Quanto in basso andrà il Bitcoin? BTC si immerge quasi del 20% in 7 giorni

La perdita settimanale di Bitcoin è la peggiore che la moneta abbia visto da settembre 2020.

Dopo che Bitcoin ha raggiunto il suo ultimo massimo storico di oltre $ 40.000 all’inizio dell’anno, la criptovaluta ha registrato alcuni cali minori. A un certo punto, gli analisti hanno espresso la preoccupazione che se BTC non fosse riuscito a riconquistare in modo solido il segno di $ 35K, potrebbe essere previsto un ulteriore calo.

Tradingmania.it consiglia

xtb Trading Crypto

Tradingmania.it

Ora, sembra che quelle “ulteriori gocce” siano arrivate. Secondo Reuters, il Bitcoin è sceso a un minimo di tre settimane di $ 28.800 all’inizio della sessione asiatica prima di stabilizzarsi intorno a $ 32.000. Secondo i dati di CoinMarketCap, il calo si è aggiunto a un calo del 17,94% che si è verificato negli ultimi sette giorni, il più grande calo settimanale di BTC da settembre.

Tradingmania.it consiglia

xtb Trading Criptovalute

Tradingmania.it

L’ascesa di Bitcoin negli ultimi mesi è stata fortemente alimentata da una narrativa che include diversi fattori. Innanzitutto, la liquidità istituzionale è saldamente fissata al prezzo di BTC; in secondo luogo, che BTC è sempre più visto come una copertura contro l’inflazione; e terzo, che gli investitori al dettaglio sono più esperti rispetto agli anni precedenti (e quindi meno propensi a “vendere nel panico”).

Tuttavia, questo ultimo calo potrebbe essere in qualche modo antitetico a quella narrativa. Cosa ha causato la caduta del prezzo di Bitcoin e cosa c’è dopo?

C’è stato un attacco a doppia spesa riuscito sul netowrk di Bitcoin?

Doug Schwenk, presidente e amministratore delegato di Digital Assets Research (DAR), ha dichiarato  che il calo può essere parzialmente contribuito a “una discussione su una potenziale doppia spesa in Bitcoin“.

“Questo potrebbe essere un segno di un grave problema di sicurezza, ma sembra essere una questione di routine che è stata esagerata”, ha detto Schwenk . “Tuttavia, le voci non sono rassicuranti per i nuovi partecipanti al mercato”.

Quello che è successo? Un Tweet pubblicato da BitMEX pubblicato il 20 gennaio ha affermato che “sembra che sia stata rilevata una piccola doppia spesa di circa 0,00062063 BTC ($ 21)”, ha detto il Tweet.

In risposta al rapporto, Kyle Rodda, analista di IG Markets a Melbourne, ha detto a Reuters che mentre “non si vorrebbe razionalizzare troppo in un mercato che è inefficiente e immaturo come bitcoin“, c’è sicuramente “un’inversione quantità di moto.”

“La mandria ha probabilmente guardato questo e ha pensato che suonasse spaventoso e scioccante e ora è il momento di vendere”, ha aggiunto.

Indipendentemente dal fatto che il Tweet sia stato o meno la causa di questa importante “inversione di tendenza”, numerosi analisti di criptovaluta hanno sottolineato qualcosa di piuttosto significativo: la doppia spesa non è realmente avvenuta.

Sebbene due versioni della stessa transazione siano state trasmesse in rete, “SOLO 1 verrà infine accettata”.

Il trader e commentatore di criptovalute Hasu ha spiegato in un post sul blog su Deribit che “occasionalmente, due pool di mining trovano un nuovo blocco all’incirca nello stesso momento, e questi blocchi hanno la stessa difficoltà accumulata”.

“Quindi alcuni nodi passano a un blocco e altri nodi passano al secondo blocco”, ha continuato. “Per un breve periodo, la rete Bitcoin viene quindi biforcata. Ma le probabilità sono che la biforcazione venga risolta una volta trovato il blocco successivo “.

In altre parole, la rete Bitcoin funziona in modo tale che a volte le transazioni vengono momentaneamente duplicate. Tuttavia, questo di solito viene corretto in pochi minuti.

In effetti, Lucas Nuzzi, responsabile del prodotto per i dati di rete presso CoinMetrics, ha spiegato in una serie di tweet che mentre c’erano più versioni di una singola transazione trasmessa sulla rete Bitcoin con diversi importi di commissioni, “SOLO 1 sarà alla fine accettata”.

Tradingmania.it consiglia

xtb Trading Criptovalute

Tradingmania.it

Nuzzi ha indicato la quantità apparentemente grande di preoccupazione per il tweet di BitMEX come “un campanello d’allarme per i media crittografici”.

