Stellantis: 400 posti di lavoro tagliati in una teleconferenza “obbligatoria”

I dipendenti di Stellantis, la società madre di Chrysler, hanno un buon motivo per essere nervosi se dovessero ricevere una chiamata da un’azienda in teleconferenza “obbligatoria”. È quello che è successo giovedì a circa 400 dipendenti, informati in un annuncio che il giorno successivo la casa automobilistica “terrà importanti riunioni operative che richiedono particolare attenzione e partecipazione”.

“Per garantire una partecipazione attiva a tutti – prosegue il comunicato – abbiamo deciso di introdurre una giornata obbligatoria a distanza”. Ha sottolineato che i dipendenti “lavorano da casa a meno che il loro capo non ordini diversamente”. L’account del concessionario di automobili Guy X ha condiviso l’avvertimento giovedì.

I lavoratori avvisati erano lavoratori salariati e non sindacalizzati nel settore tecnologico e ingegneristico statunitense e durante la teleconferenza di venerdì sono stati informati che sarebbero stati licenziati.

La casa automobilistica, che comprende Jeep, Ram, Chrysler e Dodge, ha dichiarato in una nota: “Mentre l’industria automobilistica continua ad affrontare un’incertezza senza precedenti e le pressioni competitive aumentano a livello globale, Stellantis continua a prendere decisioni strategiche appropriate in tutto il mondo per migliorare l’efficienza e ottimizzare la nostra struttura dei costi.”

Fonte: Finance.yahoo.com

 

Scrivi un commento