Questo è l’unico fattore che potrebbe interrompere il rally di Bitcoin

L’attuale scenario di mercato è tale che ci sono differenze evidenti tra le diverse classi di attività a settimane alterne. La potenziale influenza delle macro-tendenze su Bitcoin, ad esempio, è stata coperta la scorsa settimana, con Bitcoin che mostra resistenza all’aumento dei rendimenti delle obbligazioni statunitensi a 10 anni, a differenza di altre azioni e materie prime.

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

Tuttavia, negli ultimi giorni, è possibile osservare uno sviluppo più coeso in tutto il panorama, con Bitcoin che sembra essere più correlato.

Comprensione attuale tra Bitcoin e rendimenti obbligazionari

Ora, secondo un recente set di dati di Ecoinometrics, ogni risorsa è aumentata nell’ultima settimana. In effetti, i rendimenti a 10 anni degli Stati Uniti sono aumentati di oltre il 5%, mentre Bitcoin ha rovesciato il mercato con un nuovo ATH superiore a $ 60.000 prima che alla fine arrivassero forti correzioni.

Inoltre, dopo 3 settimane di calo per Gold e NASDAQ, entrambe le asset class hanno registrato anche una lieve correzione positiva, mentre l‘S & P 500 è salito del ~ 3%, come illustrato dal grafico sopra.

In confronto, i rendimenti a 10 anni degli Stati Uniti hanno continuato a salire, con la Federal Reserve ancora in silenzio poiché non ha intrapreso alcuna iniziativa per frenare l’aumento dei tassi di interesse.

Bitcoin è ancora reattivo ad esso?

Tra le performance di entrambe le settimane, il fatto che Bitcoin sia rimasto ignaro di qualsiasi serio cambiamento nel macro-panorama suggerisce che l’adozione dal lato istituzionale sta rendendo al momento irrilevante l’aumento dei tassi di interesse.

Inoltre, qualsiasi intervento della Federal Reserve sul controllo della curva dei rendimenti aiuterebbe solo Bitcoin a migliorare le sue credenziali come riserva di valore poiché più capitale si muoverà nella sua direzione.

L’unica condizione che può legittimamente interrompere il rally di Bitcoin è una crisi di liquidità della stessa portata di quella vista a marzo 2020. Pertanto, sulla carta, ci vorrà un enorme crollo del mercato perché Bitcoin faccia un tuffo nelle classifiche.

Gli investitori al dettaglio probabilmente investiranno di più in BTC a marzo

Inoltre, secondo un recente sondaggio di Voyager Digital, è probabile che l’80% di tutti gli investitori al dettaglio acquisterà più Bitcoin a marzo. AMBCrypto si è messo in contatto con Steve Ehrlich, CEO e fondatore di Voyager Digital, e gli ha chiesto del recente entusiasmo associato a Bitcoin, nonostante il dollaro USA in calo.

Ehrlich ha affermato che l’ultima legge di stimolo che gonfia l’offerta monetaria sta rendendo Bitcoin estremamente redditizio a causa della sua circolazione limitata. Parlando del tema della volatilità e delle potenziali correzioni, ha aggiunto,

“Man mano che l’adozione cresce e i mercati maturano, con più denaro istituzionale che entra in criptovalute, il tipo di oscillazioni selvagge che abbiamo visto storicamente dovrebbe ammorbidirsi”.

Mentre Bitcoin si è corretto del 10% nelle ultime 24-36 ore, la più grande criptovaluta del mondo era ancora scambiata sopra $ 54k al momento della stampa. Ergo, il sentimento generale sul lungo termine continuerà a sostenersi, con lo stesso divergente in una direzione diversa dal resto del mercato.

Storicamente, marzo è stato un mese critico per Bitcoin, che ha plasmato l’anno in avanti. Sostenere un ROI positivo nelle prossime 2 settimane darà a BTC un marzo positivo solo per la terza volta in 12 anni, qualcosa che potrebbe essere il vantaggio per l’ennesimo rally.

Fonte: ambcrypto

Canale Youtube

Scrivi un commento