Solana 2,33
Avalanche 0,90

In conclusione, Plus500 rientra sicuramente nei broker più vantaggiosi da scegliere per gli investimenti sulle criptovalute.

Caratteristiche della piattaforma Plus500

⭐ Voto Tradingmania.it: ⭐⭐⭐⭐⭐ 8,2
⭐ Forbes Advisor: ⭐⭐⭐⭐⭐ 4,3/5
🔗 Sito Ufficiale: https://www.plus500.com/it
🇪🇺 Regolamentazioni: CySEC 250/14, CONSOB 4161, FRN 509909, ASIC, FSP 486026
🔒 Sicurezza: Tutti i Protocolli internazionali
🪙​ N° Criptovalute: 19+
✅ Conto Demo: Conto Demo Gratuito (Senza vincoli di deposito)
💰 Deposito minimo: 500€
🇮🇹 Lingua italiana: Si
📈 Trading Crypto: Trading Criptovalute CFD
👛 eWallet: No
₿ Maggiori Criptovalute: Tutte le Maggiori Crypto, Bitcoin, Ethereum, Cardano, Solana, Dege Coin …
💶 Commissioni: Nessuna commissione
🔥 Leva finanziaria: Fissa da 1:2
☎️ Assistenza: Chat 24h su 24h
💰 Prelievo: Sicuri e veloci tramite Bonifico o Carta di Credito
💳 Metodi deposito: Bonifico bancario, Carte di credito
🦄​ NFT: No
👨🏻‍🏫 Formazione: Accademia di Trading, Video, Webinar
📱 App Mobile: Piattaforma mobile per iOS e Android

Maggiori informazioni: Plus500 opinioni e Recensione

Exchange Criptovalute Coinbase

Logo Coinbase

Logo Coinbase

Coinbase è un Exchange presente sul mercato da molti anni, per essere precisi dal 2012, la sede si trova in America a San Francisco in California. Coinbase è la più grande piattaforma al mondo per scambiare Bitcoin, oltre alle sue funzionalità di scambio è possibile utilizzare anche Coinbase Earn. Con Coinbase Earn è possibile guadagnare criptovalute in modo gratuito, infatti la piattaforma offre diverse criptovalute emergenti.

Nel seguente paragrafo vi illustreremo in modo dettagliato come aprire un wallet su Coinbase.

Coinbase è stato creato nel 2012, a San Francisco. Questa piattaforma di exchange centralizzata permette di operare su 238 criptovalute negoziabili. Coinbase è stato il primo exchange a quotarsi in borsa, precisamente quella di NASDAQ, nel 2021.

Offre diversi servizi, come il Coinbase NTF marketplace, simile a quello di Crypto.com, basato sulla compravendita dei token. Esiste anche il Coinbase wallet, che rispetto ad altre piattaforme presenta la possibilità di collegare il wallet al proprio conto personale. Come con le altre piattaforme, inoltre permette di conservare le proprie criptovalute per decidere come utilizzarle.

Caratteristiche dell’Exchange Coinbase

⭐ Voto Tradingmania.it: ⭐⭐⭐⭐⭐ 9,5
⭐ Forbes Advisor: ⭐⭐⭐⭐ 4,3/5
🔗 Sito Ufficiale: https://www.coinbase.com/it/
🇪🇺 Regolamentazioni: Società di Criptovalute quotata in Borsa
🔒 Sicurezza: Crittografia e sicurezza all’avanguardia
🪙​ N° Criptovalute: 8.900+
✅ Conto Demo: No
💰 Deposito minimo: 0,01€
🇮🇹 Lingua italiana: Si
📈 Trading Crypto: Si
👛 eWallet: Si
₿ Maggiori Criptovalute: Tutte le Maggiori Crypto, Bitcoin, Ethereum, Cardano, Solana, Dege Coin …
💶 Commissioni: Variabili da 0,40% a 0,60%
🔥 Leva finanziaria: 1:3
☎️ Assistenza: Chat di Supporto, Centro di Supporto
💰 Prelievo: Sicuri e veloci tramite Bonifico o Carta di Credito
💳 Metodi deposito: Bonifico bancario, Carte di credito
🦄​ NFT: Si
👨🏻‍🏫 Formazione: Centro formazione molto fornito
📱 App Mobile: Piattaforma mobile per iOS e Android

Coinbase si suddivideva in:

  • Conto Coinbase: il più basico, con le funzionalità principali per gestire le criptovalute;
  • Coinbase pro: indicata per i trader, offriva più possibilità per chi voleva fare trading con le criptovalute, basato su limiti di utilzzo maggiori e strumenti più specifici.

Questi due conti si sono uniti, dal 2022, in un unico servizio chiamato Advances Trade. Grazie a questa nuova possibilità i clienti hanno una vastità di scelta maggiore sulla piattaforma, con i servizi uniti delle due risorse elencate sopra.

L’ultimo Coinbase è il Prime, dedicato alle istituzioni finanziarie che vogliono operare con fondi aziendali.

Un servizio molto interessante offerto da Coinbase è la sezione “Per te”. Attraverso quest’opzione è possibile informarsi su tutte le novità delle criptovalute (Coinbase News) e studiare una serie di approfondimenti per imparare tutto ciò che riguarda il mondo delle monete virtuali (educazione).

Coinbase prevede delle commissioni per il prelievo e la compravendita delle criptovalute. Queste commissioni possono variare a seconda del posto in cui si opera: per esempio in Europa, effettuando la compravendita, Coinbase applica una commissione dell’1,49%.

Quando si acquista attraverso carte di credito/debito Coinbase applica il 3,99%. Quando avvengono transazioni tramite bonifico con il deposito non ci sono spese, mentre con il prelievo si pagano 0,15 euro di commissioni.

Le commissioni di Advanced Trade invece cambiano a seconda della quantità di volume presente in un mese di trading: con la crescita di quest’ultimo le commissioni per le operazioni con le criptovalute si riducono sempre di più.

L’assistenza è molto efficace: c’è una sezione chiamata “guida”, dove si affrontano tutti i dubbi più frequenti, poi c’è una live chat e c’è anche la possibilità di contattare telefonicamente l’assistenza al numero +1 (888) 908-7930.

Insomma, con un interfaccia molto intuitiva e un wallet decisamente importante, Coinbase è una delle piattaforme migliori per operare attraverso le criptovalute. Pur essendo stata hackerata nel 2021, la presenza del titolo in borsa lascia una sicurezza importante sulla trasparenza dell’azienda.

Come aprire rapidamente un wallet su Coinbase

Ovviamente, prima di scambiare criptovalute, il primo consiglio che vogliamo darvi è comprarle su Coinbase, passo dopo passo vi mostriamo come si fa.

  1. Collegatevi al sito web ufficiale di coinbase e cliccate sulla voce “Registrazione” o in alto a destra dell’home, cliccate e completate questo form.
    Coinbase home page

    Coinbase home page

  2. Create un conto inserendo tutti i vostri dati su questa schermata:
    Coinbase form registrazione

    Coinbase form registrazione

  3. Ovviamente sarà necessario verificare il vostro indirizzo mail, per cui, cliccate sul link “verifica indirizzo mail
  4. Scegliete paese di origine e inserite il vostro numero di telefono per collegarlo al sistema. Ciò vi consente di accedere con uno standard di sicurezza molto alto alla piattaforma.
  5. Riceverete sul vostro smartphone un sms che contiene un codice di verifica, inseritelo e cliccate su “Verifica numero di telefono”. Da questo momento in poi sarete registrati a Coinbase e potrete completare il processo di registrazione.

Tutto ciò che dovete fare adesso sarà completare le ulte fasi di verifica sulla vostra identità. Poi scegliete un sistema di pagamento e accredito per i vostri guadagni. Verifica identità:

  1. Cliccate su “Verifica la tua identità”;
  2. Scegliete il documento che volete inserire.

Caricate il documento e il gioco è quasi fatto. L’ultimo passo sarà collegare il vostro account al vostro Conto corrente Bancario o alla Carta di credito e depositate denaro per poter comprare le criptovalute. Ad ogni modo, una volta che avrete aperto e impostato il vostro wallet, dovrete utilizzare l’indirizzo del wallet per poter ricevere monete e inviarle ad altri portafogli.

