Resoconto newsletter 3 settimana gennaio

Senza falsa modestia possiamo affermare di avervi consigliato un “capolavoro”. Il mercato ha esattamente fatto quanto ci attendevamo durante questa settimana!

DowJones

Come potete vedere, il mercato è sceso fino ad un minimo di poco inferiore ai 15.500 che vi avevamo consigliato come ordine! Oggi la posizione è ampiamente in guadagno e, pertanto, vi consigliamo di adeguare la stop loss come abbiamo fatto noi e trasformare l’operazione in una senza alcun rischio!

Schermata 2016-01-22 alle 19.55.57


 

Nella newsletter di oggi parliamo dell’indice DowJones. Si tratta di uno dei più importanti indici mondiali perché rappresenta, insieme allo S&P500 e al Nasdaq, il mercato americano. Si tratta di un indice particolare perché, diversamente da quasi tutti gli altri indici mondiali, è costruito tenendo conto del “prezzo”. L’articolo presente sul sito di Borsa Italiana spiega bene gli indici e come si calcola il Dow Jones.
Dal punto di vista tecnico abbiamo diverse indicazioni.

Come al solito partiamo dal grafico mensile:DowJones-monthly

 

Il prezzo sta per toccare la media a 200 periodi. Già ad agosto questa media aveva fatto da supporto per l’indice e, per questo, ci aspettiamo che anche ora possa costituire un supporto importante per il prezzo. Solo che ora, tale media è poco sopra i 15.550.

Osservando il grafico settimanaleDowJones-weekly

In questo grafico possiamo notare come il prezzo 15.500 sia sulla media a 55 periodi (più o meno l’equivalente della media a 200 giorni) e, qui, il livello si presenta come un supporto ancora importante. Da notare che l’RSI non è sotto i 40 e, quindi, non sembra avere la forza per proseguire la discesa.

Infine guardiamo il grafico giornaliera dove troviamo le indicazioni tecniche per acquistare l’indice.DowJones-daily

Qui vi facciamo un’analisi più approfondita:

  1. Abbiamo tracciato la Stop Loss al livello minimo raggiunto nel corso degli ultimi 2 anni (se si esclude una settimana) che ha fatto da supporto anche ultimamente (agosto 2015) Si tratta quindi, di un supporto molto molto forte.
  2. Il livello di entrata (vi consiglieremo di fare un’ordine e non un acquisto) è invece posto a 15.550 un livello tondo che pensiamo possa fare da supporto operativo.
  3. Abbiamo scelto come take profit un livello che si è dimostrato resistenza (a settembre scorso) e supporto (un mese dopo)

Abbiamo scelto di attendere un altro po’ la discesa perché ci siamo accorti che il prezzo raggiunge un minimo quando, di solito, il volume delle transazioni cresce un po’. Come potete vedere il minimo dell’anno scorso è stato fatto con volumi più alti e, quindi, ci attendiamo che quando il mercato ripartirà i volumi dovranno salire rispetto ad oggi.

Ora è il momento di andare sulla piattaforma di trading e aprire un ordine (e non un acquisto):

Schermata 2016-01-15 alle 18.55.11

Qui ritroviamo l’ordine nell’elenco disponibile nell’area del portafoglioSchermata 2016-01-15 alle 18.55.34

 

Canale Youtube

Scrivi un commento