pessimi semestrali popolare di vicenza

Dopo i pessimi dati semestrali, un bilancio per la Popolare di Vicenza

eToro Trading Bitcoin

Di recente la Banca Popolare di Vicenza ha reso noti i risultati semestrali pubblicati in seguito alla capitalizzazione da 1,5 miliardi di euro di cui è stato protagonista il Fondo Atlante, ma in realtà piuttosto snobbata dai mercati.
Il dato evidenzia un preoccupante rosso di 795 milioni di euro, su cui certamente hanno pesato le rettifiche sui crediti, i rischi per i contenziosi e la rottura con Cattolica Assicurazioni.

Tradingmania.it consiglia

eToro Conto Demo Gratis

Tradingmania.it

La mancata quotazione in borsa a Maggio ha inoltre deluso le aspettative di molti investitori e ora l’istituto vicentino deve trovare rimedi efficaci per poter tornare a guardare con speranza e determinazione ai prossimi mesi.

Il nuovo presidente dell’istituto Gianni Mion, che insieme all’ad Francesco Iorio ha presentato personalmente la pessima semestrale, ha recentemente aperto la strada a un’eventuale alleanza o fusione, per costruire su basi più solide il futuro della Popolare di Vicenza. Come lo stesso Mion ha dichiarato:

La strada della fusione è importante, bisognerà vedere in che modo. Se ci saranno soluzioni migliori, ben vengano, ma per il momento non ho consapevolezza che ci sia alcuna manifestazione di interesse. Stiamo parlando con i vertici di Veneto Banca per capire quali potrebbero essere le possibili sinergie sulle società prodotto e sui costi.

Poche certezze ma molta determinazione nelle parole del presidente, che non ha certo perso tempo sin dal suo insediamento ai vertici della banca: negli ultimi 6 mesi infatti Mion ha avviato una importante riduzione dei costi che ha ridotto gli oneri operativi del 5,4%, portandoli a 321,6 milioni di euro.

Un risultato su cui tuttavia hanno pesato le rettifiche per 938,8 milioni di euro, in particolare quelle seguite alla conclusione del rapporto con il partner storico Cattolica Assicurazioni, e che ha causato una svalutazione della partecipazione per oltre 229,9 milioni su un totale di 310,8 milioni.

Il disastroso risultato di 795 milioni in negativo era comunque prevedibile e previsto, e in relativo miglioramento rispetto agli 1,05 miliardi di euro registrati nel giugno dello scorso anno, a loro volta dovuti all’incremento dei livelli di copertura dei crediti e al distacco da Cattolica Assicurazioni.

In ogni caso come già accennato il management vicentino guarda al futuro in positivo, come si desume dalle parole dell’amministratore delegato Francesco Iorio, per il quale:

Quello che invece importa di più è che sia stato avviato il rilancio del gruppo, che l’aumento di capitale da 1,5 miliardi interamente sottoscritto dal fondo Atlante abbia ripristinato adeguati livelli di patrimonializzazione (ora il Cet 1 Ratio è al 10,75% rispetto al 6,65% di dicembre 2015), e che sia migliorata la liquidità.

pessimi semestrali popolare di vicenza

Francesco Iorio

Ora l’istituto bancario pare deciso a fare pulizia e riorganizzare dal profondo la società, portando a casa già ora numeri alquanto confortanti.
Sempre Iorio ricorda che la raccolta è ripresa, da fine maggio a fine agosto abbiamo riportato a casa 850 milioni di euro, e il trend è costante.
Il livello di copertura dei crediti deteriorati, attualmente fermo a 9,4 miliardi di euro lordi, sale al 46,2% con un aumento di 3 punti percentuali rispetto a fine 2015.
In soli 3 anni e mezzo abbiamo fatto rettifiche per 3,2 miliardi di euro.

Alla luce dei conti e dei cambiamenti strutturali previsti per i prossimi mesi, verrà inoltre elaborato un nuovo e più idoneo piano industriale, che dovrebbe essere pronto già per la prima metà di ottobre.

xtb Trading Demo

Il piano dovrebbe basarsi su tre driver principali, ovvero il recupero dell’efficienza operativa, la riduzione del rischio di credito e la ricostruzione di un rapporto fiduciario col territorio. Notizie positive quindi, ma rimangono molte tematiche ancora da risolvere, prima su tutte la razionalizzazione delle agenzie e della forza lavoro: basti pensare infatti che fino a oggi sono state chiuse ben 150 filiali, di cui 71 solo nel 2016, e ci sono stati 550 esuberi.

Inoltre sono stati messi da parte 230 milioni di euro per le conciliazioni, una cifra che però rischia comunque di essere insufficiente di fronte agli oltre 7000 reclami smossi per un ammontare di circa 620 milioni richiesti.

Risolutiva sarebbe una eventuale fusione con Veneto Banca, anch’essa sotto il controllo di Atlante, un’ipotesi che per ora resta sullo sfondo ma, come ricordato dallo stesso Iorio:

Le forme di collaborazione devono essere le più profonde possibili, e ricordo che qualche tempo fa la fusione era stata chiesta dalla stessa Banca d’Italia. Andava fatta allora, oggi ci sarebbe una banca con una quota di mercato importante.

Rimpianti ormai inutili, ma gli scenari futuri non appaiono d’altro canto così neri, e la determinazione pare non mancare ai vertici della società. Staremo a vedere come si evolverà la vicenda nelle prossime settimane.

Nel mondo del trading online non basta informarsi per avere un quadro corretto della situazione e cominciare a guadagnare: occorono informazioni sempre aggiornate e pertinenti, in grado di fornire una verosimile proiezione sui possibili andamenti dei mercati che il trader esperto sfrutterà per investire con oculatezza.

OptionWeb da anni si occupa di fornire ai propri trader tutte le informazioni e il sostegno necessari non solo per investire, ma per imparare a investire.

optionweb
Per questo oggi è tra i broker opzioni binarie più rinomati al mondo, merito di una professionalità e di una fiducia guadagnate negli anni e garantite dall’Unione Europea e da Consob, oltre che del prezioso sostegno dei migliori analisti finanziari, grazie ai quali possiamo garantire ritorni fino al 91%.
Tra l’altro, se avete intenzione di investire nel trading e siete agli inizi, vi consigliamo fortemente di iscrivervi ad un corso di trading per iniziare seriamente a fare soldi.

Visitate il nostro pratico e moderno sito, dotato di una piattaforma tra le più apprezzate sul mercato, e iniziate a scoprire i vantaggi esclusivi disponibili per i clienti OptionWeb.

Se volete conoscere altre metodologie per fare soldi, consultate questo sito web www.millionaireweb.it/come-fare-soldi-online/

eToro Trading Bitcoin

Tradingmania.it consiglia

eToro Conto Demo Gratis

Tradingmania.it