Maggiori informazioni: Coinbase opinioni e Recensione

Exchange Criptovalute Kraken

Logo Kraken

Logo Kraken

Kraken è nato nel 2011, negli Stati Uniti. Questa piattaforma exchange permette di operare nell’Unione Europea, negli Stati Uniti, in Giappone e in Canada. Considerato da molti il più grande sito al mondo se si tratta di scambi di Bitcoin in volumi e liquidità.

Kraken deve il suo successo alla popolarità che è riuscita a guadagnarsi nel tempo. Ogni genere d’investitore la utilizza: da chi è alle prime armi sino ai trader più esperti del settore. Questo forte utilizzo è dovuto, oltre per un’interfaccia decisamente semplice, anche per la diversificazione degli utenti che la piattaforma esegue. Appena accedi infatti è Kraken stesso a chiederti di cos’hai bisogno, permettendoti di scegliere fra quattro soluzioni differenti:

  • Utenti che non hanno mai avuto niente a che fare col mondo di criptovalute;
  • Utenti che hanno già investito e vogliono portare gli investimenti a un livello successivo;
  • Utenti che vogliono cercare dei servizi che non hanno potuto trovare in altri exchange;
  • Utenti che fanno parte di un’azienda, la quale vuole investire in criptovalute.

Ogni percorso offre soluzioni differenti: guide e consigli che permettono di tracciare la strada all’utente, per evitargli ogni senso di disorientamento. Le altre funzionalità della piattaforma sono molto simili a tutte quelle descritte sino ad ora: delle criptovalute da poter scambiare, un wallet dove mantenere le monete virtuali e degli investimenti da poter effettuare. Questa compravendita ovviamente è basata su quanto viene versato e sulle criptovalute di cui si è già in possesso.

Kraken, rispetto alle altre piattaforme, mette a disposizione un conto demo su cui è possibile operare per vedere i risultati ipotetici degli investimenti effettuati. Questa è un’ottima soluzione soprattutto per tutte quelle persone che sono alle prime armi e devono ancora imparare i vari aspetti del mondo delle criptovalute. Si può anche investire attraverso dei margini, così da imporre dei limiti di guadagno o di perdita se si effettuano operazioni di trading.

Le commissioni di Kraken possono variare in base alla tipologia di criptovalute scambiate e al metodo di pagamento selezionato. Questa piattaforma applica una commissione dello 0,9% su ogni stablecoin, con un’oscillazione all’1,5% per tutte le coppie di criptovalute scambiate.

Anche il volume generato porta a stabilire il valore delle commissioni, come riportato nella scheda riservata al programma Kraken Pro. Di conseguenza, maggiori movimenti ci saranno nel sito e più si ridurranno i costi delle commissioni.

Quando si deposita con bonifici SEPA non è prevista nessuna commissioni. Quando si effettua prelievo dal conto di Kraken verso il conto corrente scelto, ci saranno delle commissioni da pagare di un valore decisamente basso.

Il sito, pur non presentando nessuna certificazione per conto di organizzazioni adibite alla sicurezza informatica, ha una serie di connessioni criptate. Per una piattaforma del genere è importante trovare delle soluzioni del genere, perché il numero di utenti nella piattaforma è veramente alto. Si può anche attivare l’autenticazione a due fattori: questa soluzione è molto importante ai fini della protezione dei propri dati personali.

C’è una vasta scelta di materiale didattico, per poter apprendere le nozioni fondamentali sulle criptovalute. C’è anche la possibilità di ricevere un’assistenza clienti costante, di 24 ore su 24 e nell’arco di tutta la settimana. Questo aspetto è decisamente importante, perché con piattaforme del genere gli utenti solitamente cercano spesso l’assistenza clienti.

Exchange Criptovalute OKX

Logo OKX

Logo OKX

OKX nasce nel 2017, grazie all’imprenditore cinese Mingxing Star Xu. Inizialmente nominata Okex, nel 2022 prende il nome di OKX. Questa piattaforma centralizzata permette di usufruire dei servizi di exchange e di wallet. Con la sede legale alle Seychelles, OKX permette di usufruire dei suoi servizi in 200 paesi, esclusi gli Stati Uniti.

Esistono due versioni di OKX: la centralizzata, che permette di eseguire tutte le operazioni che vi descriveremo nel dettaglio e la decentralizzata, che prende il nome di OKX DEX e permette l’esecuzione di operazioni P2P (Quando si trasferisce immediatamente del denaro attraverso un’applicazione).

Attraverso questa piattaforma è possibile approcciarsi all’economia del Web3. Per Web3 si intende l’ultima versione del mondo di internet (sì, oggi essere sempre connessi ci sembra la normalità, ma dovete sapere che da quando è nato internet ha attraversato ben tre fasi differenti, ovvero Web 1.0, Web 2.0 e adesso Web 3.0).

Utilizzare OKX è davvero molto semplice: basta registrarsi, trasferire i fondi (è possibile anche trasferire criptovalute da un altro exchange) acquistare le criptovalute e decidere se mantenerle o farci trading. Nel caso in cui si decide di investirci, c’è anche la possibilità di visionare dei diagrammi per studiare l’andamento del titolo, si possono impostare dei margini di guadagno e/o di perdita e si possono tenere d’occhio le proprie posizioni. Si è liberi di prelevare quando meglio si crede, a seconda delle valutazioni attuali delle monete virtuali a nostra disposizione.

Le commissioni di OKX sono decisamente basse: le commissioni maker (per gli ordini che forniscono liquidità al mercato) partono dal 0,14% mentre quelle taker (per gli ordini che sottraggono liquidità al mercato) dal 0,23%. Questi valori variano a seconda del volume di trading mensile, il numero di asset e il limite di prelievo raggiunto in un giorno. Questa è la tabella completa, dove vengono riportate tutte le commissioni a seconda del livello raggiunto:

Livello

Volumi di trading mensili in EUR

Commissioni maker

Commissioni taker

1

0–100.000

140%

230%

2

100.001–250.000

90%

180%

3

250.001–500.000

70%

140%

4

500.001–2.500.000

50%

90%

5

2.500.001–5.000.000

40%

80%

6

5.000.001–10.000.000

0%

70%

7

10.000.001–20.000.000

0%

50%

8

20.000.001–50.000.000

0%

40%

9

50.000.001 +

0%

30%

Per quanto riguarda la sicurezza della piattaforma, OKX utilizza l’autenticazione a due fattori e segue protocolli di sicurezza rigidi. Si può inoltre contare sul cold wallet: moltissime criptovalute degli utenti sono conservate in un luogo esterno al mondo del web, lontane da potenziali attacchi da parte di hacker. OKX può contare anche sull’autorità della Malta Financial Services Authority (MFSA), per quanto riguarda i paesi provenienti dall’europa.

Si può inoltre ricevere assistenza attraverso la chat live, un contatto via e-mail o anche parlando con un operatore. Tutto ciò dimostra quanto la società permette di operare in sicurezza.

Exchange Criptovalute Bitvavo

Logo Bitvavo

Logo Bitvavo

Bitvavo è nata nel 2018 in Olanda e ha la sede legale ad Amsterdam. Questa piattaforma exchange centralizzata si contraddistingue per la sua facilità di utilizzo, grazie a un’interfaccia veramente semplice e intuitiva. Si può operare su più di 200 criptovalute e anche con questa piattaforma è possibile fare staking. A differenza di Crypto.com, è possibile mettere nel deposito solo 20 criptovalute disponibili, ricevendo delle ricompense a ogni inizio di settimana

L’unica moneta fiat che accetta è l’euro e non sono concessi pagamenti con carte di credito o di debito. Tuttavia, a differenza delle altre piattaforme, permette di operare attraverso PayPal. Non offre gli stessi servizi delle piattaforme descritte in precedenza, quindi risulta essere meno varia.