“La ricerca BitMEX sta facendo un lavoro straordinario per la comunità … La loro rappresentazione di ciò che è accaduto era accurata. Sfortunatamente, il loro messaggio è stato grossolanamente travisato per clickbait “, ha detto.

La nuova amministrazione presidenziale statunitense sta influenzando i mercati BTC?

Tuttavia, mentre il tweet di BitMEX Research e il ciclo mediatico che ne è seguito potrebbero aver contribuito al calo dei prezzi di BTC, gli analisti ritengono che ci siano altri fattori in gioco.

Doug Schwenk ha sottolineato che alcuni dei comportamenti normativi previsti dall’amministrazione Biden potrebbero anche far piovere un po ‘di pioggia sulla parata di Bitcoin.

“Abbiamo notizie di una scelta di regolamentazione esperta di criptovaluta ma percepita come forte per la SEC, Gary Gensler, e commenti negativi di Janet Yellen nella sua audizione di conferma ” , ha detto.

Tradingmania.it consiglia

xtb Scalping DAX

Tradingmania.it

Tradingmania.it consiglia

xtb Cristoforo Giordano

Tradingmania.it

Mark Grabowski, professore associato presso la Adelphi University e autore di Cryptocurrencies: A Primer on Digital Money , ha dichiarato che “i commenti negativi della futura segretaria al Tesoro Janet Yellen sulla criptovaluta” potrebbero aver spaventato i mercati di Bitcoin.

Yellen: gli awmakers dovrebbero “limitare” l’uso delle criptovalute perché sono “principalmente” utilizzate per attività illegali.

Infatti, durante l’udienza di conferma di martedì 20 gennaio, la Yellen ha suggerito che i legislatori dovrebbero “limitare” l’uso delle criptovalute a causa della convinzione che siano “principalmente” utilizzate per attività illegali.

“Le criptovalute sono una preoccupazione particolare. Penso che molti siano usati – almeno in senso di transazione – principalmente per finanziamenti illeciti “, ha detto. “… Penso che abbiamo davvero bisogno di esaminare i modi in cui possiamo ridurne l’uso e assicurarci che il riciclaggio di denaro non avvenga attraverso questi canali.”

I commenti di Yellen arrivano solo una settimana dopo che il presidente della BCE Christine Lagarde ha affermato che Bitcoin era stato utilizzato per alcune “attività di riciclaggio di denaro totalmente riprovevoli”.

Grabowski ha detto che gli investitori hanno ascoltato Yellen e potrebbero prenderla sul serio: “Bitcoin è diminuito da allora e il resto del mercato sta seguendo”, ha spiegato.

Tradingmania.it consiglia

xtb Scalping DAX

Tradingmania.it

Grabowski ha anche sottolineato che “le voci sui regolamenti del governo sudcoreano” che arrivano sui mercati crittografici “hanno probabilmente provocato una grande recessione all’inizio del 2018, e gli Stati Uniti sono un mercato crittografico ancora più grande”.

Pertanto, l’incertezza su ciò che il governo degli Stati Uniti potrebbe avere in mente per i mercati crittografici potrebbe contribuire all’immersione di Bitcoin.

“I regolamenti governativi possono effettivamente aiutare la criptovaluta a lungo termine, ma invariabilmente danneggiano il mercato a breve termine”, ha spiegato Grabowski, aggiungendo che “forse l’unica cosa su cui la maggior parte dei repubblicani e dei democratici al Congresso sembra essere d’accordo è che più regolamenti sulle criptovalute sono necessari. 

“La correzione del mercato [è] un sottoprodotto naturale della crescita delle criptovalute.”

Tuttavia, altri analisti ritengono che il recente calo sia molto meno lungimirante di quello che potrebbe o non potrebbe essere in serbo per i mercati nei prossimi quattro anni.

Jack Williams, fondatore e amministratore delegato di B4U Financial, ha dichiarato  “Penso che il calo di valore sia legato alla presa di profitto, poiché molti hanno acquistato bitcoin a un prezzo sostanzialmente inferiore e ora vogliono raccogliere i profitti”.

“Ora che il dramma presidenziale è passato, quelli che hanno acquisito bitcoin come copertura stanno liquidando parte di questo inventario e con un’offerta più elevata, il prezzo scenderà”.

“Non è la mancanza di stabilità o utilità delle altre criptovalute che è in gioco qui”, ha detto. “Avevo previsto una correzione del mercato come sottoprodotto naturale della crescita delle criptovalute.”

Doug Schwenk di DAR ha anche indicato “una riduzione della leva finanziaria in alcuni mercati, prese di profitto e acquisto di protezione dal ribasso”, come possibili fattori che contribuiscono al calo di Bitcoin.

