Home Forex trading Perché si perde denaro nel trading online?

Perché si perde denaro nel trading online?

204
0
SHARE
Perché si perde denaro nel trading online?

Uno dei motivi principali che rispondono alla domanda “perché si perde denaro nel trading online” è imputato alla psicologia del trader.

Per questo oggi il nostro intento è di approfondire l’argomento che riguarda le scelte che si prendono nei momenti in cui si investe il proprio denaro nel trading.

Anche se sicuramente avrete sentito dire che si perde denaro a causa di un errata scelta del broker, vogliamo ricordarvi che il fattore primario di perdita di denaro riguarda la psicologia.

Nonostante ciò, i nostri consigli per limitare le perdite con i broker sono i seguenti:

Copiare gli altri trader: Prova Gratis il Social Trading di eToro;

Leggere una Guida di trading: Scarica gratis l’ebook di 24option;

Aprire un conto Demo per fare pratica: Apri un conto demo gratis con Markets.

Ma partiamo dal principio.

Cos’è il Trading Online?

Il Trading Online è anche conosciuto con l’acronimo inglese TOL, e si tratta della compravendita di strumenti finanziari tramite internet.

Questo servizio consente appunto l’acquisto e la vendita on-line di strumenti finanziari come azioni, obbligazioni, futures, titoli di stato, ecc.

I vantaggi nell’utilizzo di questo tipo di servizi online sono principalmente i minori costi di commissione richiesti all’investitore e la possibilità di quest’ultimo di potersi informare bene sull’andamento di un particolare Titolo o della Borsa in generale, attraverso la visualizzazione di grafici e informazioni utili sui titoli, per effettuare con maggiori dati le scelte d’investimento.

Questo tipo di pratica comprende vari modi di operare da parte degli investitori.

La psicologia del Trader

Il Trading è una delle attività più estenuanti e difficili che si possono intraprendere.

Gran parte dei Trader di successo è concorde nell’affermare che il successo si basa principalmente su questi punti:

  • Prima di tutto è fondamentale l’analisi tecnica del Mercato e lo sviluppo di un buon metodo di Trading;
  • Sarà importante applicare dei ferrei principi di Money Management;
  • Ancora più di tutte sarà basilare la comprensione di se stessi e la determinazione di che cosa ci si aspetterà di raggiungere dal Trading.

Si raccomanda, per operare al meglio e con più sicurezza, di sviluppare un piano di Trading.

Un piano di Trading è uno strumento che vi consentirà di definire chiaramente i vostri obiettivi, e potrà così esservi d’aiuto a conseguirli. Sarà importante imparare a redigere e implementare un piano personale.

Cos’è un piano di trading?

Piano di Trading Online

Un piano di Trading è uno schema o un insieme di linee guida, che vi potranno aiutare a delineare la vostra attività di Trading.

Questo strumento vi si potrà rivelare particolarmente utile per la pianificazione e l’attuazione di una strategia di negoziazione.

Non esiste un modello assoluto a cui ci si dovrà attenere per ottenere un piano di Trading perfetto, perché ogni Trader è unico, e di conseguenza stili diversi si adattano a persone diverse, ci sono bensì elementi universalmente accettati da prendere in considerazione nella stesura di un piano personale.

Sarà importante capire come attuare il proprio piano di azione.

Il piano di Trading può essere paragonato ad esempio ad una cartina stradale, dove si può vedere il percorso da compiere dal punto in cui ci si trova a quello che si desidererà raggiungere, e quindi metaforicamente parlando sarà importante avere in mente un’immagine chiara di entrambi i posti.

Non smettete mai di farvi domande!

Sarà bene porsi delle determinate domande, come ad esempio:

  • “Dove vi trovate ora?”;
  • “Che tipo di trader siete?”;
  • “Quali conoscenze ed esperienze avete?”;
  • “Quale capitale avete a disposizione per la negoziazione?”;
  • “Dove volete andare?”;
  • “Cosa volete raggiungere con il vostro Trading?”;
  • “Quali sono i vostri tempi operativi?”;
  • “Che cos’è per voi il successo?”.

Esistono comunque delle regole generali del piano di Trading.

