Bitvavo: Recensione exchange Criptovalute

Tra le piattaforme di criptovalute più popolari in Europa troviamo Bitvavo. Parliamo di un exchange di criptovalute tipicamente europeo: fondato ad Amesterdam nel 2018 è infatti utilizzabile solamente dai cittadini dell’UE. In questa recensione andremo ad analizzare le caratteristiche dell’exchange di Bitvavo andando a scoprire quali sono i suoi punti di forza e quali, invece, i punti critici.


Le criptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

Sicurezza e regolamentazione

Avendo sede in Europa Bitvavo è sottoposta al controllo della De Nederlandsche Bank ed è regolamentata dalle autorità dei Paesi Bassi. Parallelamente va segnalato come Bitvavo abbia aderito al Verenigde Bitcoin Bedrijven Nederlands, l’organismo di autoregolamentazione che impone il rispetto di un codice di condotta che prevede, tra gli altri, delle best practice da applicare al settore delle valute digitali.

Sul fronte della sicurezza è utile evidenziare come Bitvavo adotti una whitelist di prelievo e una serie di tecnologie finalizzate a proteggere gli investitori. Nel complesso, quindi, Bitvavo si rivela estremamente affidabile.

Bitvavo: homepage

Bitvavo: homepage

I prodotti disponibili

Sono più di 170 le criptovalute che è possibile scambiare su Bitvavo e tra le principali ricordiamo:

  • Bitcoin
  • Bitcoin Cash
  • Cardano
  • Chainlink
  • DigiByte
  • Enjin
  • Ethereum
  • Ethereum Classic
  • Gas
  • Holo
  • ICON
  • Komodo
  • Litecoin
  • Ontology Gas
  • Ripple
  • VeChain Thor
  • Verge
  • VeThor Token
  • Waves
  • Zilliqa

Bitvavo non prevede opzioni di trading su derivati o futures in quanto è una piattaforma di trading spot destinata esclusivamente all’acquisto e alla vendita di criptovalute. È possibile anche guadagnare dei compensi sui saldi inattivi presenti sul proprio conto. Si tratta dello staking che è possibile attivare direttamente sulla piattaforma di Bitvavo e che supporta diverse criptovalute, tra cui:

  • Bitcoin (BTC)
  • Bitcoin Cash (BCH)
  • Cardano (ADA)
  • Ethereum (ETH)
  • Litecoin (LTC)
  • ICON (ICX)
  • NEO (NEO)
  • Tether (USDT)
  • Tezos (XTZ)
  • Tron (TRX)

Costi e commissioni

Le commissioni che Bitvavo applica sono fisse e si basa sul volume delle transazioni nei 30 giorni precedenti. Si dividono in due categorie (A e B) a seconda del tipo di criptovalute. Nella categoria A rientrano BTC, ETH e XRP, mentre nella categoria B tutte le altre. Ecco uno schema riassuntivo delle commissioni da prevedere.

Volume (€) Commissioni maker Categoria A Commissioni taker Categoria A Commissioni maker Categoria B Commissioni taker Categoria B
0 € + 0,15% 0,25% 0,15% 0,25%
100.000 € + 0,10% 0,20% 0,10% 0,20%
250.000 € + 0,08% 0,16% 0,08% 0,16%
500.000 € + 0,06% 0,12% 0,06% 0,12%
1.000.000 € + 0,05% 0,10% 0,05% 0,10%
2.500.000 € + 0,04% 0,08% 0,04% 0,08%
5.000.000 € + 0,04% 0,06% 0,04% 0,06%
10.000.000 € + 0,00% 0,05% 0,03% 0,05%
25.000.000 € + 0,00% 0,02% 0,03% 0,04%
100.000.000 € + 0,00% 0,02%
500.000.000 € + 0,00% 0,02%

A questi costi bisogna poi aggiungere le commissioni di transazione per le criptovalute (che variano in base alla capacità della blockchain) e le commissioni di deposito in base al metodo di pagamento utilizzato.