BTC è destinato a $ 20K?

Ma quanto in basso potrebbe scendere BTC?

Doug Schwenk ha fatto riferimento a una recente dichiarazione di Scott Minerd di Guggenheim, che è “ampiamente seguito da acquirenti istituzionali”. Guggenheim ha recentemente affermato che Bitcoin probabilmente ha raggiunto il massimo dell’anno e potrebbe risalire a $ 20k: “Penso che per il momento, probabilmente ci metteremo in cima per bitcoin per il prossimo anno o giù di lì. E probabilmente assisteremo a un ritracciamento completo verso il livello di 20.000 “.

In precedenza il membro della comunità crittografica O_V Crypto Alien ha sottolineato che BTC potrebbe scendere fino a $ 23.500 per colmare una lacuna CME che si è formata a dicembre.

I ‘gap CME‘ sono fenomeni in cui i mercati Bitcoin compiono movimenti improvvisi al di fuori dei normali orari di negoziazione per i mercati dei futures Bitcoin di CME. Ciò si traduce in un buco letterale o “gap” nei grafici dei prezzi di Bitcoin. Quando ciò è accaduto in passato, è stato osservato molte volte che il prezzo del Bitcoin alla fine tornerà al livello in cui si è formato il divario. Così, il ritracciamento “colma” il vuoto.

Pertanto, poiché il divario è intorno alla zona di $ 23.500, alcuni analisti ritengono che Bitcoin sia tornato indietro verso $ 20K prima che sia possibile un ritorno significativo a livelli di prezzo superiori a $ 40K.

Di nuovo il 2017?

Sebbene le condizioni di mercato siano davvero molto diverse da quelle del 2017, alcuni analisti hanno tracciato parallelismi tra il massimo storico più recente di BTC e il ciclo di boom e recessione avvenuto 3 anni fa.

Il nuovo massimo storico di Bitcoin di circa $ 41.000 quest’anno è stato raggiunto domenica 10 gennaio. 12 giorni dopo, il 22 gennaio, il prezzo è di circa $ 31,5K. Ciò equivale a una diminuzione di circa il 23 percento.

Il massimo storico raggiunto da Bitcoin nel 2017 è stato raggiunto il 17 dicembre, quando ha raggiunto circa 19.700. 12 giorni dopo, il 29 dicembre, il prezzo del Bitcoin era sceso a $ 14.880, una diminuzione di circa il 24% (solo 1 punto percentuale di differenza).

Dopo che Bitcoin ha raggiunto $ 19,7K nel 2017, il prezzo di Bitcoin non ha trovato un minimo fino al 6 febbraio 2018 (51 giorni dopo), quando ha raggiunto circa $ 6050. Ciò equivaleva a una diminuzione di circa il 70 percento.

“È già successo tutto prima.”

Se la storia continua a ripetersi, Bitcoin non troverà un fondo fino alla prima settimana di marzo di quest’anno e, se Bitcoin perde tanto quanto ha fatto nel 2018, il prezzo scenderebbe fino a $ 12.300. Mentre la maggior parte degli analisti concorda sul fatto che questo è altamente improbabile, sono successe cose più strane.

Tuttavia, anche se Bitcoin potrebbe non perdere il 70 percento del suo valore nei prossimi mesi, le principali correzioni di mercato sono ancora la norma quando si tratta di BTC.

Ben Perrin, conduttore di BTC Sessions, ha dichiarato che “attraverso il mercato rialzista del 2017, Bitcoin ha subito più correzioni del 38%”.

Pertanto, “anche un calo fino a $ 25.000 sarebbe nel regno delle possibilità – e del tutto normale per le condizioni di mercato”, ha detto. “Resta da vedere se BTC sperimenterà questo tipo di cali dato il passaggio degli acquirenti dalla vendita principalmente al dettaglio negli anni precedenti al ritrovamento di denaro istituzionale nel 2021″.

In altre parole, “tutto questo è già successo … ma molti lo stanno semplicemente sperimentando per la prima volta”.

“Per un vantaggio significativo nella navigazione tra i titoli, basta guardare indietro nella storia.”

Fonte: Finance Magnates

Tradingmania.it consiglia

Social Trading Bitcoin eToro

Tradingmania.it

 

Lascia un Commento

Vuoi Investire in Bitcoin da Professionista?

Importi Garantiti con un broker Rispettabile.

Vuoi Provare il trading Bitcoin con un

Conto Demo Gratuito e illimitato?

Nessun documento cartaceo da inviare, Conto Demo senza obblighi ne vincoli di deposito.

Deposito minimo richiesto 200 (circa 180€).

Il 71% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di assumere l’alto rischio di perdere i tuoi soldi.

Le criptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.