Morgan Stanley propone di acquistare le obbligazioni danneggiate di El Salvador

La grande scommessa di Bayib Bukele presidente di El Salvador su Bitcoin, con il recente crollo gli si è ritorta contro, la banca d’investimento americana e le società di servizi finanziari Morgan Stanley incoraggino i propri investitori a comprare le obbligazioni a scarso rendimento della nazione.

Secondo Simon Waever, di Morgan Stanley, il mercato ha  “punito eccessivamente” i 7,7 miliardi di dollari di eurobond  dal governo del Salvador, indipendentemente dal fatto che il paese abbia prestazioni migliori metriche rispetto ad altri colleghi problematici, ha riferito Maria Elena Vizcaino di Bloomberg il 19 luglio.

Come ha spiegato Waever:

“I mercati stanno chiaramente scontando un’alta probabilità dello scenario di autarchia in cui El Salvador va in default, ma non vi è alcuna ristrutturazione”.

Effetti delle cattive condizioni di mercato

Infatti il prezzo del Bitcoin è calato di un terzo del suo valore dal massimo stori del 2021, con perdite di circa il 48% per El Salvador, che ad oggi detiene 56 milioni di dollari in Bitcoin

Per questo, le obbligazione di El Salvador del 2021 è calata di 32 centesimi sul dollaro a 28 centesimi nel 2022 scendendo ancora il 15 luglio al minimo storico di 26,3 centesimi.

Dal punto di vista di Weaver, il debito dovrebbe essere scambiato in media a 43,7 centesimi per dollaro, anche se la nazione è sulla strada del default. Tuttavia, ammette che le possibilità di raggiungere questo livello nel prossimo futuro erano basse di fronte all’inasprimento della liquidità globale.

Secondo il rapporto, il pessimismo del mercato è in parte dovuto alle decisioni irregolari del presidente Bukele, come fare moneta legale a Bitcoin, annunciare una vendita fallita di obbligazioni in dollari legate all’asset digitale e licenziare alcuni dei massimi giudici della nazione.

Inoltre, Waever ritiene anche che il Fondo monetario internazionale (FMI) dovrebbe avere un ruolo in qualsiasi potenziale ristrutturazione:

“Affinché una ristrutturazione funzioni, è quasi sempre necessario coinvolgere il FMI e/o ci sia una chiara spinta alla riforma da parte del governo. (…) Dato che questo potrebbe non essere l’impianto di una potenziale ristrutturazione, potrebbe facilmente finire per essere una trattativa prolungata”.

Il ministro delle finanze di El Salvador, Alejandro Zelaya, aveva annunciato la prevista emissione di un’obbligazione garantita da Bitcoin per la fine di marzo. 

Tuttavia, Bukele lo annuncia dal novembre 2021, impegnando metà del miliardo di dollari raccolto per la costruzione di infrastrutture energetiche e minerarie Bitcoin e l’altra metà per aumentare le risorse crittografiche di El Salvador, ha riferito Finbold .

Fonte: finbold

Canale Youtube

Scrivi un commento