I fondi, come nel caso di Crypto.com, vengono gestiti nelle cold wallet, con i dati che vengono gestiti attraverso backup in casseforti paragonabili a quelle delle banche. Bitvavo inoltre è sotto la supervisione di De Nederlandsche Bank e si può essere costantemente assistiti attraverso la sezione supporta e con le live chat.

Non ci sono possibilità di effettuare transazioni per le criptovalute pagando sempre con criptovalute e non offre i margini di guadagno e di perdita da impostare durante il trading. A livello di commissioni però Bitvavo è sicuramente uno degli exchange più convenienti presenti sul mercato:

  • I costi di trading si basano sugli importi investiti e sulle commissioni del deposito;
  • I depositi effettuati con i conti correnti sono del tutto gratuiti;
  • L’esborso del prelievo di criptovalute cambia in base alla moneta virtuale. Ogni criptovaluta ha un importo minimo stabilito per essere prelevato.

Questa è la tabella riassuntiva con le informazioni principali, mentre per tutti i dettagli su ogni criptovaluta è spiegato tutto con chiarezza alla pagina principale dell’exchange, al seguente sito: (bitvavo.com/it/fees)

  • Deposito SEPA: Gratuito;
  • Prelievo SEPA: Gratuito;
  • Deposito PayPal: 2%;
  • Prelievo Crypto: Varia a seconda della criptovaluta;
  • Maker: 0,03% – 0,15%;
  • Taker: 0,04% – 0,25%

 

Exchange Criptovalute Nexo

Logo Nexo

Logo Nexo

Nexo è nata nel 2018, a Londra da Antoni Trenchev. Al giorno d’oggi può vantare circa 6 milioni di utenti presenti in tutto il mondo. Questa piattaforma centralizzata di exchange offre più di 70 criptovalute negoziabili. Funziona nel seguente modo:

  • L’utente deposita le criptovalute all’interno della piattaforma, una volta convertite;
  • La società concede un interesse annuale su queste criptovalute;
  • La società, attraverso la liquidità delle criptovalute, concede dei prestiti ad altri utenti, chiedendo come compenso un interesse;
  • I ricavi di Nexo si basano sulla differenza in percentuale fra gli interessi che pagano agli utenti e gli interessi che ricevono dagli utenti che ottengono un prestito.

I tassi d’interesse di Nexo sono decisamente buoni: variano a seconda della domanda presente per la moneta virtuale, il tipo di criptovaluta e la quantità di essa che depositiamo.

Si possono aumentare anche del 2% scegliendo di ricevere dei token Nexo piuttosto che degli euro. Il token di Nexo, in base a quanti si è in possesso, permettono di ottenere diversi vantaggi, come:

  • Riduzione dell’interesse per la concessione di un prestito;
  • Interesse incrementato per i depositi di criptovalute;
  • Interesse maggiore sui depositi di stablecoin (criptovalute dai valori stabili);
  • Aumento di interesse sui depositi di valute fiat;
  • Interesse più alto sui token nexo;

Il token Nexo ha un valore che aumenta all’aumentare dell’utenza presente sulla piattaforma. Attraverso quest’ultima infatti la domanda aumenta.

I rendimenti che la piattaforma offre sono decisamente alti, sino al 16% all’anno. Le commissioni sono variabili, anche in base a quanti utenti stanno utilizzando la piattaforma sul momento. Si hanno a disposizione dagli 1 ai 5 prelievi gratuiti al mese, a seconda del livello di fedeltà che si raggiunge. Si possono anche esportare le criptovalute su una chiavetta, senza pagare commissioni.

Il livello di sicurezza è molto alto: basta pensare che è regolamentata da vari enti, come quello italiano dell’OAM (l’Organismo competente in via esclusiva ed autonoma per la gestione degli Elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi.). L’assistenza clienti è basata su una live chat, con la possibilità di parlare anche con un operatore umano.

Exchange Criptovalute Gemini

Logo Gemini

Logo Gemini

Gemini è stato fondato nel 2014, negli Stati Uniti, dai gemelli Winklevoss. Questa piattaforma di exchange, che è stata una delle prime a nascere, è stata la prima a permettere di operare l’Ethereum e il Zcash.

Questo exchange centralizzato permette di operare su 83 criptovalute, in 60 paesi differenti compreso l’Italia. La sicurezza, per questa piattaforma, è importante: l’exchange viene gestito attraverso delle complesse chiavi private e online viene conservata una parte veramente piccola di dati. Tutto ciò serve per evitare possibili attacchi di hacker.

Il volume giornaliero di transazioni ammonta a circa 20 milioni di dollari: agli utenti viene offerta una carta gratuita, come incentivo, per pagare in criptovalute e usufruire di ricompense e di un cashback che può arrivare al 3%. Gli interessi generati dallo staking, attraverso questa piattaforma, ammontano per un totale di 8,05% annuale.

Anche Gemini ha un portafoglio virtuale: il wallet consente di effettuare scambi di criptovalute, fra il wallet personale e quello dell’exchange. Questo serve per distinguere le criptovalute che si vogliono conservare (wallet personale) con quelle con cui si vuole fare trading (wallet dell’exchange). Nel caso in cui, una volta effettuate le operazioni di trading, si vogliono riportare le criptovalute nel proprio portafoglio principale è necessario solo pagare una commissione.

Le criptovalute, con questo Gemini wallet, sono totalmente al sicuro. È attrezzato con un’assicurazione contro il furto e ha del capitale di riserva, poiché Gemini una trust company (società professionale) dello stato di New York.

Per depositare non ci sono spese, mentre le commissioni vengono attribuite per effettuare la compravendita di criptovalute.

Gemini, che ha una piattaforma web e un’applicazione mobile, applica uno spread fisso dello 0,5%. A questo spread fisso viene aggiunta, a seconda dell’importo immesso, una commissione che può variare. Quando ci sono ordini più alti di $200 si applica una commissione standard dell’1,49%. Quando si acquista con una carta di debito, la commissione è del 3,49%.

Se si decide di utilizzare ActiveTrader (la piattaforma extra di Gemini, con più servizi inclusi), vengono applicate commissioni differenti, date dal volume di transazioni avute nel mese. Inoltre, le commissioni per la compravendita dipendono dalla liquidità presente nella fase di acquisto. Con una disponibilità immediata viene applicata la commissione taker del 0,35%. Con l’attesa di un compratore invece viene applicata la commissione maker del 0,25%.

Una grande pecca della piattaforma è un’assistenza clienti decisamente sotto il livello della concorrenza. Nella piattaforma si può trovare la sezione “help”, nella quale provare a trovare le soluzioni per ogni problema. In alternativa serve aprire una pratica attraverso la sezione “Contact Us”. Molte persone su Trustpilot si sono lamentate del servizio di assistenza praticamente inesistente, mentre l’applicazione di Gemini ha riscontrato un successo decisamente maggiore, toccando voti quasi di 5/5.

Exchange Criptovalute YouHodler

Logo YouHodler

Logo YouHodler

YouHodler è nata nel 2018, in Svizzera, da Ilya Volkov. Questa piattaforma exchange permette di scambiare 52 criptovalute e 8 stablecoin (criptovalute con il valore ancorato al prezzo di un’altra moneta virtuale). Anche qui è disponibile un portafoglio virtuale, insieme a un conto di risparmio che permette di generare interessi su ogni criptovaluta di cui si è in possesso. YouHodler fa parte della Crypto Valley Association ed è regolamentata in Svizzera, Italia e altri paesi dell’Unione Europea.

Le modalità di conversione sono da fiat a crypto e da crypto a crypto. Oltre a poter ottenere dei ricavi attraverso le criptovalute di proprietà, è possibile anche ottenere prestiti istantanei garantiti.

Pur presentando meno monete virtuali rispetto alla concorrenza, questa piattaforma permette di scambiare le criptovalute più in risalto come Bitcoin, Ethereum, Solana, Binance Coin, Ripple e Tether.