E’ vero che non esiste un modello assoluto a cui un Trader potrà fare riferimento per redigere un piano di Trading perfetto, ma ci sono comunque delle regole generali che potranno tornare d’aiuto nella maggior parte dei casi, come ad esempio:

  • Sarà importante mettere tutto per iscritto. Si raccomanda fisicamente di scrivere o digitare al computer i motivi per cui si è scelto di fare Trading e gli obiettivi principali che si spera di raggiungere. Questo vi potrà essere d’aiuto nell’organizzare i vostri pensieri e a consolidare il vostro piano.
    Si raccomanda di registrate i propri progressi.
  • Sarà bene sviluppare un metodo chiaro e conciso per registrare le proprie attività di negoziazione.
  • Nella pianificazione di una strategia a lungo termine sarà essenziale essere in grado di vedere le negoziazioni passate e presenti, sia dal punto di vista dell’apprendimento sia per tenere traccia dei Mercati in cui si starà operando o ai quali ci si sarà già esposti.
  • Bisognerà controllare le proprie finanze. La gestione del capitale è un altro elemento cruciale del piano di Trading.
  • Ci sarà bisogno di un piano per gestire i propri investimenti, soprattutto la propria esposizione al rischio.

Si potrà anche utilizzare l’Agenda di Trading all’interno di software pensati per questo motivo, dove si potranno raccogliere tutte le proprie annotazioni.

Si potranno inoltre aggiungere note e grafici ogni volta che si aprirà, chiuderà o modificherà una posizione o un ordine.

Ci si potranno porre molte domande sul piano di Trading dal momento che si procederà con la stesura del proprio piano di Trading, ma di solito le principali sono ad esempio “Qual è la motivazione che vi spinge a fare Trading”.

Le possibili risposte potrebbero essere ad esempio, per garantirsi una vita tranquilla, per fare rapidamente dei soldi ogni volta che sarà possibile, per il semplice gusto della sfida, per fare più soldi possibili.

Un’altra domanda potrebbe essere “Qual è la propria propensione al rischio” e delle possibili risposte potrebbero essere ad esempio che si ama correre dei rischi, oppure che si vorrà avere un approccio bilanciato tra rischio e rendimento, o ancora che si preferisce agire in sicurezza.

Un’altra domanda importante potrebbe essere “Quanto tempo si potrà dedicare al Trading”, e delle possibili risposte potrebbero essere ad esempio che si tratta del proprio lavoro a tempo pieno o l’opposto che si tratta solamente del proprio tempo libero, ma con impegno, o ancora che si tratta di un hobby, quindi per quando se ne avrà voglia.

Un ultimo esempio di domanda possibile potrebbe essere “Qual è il proprio livello di conoscenza”, e le possibili risposte potrebbero essere ad esempio che si conoscono molto bene i Mercati finanziari e la maggior parte dei metodi di Trading, oppure che si conoscono alcune aree in modo approfondito, ma altre gli sono sconosciute, o ancora che si è un neofita del Trading finanziario, ma s’impara in fretta, o che si sta per iniziare e si conoscono solo i principi di base.

Sicuramente si incontreranno diversi vantaggi derivati dal piano di Trading.

Tra i vantaggi quindi di un piano di Trading uno sarà sicuramente che potrà rappresentare un valido aiuto in molteplici situazioni, come ad esempio, si potranno configurare le strutture per gestire meglio il rischio:

Quantificando in anticipo il rischio, si potrà applicare un approccio scientifico per valutare se un particolare Trade avrà un alto o un basso rischio.

Un esempio di scala di rischio per Trade potrebbe apparire come indicato di seguito:

  • Basso rischio: 1-2% della quota totale;
  • Rischio medio: 2-5% della quota totale;
  • Rischio alto: oltre il 5% della quota totale;
  • Imprudente: oltre il 20% della quota totale.

Un altro modo per considerare il rischio sarà quello d’impostare un rapporto rischio/rendimento.

Le strategie per evitare di perdere denaro nel trading online

Si potranno stabilire in anticipo le strategie di entrata e di uscita: in molti, se non nella maggior parte dei casi, coordinare le entrate e le uscite, costituirà la parte più stressante dell’intera transazione.

Di questi tempi, si corre spesso il rischio di basare una decisione su una risposta emotiva, anziché strategica.

Per questo motivo, potrà essere estremamente utile stabilire chiari criteri e regole per la gestione dell’entrata e dell’uscita a cui attenersi.

Per esempio, si potranno utilizzare i grafici per controllare i Trend del Mercato, e stabilire di avviare una transazione solo quando emergono particolari pattern.

In alternativa, nel considerare la chiusura di una posizione, si potranno stabilire dei limiti di profitto/perdita a cui attenersi man mano che la posizione si evolverà.

Potrà essere molto utile disporre di una serie di linee guida da voi stabilite in un ambiente razionale, lontano dalla pressione di una transazione in corso.

Prova il Social trading di eToro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here