Metodo di pagamento Commissioni assolute Commissioni relative Importo massimo
Bancontact 0,00 € 0,00% 10.000 €
Carte 0,00 € 1,00% 10.000 €
EPS Überweisung 0,00 € 1,75% 1.000 €
Giropay 0,00 € 1,75% 1.000 €
iDeal 0,00 € 0,00% 10.000 €
PayPal 0,00 € 2,00% 10.000 €
Bonifico bancario (SEPA) 0,00 € 0,00%
Sofort 0,00 € 2,25% 1.000 €

Piattaforma desktop e app mobile

Per l’acquisto e la vendita di criptovalute su Bitvavo è disponibile la piattaforma web accessibile da desktop. Il suo utilizzo è estremamente semplice in quanto una volta effettuato il login è possibile individuare la valuta che si vuole acquistare, selezionarla, inserire la quantità di cryptovalute desidera e completare l’acquisto premendo sull’apposito tasto. Bitvavo prevede wallet sui quali archiviare le valute digitale offrendo una valida protezione.

Un aspetto non secondario è che questi wallet sono completamente gratuiti. Inoltre la piattaforma web di Bitvavo mete a disposizione un’ampia varietà di indicatori e grafici (EMA, Ultimate Oscillator, MACD, Bande Bollinger, eccetera). Va detto che non sempre i grafici risultano intuitivi per i trader principianti.

Nonostante sia una piattaforma complessivamente molto semplice è però possibile utilizzare un’API avanzata per collegare il proprio account a una dashboard di trading più avanzata.

L’exchange di Bitvavo è accessibile anche tramite app (disponibile sia per iOS che per Android) e che risultano estremamente semplici e intuitive rendendo l’esperienza di trading ottimale per tutte le tipologie di utenti. Una delle grosse pecche dell’app mobile è che sono disponibili pochi grafici.

Formazione e assistenza

Tasto dolente, invece, la questione formazione. Bitvavo non ne prevede una e l’unica risorsa disponibile è il blog sul sito ufficiale che, oltre a essere in lingua inglese, consente di trovare solamente delle news sulle ultime novità del settore.

Il servizio clienti, invece, risulta completo grazie a un Help Desk dove trovare una serie di approfondimenti su argomenti (anche in lingua italiana). L’assistenza è raggiungibile anche tramite email (attivo nei giorni feriali dalle 9 alle 21 e nel fine settimana dalle 10 alle 18) e live chat (attiva dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17).

Pro e contro dell’Exchange Bitvavo

Siamo giunti alla conclusione della nostra recensione sull’exchange di Bitvavo ed è doveroso trarre delle valutazioni complessive. Tra gli aspetti positivi sono da apprezzare sicuramente il sistema facile e intuitivo, le commissioni fisse e la presenza di una piattaforma ricca di grafici e strumenti e dell’API avanzata per collegarsi alla propria dashboard di trading.

Di contro, però, pesano un po’ troppo l’utilizzo riservato solamente ai residenti in Europa, l’assenza della leva e delle carte di credito per i depositi, così come che non è previsto un account demo e una sezione dedicata alla formazione.

Il giudizio, quindi, è sufficiente, ma ci si poteva aspettare qualcosa in più. Risulta nel complesso un po’ troppo scarno e poco articolato e anche per quel che riguarda l’exchange di criptovalute sono forse più le cose che mancano che quelle che ci sono. Nel complesso una buona realtà a cui rivolgersi e che forse fonda i suoi limiti nei pochi anni di esistenza. Il fatto che sia comunque una realtà viva e costantemente in aggiornamento fa ben sperare sulla possibilità che in futuro possano essere integrate nuove funzionalità tali da rendere l’exchange di Bitvavo più interessante e conveniente.


Le criptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer

Scrivi un commento