Questa piattaforma presenta due funzionalità che la contraddistinguono dagli altri exchanges:

  • MultiHODL: Risulta essere una combinazione fra un exchange di crypto e una piattaforma di trading tradizionale. Attraverso questo strumento è possibile utilizzare la leva finanziaria, per usufruire al meglio della volatilità che le criptovalute mostrano. Vengono utilizzati anche i prestiti crittografici (accordi dove gli utenti utilizzano gli esborsi in criptovaluta come garanzia per avere un prestito da un prestatore) per moltiplicare le criptovalute sia al rialzo che al ribasso. Si possono moltiplicare le monete virtuali da 3 a 50 volte. MultiHODL presenta diversi rischi ed è adatto di più per chi ha una maggiore esperienza nel settore. YouHodler stessa suggerisce di destinare nel conto di risparmio sino al 90% dei fondi disponibili, percependo così un profitto sicuro dell’8%, mentre nel MultiHODL al massimo un 20%;
  • Turbocharge: quest’opzione permette di avere in prestito diverse monete virtuali, ai fini di un aumento dei guadagni. Si attiva così una catena di prestiti: si parte dalla valuta fiat, utilizzata in prestito per l’acquisto, senza commissioni, di diverse crypto e poi la utilizza come garanzia per gli altri prestiti a catena.

Per quanto riguarda le commissioni, non sono previste in caso di apertura e chiusura del conto. Il deposito minimo è di 100 euro, mentre le commissioni nelle operazioni si suddividono in:

  • Commissioni deposito: gratis se avviene attraverso bonifico o con criptovalute, dell’1% con carte di credito e del 4,5% con carte di debito;
  • Commissioni prelievo: possono partire dai 5 euro sino ai 70 euro, a seconda del tipo di operazione effettuata;
  • Commissione bonifici: il 5% della transazione.

Vengono forniti prestiti minimi di $100, con commissioni su questi ultimi tra l’1 e l’1,5%. L’importo minimo per il trading è di $10.

Per quanto riguarda la sicurezza, l’exchange è decisamente avanti: ha avuto in Svizzera la licenza FINMA. In Italia, dal 2022, YouHodler è registrata e approvata dall’OAM e può svolgere il servizio di fornitore di criptovalute senza andare contro le leggi nazionali sul settore.

Exchange Criptovalute KuCoin

Logo KuCoin

Logo KuCoin

KuCoin, con sede nelle Seychelles, è una piattaforma exchange che offre diversi token e servizi aggiuntivi come prestiti, staking e futures trading. Si può operare anche attraverso il token esclusivo della piattaforma, il KuCoin Shares, che permette di avere vantaggi quali dividendi distribuiti giornalmente e sconti sulle commissioni di trading.

L’utilizzo della piattaforma non varia molto rispetto alle altre descritte precedentemente: ci si iscrive con la classica registrazione, viene richiesta la verifica dell’email e si può impostare l’autenticazione a due fattori (molto importante ai fini della sicurezza) e una volta eseguito ciò è possibile depositare i fondi ed effettuare la compravendita di criptovalute.

Per chi è più esperto è possibile utilizzare anche i margini di ricavo e di perdita e le futures, il tutto attraverso il monitoraggio dei grafici messi a disposizione nella piattaforma.

La piattaforma incentiva il suo utilizzo attraverso una serie di bonus, distribuiti così:

  • Bonus di benvenuto: attivabile al momento della registrazione, può variare da 0,1 a 400 USDT;
  • Bonus sul deposito o acquisto di criptovalute: può raggiungere anch’esso sino ai 400 USDT e si attiva, come dice il nome stesso, dopo ogni deposito o acquisto di monete virtuali;
  • Bonus per la prima operazione di trading: sino a 1400 USDT previsti per la prima operazione eseguita sull’exchange;
  • Bonus Pro Trading: se si eseguono determinate operazione è possibile ricevere sino a 1000 USDT.

KuCoin presenta inoltre una sezione apposita per ottenere ricavi dagli interessi delle criptovalute mantenute. Si chiama “earn” e offre opzioni come:

  • Pool-X: in questa piattaforma vengono depositati i token e si possono ricavare i premi staking. Per ogni operazione che sostiene la blockchain e attiva lo staking, si ricevono token;
  • Crypto Lending: è possibile ricavare degli interessi dalle criptovalute che si prestano ad altri utenti. Quest’opzione è utilizzata soprattutto da coloro che sfruttano la leva finanziaria;
  • KuCoin Earn: scegliendo fra i vari prodotti, con scadenze e tassi d’interesse differenti, è possibile ricavare degli interessi sulle crypto attive.

KuCoin offre una commissione standard, stabilita dal 2021, dello 0,1% sia per il maker che per il taker. Queste commissioni possono essere ridotte se si è in possesso del token KuCoin Shares. Come anche altre piattaforme, maggiore è il livello di volume (rapportato a quanti token KuCoin Shares possiedi) e minore è il prezzo delle commissioni.

Il prelievo riporta commissioni che variano in base alla criptovaluta. Queste possono subire delle modifiche anche in base al traffico della piattaforma e alle condizioni di mercato. Il deposito invece non presenta nessuna commissione inclusa.

La piattaforma ha subito un attacco hacker nel 2020, ma ha prontamente risposto rimborsando totalmente i suoi utenti e affidandosi a un fondo di assicurazione.

Exchange Criptovalute Bybit

Logo Bybit

Logo Bybit

Nata nel 2018, Bybit è una piattaforma exchange dov’è possibile utilizzare una leva finanziaria fino a 1:100. Il deposito minimo è a partire da 1 USD e c’è un vantaggio a disposizione di chi utilizza la piattaforma: un’assicurazione mutua per coloro che operano sul mercato e vanno incontro a oscillazioni importanti.

Presenta delle commissioni maker di 0,075% e delle commissioi taker di 0,025%. Non ci sono commissioni su depositi e prelievi.

Fra i vantaggi della piattaforma c’è sicuramente il fatto che è comoda e intuitiva per l’utilizzo. Inoltre il contratto future (BTC/USD) ha un prezzo veramente ridotto: partono da 1 USD. C’è un portafoglio, come nelle altre piattaforme, che ti permette di tenere in ordine le monete virtuali e capire come muoversi nel mercato.

Gli svantaggi della piattaforma sono sicuramente la poca chiarezza su come occuparsi dei futures, soprattutto per i principianti. Sono disponibili per l’acquisto solo USDT, BTC ed ETH: troppi pochi se confrontati con la concorrenza. Inoltre non ci sono le modalità per risolvere eventuali disguidi causati dalla piattaforma. Insomma, considerato che anche su Trustpilot non ha ricevuto voti entusiasmanti, ci sono piattaforme migliori rispetto a questa per operare sulle criptovalute.

Exchange Criptovalute HTX

Logo HTX

Logo HTX

HTX è una piattaforma exchange, nata nel 2013 grazie a Leon Li, un ex ingegnere di Oracle. Ha stabilito i suoi uffici a Hong Kong, negli Stati Uniti e nella Corea del Sud. Inizialmente con Sede a Pechino, dal 2020 si è trasferita a Singapore perché la Cina ha bandito i token ICO, che sta per Inital Coin Offering e sono una forma di finanziamento (di cui si occupa HTX).

Ci si deve registrare e il deposito minimo da effettuare è di $100. La piattaforma presenta un’interfaccia molto semplice e intuitiva. Ciò è dovuto al fatto che si può operare con 375 criptovalute differenti (non ci sono però valute fiat). Le principali sono il Bitcoin, il Litecoin e l’Ethereum, con cui è possibile effettuare il trading di margine con una leva del 5X e una commissione giornaliera dello 0,1%.

La piattaforma presenta una sicurezza ottimale: è incorporata a Singapore, dove le regole crittografiche sono avanzate. C’è l’autenticazione a 2 fattori, importantissima al giorno d’oggi se si vuole operare in sicurezza. Il 98% dei file è conservato in una piattaforma esterna. Il servizio clienti è decisamente rapido, con risposte che arrivano solitamente entro un’ora tramite e-mail, chat o chiamata. L’unica pecca è che si viene risposti o in inglese o in cinese mandarino.

