“Profondo rialzo” per le criptovalute: l’analista commenta il rapporto di Deutsche Bank

Un sondaggio tra i consumatori negli Stati Uniti condotto dalla potente società di investimenti Deutsche Bank fornisce approfondimenti “rialzisti” sul mercato delle criptovalute.

In quanto improbabile ma gradita fonte di speranza durante il nervosismo del mercato delle criptovalute, il rapporto di Deutsche Bank, il “Futuro delle criptovalute”, fa luce sull’attività potenzialmente rialzista delle criptovalute

Un sondaggio fondamentale per il rapporto suggerisce che è probabile che né i trader né gli investitori si separeranno dalle loro partecipazioni in criptovalute in caso di mercato ribassista.

Marion Laboure, direttore della strategia macro per Deutsche Bank, ha dichiarato a Cointelegraph:

“È interessante notare il profondo rialzo delle criptovalute. Anche in un mercato crittografico estremamente ribassista in cui i valori sarebbero scesi dell’80%, meno della metà degli investitori afferma che ridurrebbe i propri investimenti o uscirebbe dal mercato”.

DB ha intervistato 3.250 consumatori statunitensi all’inizio di dicembre 2021, di cui 680 utilizzavano criptovaluta. L’indagine doveva essere rappresentativa del censimento statunitense, coprendo diversi generi, età, redditi, regioni e razze o etnie.

Il rapporto divide i risultati in tre gruppi, trader, investitori e operatori di transazione. La parte del leone sono stati gli investitori: l’80% degli intervistati ha ammesso di aver investito in criptovalute negli ultimi sei mesi.

Anche in un mercato crittografico estremamente ribassista, meno della metà dei trader (che rappresentano oltre il 35% degli intervistati) afferma che ridurrebbe il proprio trading. Inoltre, oltre il 70% prevede di aumentare (in modo significativo o leggermente) la propria attività crittografica nei prossimi sei mesi.

Tieni presente che Deutsche Bank ha condotto il rapporto a dicembre e, sebbene i mesi possano sembrare anni nel settore delle criptovalute, il rapporto ipotizzava che “pochissimi orsi crittografici sono attivi nello spazio”.

Laboure ha parlato a favore delle criptovalute, spiegando che sebbene la volatilità sia scontata, ” potrebbe diventare l’oro digitale del 21° secolo “. Il suo datore di lavoro è d’accordo; Deutsche Bank ha dichiarato nel marzo dello scorso anno che BitcoinBTC ) è ” troppo importante per essere ignorato “.

Infine, nel segno che forse il sentimento per arricchirsi velocemente si sta attenuando, il sondaggio ha anche rivelato che “solo una piccola percentuale di investitori crede che le criptovalute siano un biglietto d’oro”.

Tuttavia, è possibile che i trader siano invece semplicemente passati ai token non fungibili, dove nel 2021  regnavano la speculazione e l’euforia .

Fonte: cointelegraph.

Canale Youtube

Scrivi un commento