Fra i servizi offerti ci sono numerose coppie di trading con cui fare investimenti, un fondo tutela utenti (un deposito utilizzato anche da altre piattaforme per rimborsare gli utenti in caso di furti), il trading a margine (che permette di impostare dei limiti di ricavi o perdite e non è disponibile in tante exchange) e l’API HTX. Attraverso quest’ultimo è possibile utilizzare dei robot trading per automatizzare le operazioni di trading con le proprie criptovalute, attraverso delle chiavi API generate dall’utente.

Il piano di commissioni, come per la maggior parte delle piattaforme, si basa principalmente sullo scambio di volumi presenti nell’exchange. Non sono previste commissioni per i depositi, mentre per la negoziazione ci sono delle commissioni maker e taker dello 0,2% (riducibili allo 0,1% con volumi molto alti. Per quanto riguarda i depositi, dipende dalla moneta:

  • Bitcoin: 0.001%;
  • EOS: 0,5%;
  • Ethereum: 0,5%;
  • XRP: 0,1%;
  • Litecoin: 0,001%;
  • Legare: 20%.

Insomma, il sistema di commissioni è nella media rispetto alle altre piattaforme. La piattaforma sembra affidabile, anche grazie a una sicurezza decisamente elevata e a una chiarezza di informazioni presenti nella loro piattaforma

Exchange Criptovalute BitGet

Logo Bitget

Logo Bitget

Bitget è nata nel 2018, a Singapore. Se siete amanti del calcio e l’avete sentita nominare, sicuramente è per via delle sponsorizzazioni con Lionel Messi e la Juventus. Quest’exchange ha raggiunto numeri impressionati, posizionandosi fra le cinque piattaforme migliori per quanto riguarda le operazioni di futures.

La piattaforma è utilizzata da 8 milioni di utenti distribuiti in 200 paesi differenti. Il volume di scambi giornalieri ammonta a 10 miliardi. Conta più di 600 dipendenti che lavorano negli uffici di 38 paesi diversi.

Bitget sta sempre più facendo parlare di sé grazie alla trasparenza e alla vicinanza costante all’utente, che d’altronde è la base attraverso la quale queste piattaforme possono riscuotere successo o meno.

I metodi principali utilizzati da Bitget per proteggere la propria piattaforma sono l’autenticazione a due fattori, la crittografia SSL e una serie di protocolli attuati dopo vari consulti con aziende di cyber security. Questa società dunque tiene in particolar modo alla sicurezza, mettendo a disposizione anche un fondo di 200 milioni per eventuali rimborsi agli utenti causati da furti.

Le commissioni sono più care rispetto ad altre piattaforme: i depositi e i prelievi richiedono pagamenti che possono variare a seconda della criptovaluta e della blockchain, mentre se si vogliono eseguire dei prelievi fiat tramite terzi il prezzo da pagare dipende dal tipo di intermediario scelto. Le commissioni sui futures di Bitget sono strutturate nel seguente modo:

  • Commissioni maker dello 0,02%, con una riduzione al 0,017% in caso di utilizzo del token esclusivo della piattaforma BGB;
  • Commissione taker dello 0,06%, con una riduzione al 0,051% in caso di utilizzo del token esclusivo della piattaforma BGB.

Il conto può essere standard o VIP: com’è facilmente intuibile il primo è per i principianti, mentre il secondo è per gli utenti più esperti. Il deposito minimo invece varia a seconda della criptovaluta con cui si vuole operare e della blockchain in questione.

C’è la possibilità di usufruire di un conto demo e di utilizzare la Bitget Academy, oltre a poter effettuare il copy trading (replicare le operazioni dei trader più esperti). Queste accortezze dimostrano quanto Bitget tenga a ogni tipologia di utente, soprattutto colui che ha appena iniziato a muovere i primi passi nel mondo delle criptovalute.

In conclusione, Bitget risulta essere una piacevole alternative alle piattaforme exchange più famose e più di moda. Offre dei servizi veramente completi e può essere una soluzione molto interessante.

Exchange Criptovalute Bitstamp

Logo Bitstamp

Logo Bitstamp

Bitstamp è nata nel 2011, a Lussemburgo. Questa piattaforma exchange è molto limitata nella liquidità per via di un problema importante: tratta solo una decina di criptovalute. Non è presente nessuno spread e le commissioni sono decisamente basse, tuttavia sono presenti nei depositi e nei prelievi (a differenza di altre piattaforme analizzate in precedenza) in alcune criptovalute. Altre monete virtuali invece presentano commissioni del tutto assenti. La piattaforma è disponibile in tutti e 26 i paesi dell’UE, per un totale di 100 paesi. Si possono impostare 8 lingue, compresa l’italiano. Si può utilizzare sia la versione web che l’applicazione mobile.

L’exchange concentra tutta la sua liquidità principalmente sulle due monete virtuali più di spicco: il Bitcoin e l’Ethereum. Le altre criptovalute sono:

  • XRP;
  • Litecoin;
  • Bitcoin Cash;
  • Stellar Lumens;
  • Chainlink;
  • USD Coin;
  • OMG Network;
  • Paxos Standard.

Si possono accoppiare le criptovalute fra di loro (per un totale di 42) o con valute quali l’EUR, il GBP (sterlina) e l’USD (dollaro americano).

Bitstamp prevede commissioni per le operazioni di trading, in base al volume generato nell’ultimo mese. Il massimo di una commissione è il 0,5% a operazione, per un volume di trade sotto i 10.000$ USD. Il minimo di una commissione è di 0$, per un volume di trade superiore a 10.000.000$ USD.

Le commissioni principali invece sono le seguenti, riportate in questa tabella.

Tipo di pagamento

Deposito

Prelievo

SEPA
minimo/massimo
commissioni
rapidità


Nessuno
Gratuito
1-2 giorni lavorativi


Nessuno
3 EUR
2-3 giorni lavorativi

ACH
minimo/massimo
commissioni
rapidità


Nessuno
Gratuito
2-3 giorni lavorativi


Nessuno
Gratuito
4-5 giorni lavorativi

Pagamenti più veloci (UK)
minimo/massimo
commissioni
rapidità


Nessuno
Gratuito
24 ore


Nessuno
2 GBP
1 giorno lavorativo

Carte di debito/credito
minimo/massimo
commissioni
rapidità


Nessuno
5%
1-2 giorni lavorativi


Nessuno
5%
2-3 giorni lavorativi

Bonifico internazionale
minimo/massimo
commissioni
rapidità


Nessuno
0,05% (minimo 7,5$)
2-3 giorni lavorativi


Nessuno
0,1% (minimo 25$)
4-5 giorni lavorativi

Cripto
minimo/massimo
commissioni
rapidità


Senza limiti
Gratuito
Immediato


Nessuno
0,0005 BTC
Immediato

 In conclusione, Bitstamp è un’ottima alternativa alle piattaforme di criptovalute più utilizzate. Ha un’assicurazione per coprirsi in caso di perdita o furto dei fondi dei clienti. Garantisce inoltre che il 98% degli asset digitali della piattaforma è archiviato in una sede fisica, offline. Una delle lacune di Bitstamp è la mancanza di sezioni educative sulla propria piattaforma.

Exchange Criptovalute Gate.io

Logo Gate.io

Logo Gate.io

Gate.io, fondata nel 2013, è una piattaforma exchange con molti servizi a disposizione, risultando completa al livello di altre piattaforme. Si può fare trading sulle futures e c’è anche una leva finanziaria messa a disposizione.

Presenta una serie di caratteristiche importanti, come:

  • Varie opzioni di trading: si possono utilizzare 700 criptovalute distribuite in vari mercati, anche attraverso futures, con opzioni di leva da 100x per diverse coppie;
  • Offerte iniziali di scambio: si può accedere in anticipo a token innovativi, prima che raggiungano un determinato mercato. Grazie a ciò è possibile progettare operazioni vantaggiose sulle criptovalute;
  • Mercato NFT: si può operare nei Non-Fungible Token senza andare incontro a costi troppo elevati durante la compravendita. Il tutto può essere pagato con criptovalute, come ETH e USDT;
  • Meccanismi di staking diversificati: ci sono diverse strategie, come il mining di liquidità (un processo in cui i detentori delle crypto prestano risorse a un exchange decentralizzato, in cambio di ricompense), che permettono di avere rendimenti sulle partecipazioni in criptovalute;
  • io Pay: si può pagare utilizzando le criptovalute, anche per le transazioni quotidiane;
  • Protocolli di prestito: come per altre piattaforme, anche in questa exchange è possibile prestare le proprie crypto per ricevere tassi d’interesse. Molti token sono idonei al programma di prestito.
  • Credito in criptovalute: questi prestiti si possono offrire ma anche ricevere, con garanzie in criptovalute;
  • Conto demo: Gate.io, a differenza di tante altre piattaforme, offre una simulazione di trading in criptovalute per poter permettere di effettuare degli investimenti senza il rischio di perdere beni reali;
  • Copy trading: Si può prendere spunto dalle strategie dei migliori trader in circolazione,
  • Accessibilità su più piattaforme: Gate.io può essere utilizzata sia sul browser che attraverso l’applicazione mobile.

La piattaforma è regolamentata: presenta una registrazione presso il Registro delle imprese di Hong Kong. Rispetta tutte le normative Know Your Customer (KYC) e Anti-Money Laundering (AML). Moltissimi dei fondi dei clienti sono scollegati dal web e vengono custoditi in archivi fisici.

Supporta 20 lingue e può essere utilizzata in 190 paesi differenti. Le commissioni di trading partono dallo 0,2%. Sui futures ci sono ordini maker dello 0% e ordini taker a partire dallo 0,04%.

In conclusione, anche questa è un’alternativa molto valida rispetto alle piattaforme exchange più famose in circolazione.

Exchange Criptovalute bitFlyer

Logo Bitflyer

Logo Bitflyer

L’ultima piattaforma che descrivo in questa vastissima guida è bitFlyer. Avviata nel 2014 da due ex dipendenti di Goldman Sachs (società leader nell’investment banking) questa piattaforma exchange al momento è molto limitata.

Supporta 7 criptovalute, che sono:

  • Bitcoin;
  • Bitcoin cash;
  • Ethereum;
  • Ethereum Classic;
  • Litecoin;
  • Monacoin;
  • Lisk.

Le coppie di criptovalute sono in tutto 6:

  • BTC/BCH;
  • ETH/BTC;
  • BTC/USD;
  • BTC/EUR;
  • ETH/JYP;
  • BTC/JYP.

I futures Bitcoin sono in tutto quattro, mentre la leva finanziaria che adotta la piattaforma arriva sino all’1:4. bitFlyer addebita una commissione standard dello 0,20% su ogni operazione di trading e spread compresi tra lo 0,10% e il 6% in base al volume di scambi mensili.

Le commissioni sui pagamenti sono decisamente elevate: c’è sia la percentuale fissa che l’importo della transazione.

Le tariffe sono descritte nella seguente tabella:

Tipo di pagamento

Deposito

Prelievo

PayPal
minimo/massimo
commissioni
rapidità


10/2000 euro
4,9% + 0.35 euro
Immediato


10/2000 euro
0,30 euro
24 ore

Carta di debito/credito
minimo/massimo
commissioni
rapidità


10/2000 euro
1,95% + 0,25 euro
1-3 giorni lavorativi


10/2000 euro
0,30 euro
1-3 giorni lavorativi

Bonifico
minimo/massimo
commissioni
rapidità


10/2000 euro
1,95% + 0,25 euro
 1-3 giorni lavorativi

10/2000 euro
0,30 euro
1-3 giorni lavorativi  

iDeal
minimo/massimo
commissioni
rapidità


10/2000 euro
0,29 euro
Immediato


10/2000 euro
0,30 euro
24 ore

Sofort
minimo/massimo
commissioni
rapidità


10/2000 euro
0,9% + 0,25 euro
Immediato


10/2000 euro
0,30 euro
24 ore

Giropay
minimo/massimo
commissioni
rapidità


10/2000 euro
0,6%-1,20% + 0,25 euro
Immediato


10/2000 euro
0,30 euro
24 ore

bitFlyer addebita uno 0,20% fisso su ogni operazione di trading e uno spread aggiuntivo compreso tra lo 0,1% e il 6,0%, in base alla volatilità e liquidità dei mercati.

C’è un importo minimo per effettuare le operazioni, che con bitFlyer parte da 0,001 BTC. La dimensione massima dell’ordine per una singola azione invece è di 20 BTC. Questo exchange è utilizzabile in tutti i paesi dell’UE, oltre che agli Stati Uniti e il Giappone. Purtroppo non è disponibile in italiano.

BitFlyer utilizza l’autenticazione a due fattori e la crittografia sul server, con l’80% dei fondi che è depositato in un fondo fisico esterno alla piattaforma. La piattaforma è regolamentata da importanti organismi finanziari come l’Agenzia per i servizi finanziari del Giappone. Inoltre presenta una serie di strumenti didattici per imparare tutto ciò che c’è da sapere sulle crypto, e un servizio clienti disponibile dalle 9 alle 18, via email o con un form online.

Nel complesso è una piattaforma valida, anche con diverse recensioni positive. Tuttavia l’assenza della lingua italiana, in un Paese come il nostro dove non si è dei grandi conoscitori della lingua inglese, rappresenta sicuramente un ostacolo importante.

Exchange Criptovalute BitMEX

Logo Bitmex

Logo Bitmex

BitMEX, lanciata da Arthur Hayes nel 2014 e con sede alle Seychelles, è un exchange di criptovalute che nel 2019 ha raggiunto 11 miliardi di scambi in un giorno. Nella piattaforma si possono utilizzare solo strumenti finanziari derivati e si può effettuare la compravendita sulle criptovalute più famose, con una leva che raggiunge addirittura 100.

Oltre alle futures, questa piattaforma offre dei servizi esclusivi che sono:

  • BitMEX UP: a un determinato prezzo e una data di scadenza, si può speculare su determinate criptovalute;
  • BitMEX DOWN: funziona nel senso opposto rispetto alla precedente, ovvero si ottengono dei ricavi se si azzecca la previsione di ribasso di una determinata criptovaluta.

Le criptovalute messe a disposizione dalla piattaforma sono il Bitcoin (che è anche la moneta di riferimento, utilizzata come parametro per tutte le operazioni), l’Ethereum, il Cardano, il Bitcoin Cash, il Litecoin, il Ripple e il Tron.

Poiché la moneta di riferimento è il Bitcoin, anche tutte le commissioni si basano su quest’ultima, con delle conseguenti difficoltà nel capire quanto si sta negoziando e prelevando. Con i contratti perpetui le commissioni taker sono dello 0,075% sulla singola operazione.

Con i futures i valori oscillano. Le commissioni taker sono sempre dello 0,075%, mentre per quelle maker c’è uno sconto dello 0,02%. Quando si opera attraverso BitMEX UP e DOWN non c’è nessun costo di commissione applicato.

Oltre alla compravendita, a volte si applicano delle commissioni anche su depositi e prelievi. Per i depositi bisogna attendere una decina di minuti una volta effettuata l’operazione, per avere a disposizione le monete virtuali, mentre il prelievo si può effettuare una volta al giorno, con l’importo che viene accreditato in giornata.

Insomma, la piattaforma è un po’ confusionaria e le recensioni non ne parlano proprio bene: molti utenti mostrano scetticismo sull’utilizzo del Bitcoin in questo modo e ci si lamenta del fatto che prima di prelevare dev’essere effettuato un ulteriore deposito. La piattaforma non è consigliata.

Exchange Criptovalute CEX.IO

Logo CEX.IO

Logo CEX.IO

CEX.IO nasce nel 2013, a Londra. Offre la possibilità di operare attraverso le criptovalute con monete come l’EUR, l’USD, il GBP e il RUB. La piattaforma può contare monete virtuali come:

  • Bitcoin;
  • Ether,
  • Ripple;
  • XLM;
  • Bitcoin Cash;
  • Dash;
  • Zcash;
  • Bitcoin Gold.

Presenta un livello di sicurezza decisamente adeguato: l’exchange è in possesso di un certificato PCI DSS (Payment Card Industry Data Security Standard) di livello 2 ed è registrato nel FinCEN (la rete per la lotta contro i reati finanziari). Come numerose altre piattaforme, anche questa dispone dell’autenticazione a 2 fattori: quest’opzione è troppo importante al giorno d’oggi per la sicurezza dei propri dati.

Rispetto ad altri exchange, CEX.IO prevede delle commissioni sia per i depositi, per i prelievi e per le negoziazioni. Per quanto riguarda i depositi, si può depositare con qualsiasi valuta legale: anche se diverse da EUR, USD, GBP e RUB, la piattaforma converte automatica la valuta immessa senza nessuna spesa. Sia per i depositi che per i prelievi bisogna verificare prima la propria identità.

Questa è la tabella dei limiti di transazione sui depositi e prelievi, dov’è possibile pagare con VISA e Mastercard e la commissione è del 3,5% con l’aggiunta di 0,25$:

Questa è la tabella dei limiti di transazione sui depositi e prelievi, dov’è possibile pagare con VISA e Mastercard e la commissione è del 3,5% con l’aggiunta di 0,25$:

1 transazione

2 transazioni

3 transazioni

4 transazioni

Un minimo di $20

Un minimo di $20

Un minimo di $20

Un minimo di $20

Un massimo di $1,000

Un massimo di $3,000

Un massimo di $10,000

Un massimo di $10,000

Giornalmente $1,000

Giornalmente $3,000

Giornalmente $10,000

Giornalmente $10,000

Mensilmente $3,000

Mensilmente $30,000

Mensilmente $100,000

Mensilmente $100,000

Come per quasi tutte le piattaforme, per quanto riguarda le commissioni maker e taker c’è l’influenza del volume giornaliero, come riportato nella seguente tabella:

Volumi trade

Taker

Maker

Minore o uguale a 5

0,25%

0,16%

Minore o uguale a 30

0,23%

0,15%

Minore o uguale a 50

0,21%

0,13%

Minore o uguale a 100

0,20%

0,12%

Minore o uguale a 200

0,18%

0,10%

Minore o uguale a 1000

0,15%

0,08%

Minore o uguale a 3000

0,13%

0,04%

Minore o uguale a 6000

0,11%

0,00%

Maggiore a 6000

0,10%

0,00%

Anche CEX.IO dunque può essere considerata una valida soluzione per operare sulle criptovalute. Le recensioni su Trustpilot ad esempio hanno un voto di 4,6/5, un numero decisamente alto rispetto alla media di valutazione delle exchange.

Exchange Criptovalute CoinEx

Logo CoinEx

Logo CoinEx

CoinEx è nato nel 2016 a Hong Kong, con sede in Estonia. La piattaforma è intuitiva e particolarmente rapida nell’esecuzione delle operazioni, se confrontata con altre exchange. Questa velocità è dovuta al fatto che la piattaforma ha adottato una politica di mantenimento del 100% della sua riserva. In parole povere, i soldi che immetti nella piattaforma rimangono lì, senza essere utilizzati in nessun altro modo

Per quanto riguarda la sicurezza, questa piattaforma non ha mai subito attacchi hacker: utilizza dei protocolli di sicurezza solidi, bloccando nell’immediato gli IP sospetti.

Supporta tutte le principali valute fiat e presenta oltre 180 criptovalute. Seppur il volume della piattaforma è rappresentato principalmente dal Bitcoin, con un 12%, ci sono anche altre monete virtuali a disposizione come l’Ethereum, il Litecoin e il Bitcoin Cash. C’è la possibilità di usufruire anche del token esclusivo dell’exchange, il CoinEX Token (CET) eseguito nella blockchain CoinEx.

Come moltissime altre piattaforme, si possono effettuare scambi fra numerose coppie di monete virtuali e si possono gestire in un wallet personale.

Rispetto ad alcuni exchange, questo presenta il trading a margine. Un altro servizio interessante riguarda il Coin-M: questo è come un contratto Futures, senza però un’effettiva data di scadenza.

Utilizzabile anche su applicazione mobile, questa piattaforma presenta un limite importante se non si verifica l’identità: da sino un milione di dollari al giorno si passa a poter prelevare “solo” $10,000. Per quanto riguarda le commissioni invece la suddivisione è questa:

  • Commissioni takers a partire dallo 0,20% per gli utenti di livello 0 (più si sale di livello nella piattaforma, più vantaggi si ottengono). Per gli utenti arrivati al quinto livello queste scendono sino allo 0,05%;
  • Commissioni makers a partire dallo 0,20%, sino ad arrivare allo 0,00% se si sale di livello.

Si può decidere se depositare soldi reali oppure criptovalute di cui si è già in possesso. Nella seconda ipotesi, ci sono degli importi minimi da rispettare:

  • BTC: 0,001, con un prelievo minimo di 0,001 a fronte di una commissione di 0,00030;
  • ETH: 0,02, con un prelievo minimo di 0,02 a fronte di una commissione di 0,0021;
  • USDT: 1, con un prelievo minimo di 1 a fronte di una commissione di 0,3;
  • DOGE: 10, con un prelievo minimo di 10 a fronte di una commissione di 10.

Si può utilizzare anche l’assistenza clienti, attraverso chat ed email. Per quanto riguarda le recensioni, su Trustpilot i voti sono del 2,7/5, mentre su Google Play di Android con oltre 80.000 voti c’è una valutazione di 4,1/5.

In conclusione, questa piattaforma non presenta particolari vantaggi che porta l’utente alla scelta di questo exchange. In rapporto qualità/prezzo sembrano esserci piattaforme decisamente migliori.

Exchange Criptovalute Klickl

Logo klickl

Logo klickl

Klickl è nato nel 2017. Questa piattaforma exchange cerca di unire le commissioni basse con un’alta velocità di liquidità, attraverso le operazioni che si possono effettuare. Permette di operare con svariate criptovalute, tipo Bitcoin, Ethereum, XRP, Litecoin, Ripple, IOTA, Dash, EOS, Stellar Lumens, Monero, Zcash, Cardano, NEM, NEO, Tron, Lisk, Steem, Bitshares, Waves e tanti altri.

Questo exchange, che ha presentato dei volumi di utenza in costante crescita negli ultimi anni, si è adeguata ai servizi standard offerti dalla concorrenza. Non permette l’accesso agli utenti provenienti da Paesi con sanzioni previste in caso di operazioni su criptovalute.

Per quanto riguarda le commissioni, non ci sono distinzioni fra maker e taker. Questo modello viene chiamato dalla piattaforma stessa “tariffa fissa”. Questa commissione, dello 0,20%, è decisamente alta rispetto ad altre piattaforme exchange.

Per quanto riguarda i prelievi, l’exchange presenta un vantaggio rispetto alle altre piattaforme: prelevare il Bitcoin richiede una commissione di solo lo 0,0004%.

Si possono concedere dei prestiti, attraverso i quali è possibile ottenere dei ricavi passivi: si può ottenere sino al 25% con le principali criptovalute e sino al 15% sui principali stablecoin.

Una delle proposte più interessanti di Klickl è il Rewards Hub, che offre USDT ai clienti soddisfano dei requisiti di trading.

Ci sono richieste per principianti e richieste avanzate. I compiti per principianti partono da depositi iniziali superiori a 500,00 USDT. Il premio per chi è primo nel volume di trade giornaliero è di ≥2.000,00 USDT.

Non ci sono particolari recensioni su internet e la società sembra orientata per un’utenza prevalentemente americana. Ci sono sicuramente alternative migliori rispetto questa piattaforma.

Exchange Criptovalute Bitfinex

Logo Bitfinex

Logo Bitfinex

Bitfinex, nato nel 2012, ha sede a Hong Kong ma risulta essere registrato nelle Isole Vergini. Questa piattaforma ha registrato diverse situazioni spiacevoli sin dall’inizio della sua attività. Nei primi anni viene hackerata, subendo prima un furto di 1500 Bitcoin e successivamente un furto di 100.000 Bitcoin. Per rimediare a questo incidente la piattaforma decise di tagliare del 36% fondi dei loro clienti, fornendo loro il token BFX dal valore di un dollaro. Questa decisione non rese felice nessun cliente.

Dopo diverse diatribe con delle banche, ecco un nuovo scandalo nel 2019: l’exchange registra oltre 300 milioni di dollari di ricavi annuali, nascondendo però incassi da 850 milioni di dollari ottenuti con Crypto Capital. I fondi di questa socieà vengono congelati, dopo una serie di accuse, con anche gli 850 milioni di dollari di Bitfinex. Viene intentata una causa da parte di Letitia James, procuratore generale di New York.

Secondo la causa, Bitfinex ha trasferito più di un miliardo di dollari verso il processore di pagamento panamense, noto come “Crypto Capital Corp“, senza siglare alcun accordo.

Bitfinex ha riportato così perdite per 1 miliardo di dollari. L’exchange si è comportata spesso in maniera scorretta nei confronti dei propri clienti, incassando dai fondi e restituendo token come il Tether. Quest’ultimo, secondo diverse voci, non è neanche finanziato dall’azienda stessa.

In conclusione, senza analizzare nel dettaglio la piattaforma, per la quantità di exchange a disposizione e con i servizi offerti al giorno d’oggi, sconsigliamo assolutamente una piattaforma come questa.

La reputazione per un’exchange è importantissima e quella di Bitfinex è pari a zero.

Differenze fra una classica piattaforma di trading e una piattaforma exchange

Ci sono delle differenze importanti rispetto a una piattaforma di trading e una piattaforma exchange.

Nelle piattaforme di trading, almeno che non operi attraverso MetaTrader 4 e MetaTrader 5 che ti permettono di accedere direttamente al mercato, si ha a che fare con degli intermediari che non ti fanno operare direttamente sul mercato.

Quando si acquisiscono azioni reali infatti non è possibile rivenderle. Si diventa però il proprietario del titolo e, come azionista della società, è possibile anche ricevere dei dividendi (nel caso in cui si opera con dei broker e non attraverso MT4 ed MT5, bisogna vedere se le piattaforme consentono la distribuzione dei dividendi).

Si possono effettuare operazioni di rialzo o ribasso, esclusivamente sull’andamento del titolo, attraverso i CFD. In questo caso non si è in possesso realmente del titolo. I CFD ti permettono inoltre di operare attraverso l’utilizzo della leva finanziaria, che fa variare l’importo che si investe: si possono aumentare così sia i ricavi che le eventuali perdite. I contratti per differenza sanciscono degli accordi che iniziano nel momento in cui si acquistano e si concludono con la chiusura dell’operazione.

Insomma, sia nel caso di azioni reali che nel caso di CFD ma anche di ETF, Forex, materie prime ecc. si ha a che fare con degli intermediari che non ti fanno accedere direttamente al mercato, fornendo così costi di commissioni ridotti.

Nel caso delle piattaforme exchange ci sono sempre degli intermediari di mezzo (che sono le piattaforme stesse), con tanto di commissioni, tuttavia è possibile accedere direttamente alle blockchain dove sono presenti le criptovalute. Una vola effettuato il deposito e aver convertito i soldi reali in criptovalute Bitcoin, Ethereum o altre, è possibile gestire queste monete virtuali nel proprio portafoglio virtuale (wallet) vendendole in qualsiasi momento ritenuto opportuno o anche trasferendole in una chiavetta. Nel caso dell’exchange dunque il prodotto diventa tuo a tutti gli effetti, anche se di mezzo ci sono le piattaforme.

Quali sono gli aspetti negativi degli Exchange di criptovalute?

Se fino ad ora ne abbiamo esortati i pregi adesso andiamo ad analizzare quali potrebbero essere i difetti, gli aspetti negativi di questi exchanges di criptovalute. Iniziamo col dirvi che gran parte degli scambi di valute digitali, di criptovalute nel nostro caso, vengono definiti “scambi centralizzati“. Questi scambi dovrebbero essere usati con la massima attenzione perché, per utilizzarli, dovrete depositare i vostri beni al loro interno.

Ci riferiamo, come detto in alto, al trasferimento delle criptovalute dal wallet a l’Exchange.

A volte potrebbe succedere che nascano delle difficoltà in merito all’acquisto e alla vendita di altcoin. Fare Trading sulle altcoin su un exchange implica che le tue criptovalute saranno messe a repentaglio, perché per fare trading criptovalute dovrai indubbiamente muoverle e farle girare sul mercato. Proprio come fossero dei dollari o degli euro quindi.

La custodia e la centralizzazione delle criptovalute sono sempre state definite i principali problemi della comunità blockchain sin dal lancio dei Bitcoin nel 2009. Grazie ad una nuova economia finanziaria decentralizzata piano piano questi problemi si stanno risolvendo. Oggi la nuova tecnologia e le applicazioni digitali all’avanguardia stanno portando sempre più ad un’economia digitale decentralizzata.

Detto questo l’importanza di un Exchange affidabile è tutto, nel prossimo paragrafo vi illustreremo i fattori di maggiore importanza.

Quanta importanza ha l’utilizzo di un Exchange affidabile?

L’importanza di un Exchange affidabile ha davvero un’importanza grande.

I più grandi Exchange lavorano ogni giorno per risolvere i problemi relativi al trasferimento delle criptovalute. I migliori del settore offrono costanti e immediate soluzioni ai problemi di scambio di criptovalute, offrendo in primis una piattaforma che consente agli utenti di poter facilmente tenere sotto controllo la totalità delle loro risorse digitali.

Ciò vuol dire che se siete in possesso di Altcoin su una piattaforma exchange di criptovalute e volete proteggerlo, potete creare un portafoglio (e-wallet) su Coinbase e trasferire o mantenere le vostre cripto lì, senza rischiare nulla.

Gli e-wallet consentono di ricevere delle criptovalute anche da altri portafogli e conservarle con sicurezza in un unico posto. Molti di questi utilizzano la tecnologia SmartKey che permette ad ogni utente di accedere  e inviare criptovalute a più e-wallet semplicemente usando un codice, una chiave, quello che chiamiamo “indirizzo del wallet“.

FAQ: Domande frequenti

      Quali sono i migliori Exchanges di Criptovalute?

      Le migliori piattaforme o Exchanges di Criptovalute sono Binance, Coinbase, Kraken, Crypto.com e Bistamp.

      Che differenza c’è tar una broker di criptovalute e un exchange?

      Attraverso gli exchanges si possono scambiare, comprare o vendere criptovalute possedendole realmente (gli exchange non sono regolamentati), mentre attraverso un broker di criptovalute è possibile investire sul valore delle varie crypto con il trading CFD, senza possederle realmente.

      Come funziona un Exchange di Criptovalute?

      Un Exchange di criptovalute è una piattaforma di scambio, acquisto e vendita di criptovalute, grazie al quale è possibile scambiare monete fiat (Euro, Dollaro ecc … ) con Criptovalute.

      Come posso comprare le Criptovalute?

      Per acquistare le criptovalute è necessario iscriversi ad una piattaforma di scambio o Exchange.

      Quali sono i migliori Wallet per le Criptovalute?

      I migliori Exchanges di criptovaluute offrono anche il servizio di eWallet dove mantenere le proprie criptovalute al sicuro.

      Come posso aprire un account su Binance?

      Per aprire una account su Binance è necessario collegarsi al sito ufficiale, inserendo una mail e una password. Ricordati di attivare l’autenticazione a due fattori.

      eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer

      Scrivi un commento