ING BANK Trading: Piattaforme, prodotti e costi del servizio

Tra gli istituti di credito più noti nel panorama nazionale anche in virtù della sua longevità troviamo sicuramente ING. ING Bank N.V., questo il nome esatto dell’istituto, fa parte dell’omonimo gruppo olandese e opera in oltre 40 Paesi di cui 15 dell’Unione Europea. Tra i suoi servizi c’è anche quello di trading online che andiamo ora ad analizzare per conoscerne le caratteristiche e valutarne i vantaggi e gli svantaggi.

Info generali su ING Bank TRADING

ING bank Trading Voto Tradingmania
⭐⭐⭐
6,5

Voto Trustpilot
Stella TrustpilotStella TrustpilotStella Trustpilot
2,8 Nella Media
Voto Forbes
⭐⭐⭐⭐
2,5 Basso
  • Regolamentata: CONSOB
  • Conto Trading: Non è presente un Conto trading separato
  • Conto corrente: Obbligatorio (Conto Arancio, Conto Deposito)
  • Sicurezza: Fondo Nazionale di Garanzia
  • Piattaforme: Piattaforma Web, App Mobile
  • Strumenti finanziari: ETF Plus (ETF, ETC ed ETF Strutturati), Titoli di Stato (BTP, BTPi, BOT, CCT e CTZ), Obbligazioni Domestic Mot
  • Commissioni: 0.19% (con un minimo di 8€ e un massimo di 18€)
  • Spese fisse: custodia titoli, amministrazione, accredito dividendi per azioni, accredito cedole per obbligazioni o Titoli di Stato
  • Mercati: Mercato Telematico Azionario (MTA)
  • Gestione rischio: Stop Loss, Take profit, Alert
  • Criptovalute: No
  • Formazione: MYMoneyCoach (Consulenza finanziaria digitale)
  • Assistenza: Telefonica (numero verde 800717273)

Scopri come Aprire un conto su ING bank.
L’operatività in strumenti finanziari può determinare perdite di capitale.

I prodotti e gli strumenti finanziari su cui investire con ING

Analizzando i prodotti e gli strumenti finanziari accessibili con il trading online di ING si evidenzia da subito una nota dolente: la limitatezza dell’offerta. Con il trading online di ING, infatti, è possibile investire nel Mercato Telematico Azionario (MTA) con i principali titoli europei quotati sul mercato italiano, gli ETF Plus (ETF, ETC ed ETF Strutturati), i Titoli di Stato (BTP, BTPi, BOT, CCT e CTZ) e le obbligazioni Domestic Mot di banche, società, enti locali, euro-obbligazioni, eccetera.

ING bank



Un aspetto importante da evidenziare è la possibilità di trasferire titoli da un’altra banca al proprio portafoglio ING. Per farlo è necessario accedere all’area riservata, recarsi nella sezione Trading, quindi Trasferimento Titoli, scaricare, stampare, compilare e inviare l’apposito modulo con la richiesta di trasferimento.

I costi del servizio

Per investire con il servizio di trading online di ING bank è necessario aprire un conto corrente o un conto deposito. Il servizio di trading online, infatti, è disponibile per i clienti con Conto Arancio o Conto Corrente Arancio. Il Conto Arancio ha il vantaggio di essere completamento gratuito, sia nei costi di apertura e chiusura che in quelli di gestione. Il Conto Corrente Arancio, invece, ha un canone mensile gratuito (di 2€ se abbinato al Modulo Zero Vincoli) ma ha costi per i prelievi e i bonifici.

Per quel che riguarda le spese fisse (custodia titoli, amministrazione, accredito dividendi per azioni, accredito cedole per obbligazioni o Titoli di Stato) il trading online di ING è completamente gratuito. L’acquisto e la vendita di BTP, invece, ha un costo di 36€ che diventa di 108€ per l’acquisto e la vendita di 3 titoli azionari.

Le commissioni sono dello 0.19% (con un minimo di 8€ e un massimo di 18€) a prescindere dal numero di operazioni per chi ha il Conto Arancio. Per chi sceglie il Conto Corrente Arancio, invece, il costo delle commissioni vari a seconda del numero di operazioni annue. In questo caso da 1 a 15 operazioni si paga lo 0.19%, mentre 8€ tra 16 e 50 operazioni, 7€ da 51 a 100 operazioni e 6€ oltre le 101 operazioni.

ING bank: Costi

Le piattaforme di trading online di ING

Per operare con il servizio di trading online di ING è possibile usufruire della piattaforma web o dell’app mobile dedicata ING Investing. Entrambe hanno un’interfaccia user-friendly e consentono di accedere a diverse funzionalità.

Piattaforma web

Le principali funzionalità della piattaforma web per il trading online di ING sono un book a 5 livelli in modalità push con i dati in tempo reale (gratis dopo 15 eseguiti), strumenti di monitoraggio, analisi e news dai mercati, informazioni sui titoli (azionisti e sintesi del bilancio) e alert di prezzo ricevibili tramite email o SMS quando il titolo selezionato raggiunge un limite di prezzo impostato. Esiste anche una sezione Preferiti all’interno della quale inserire i prodotti di interesse e riuscire a monitorarli nel tempo.

App mobile ING Investing

Con l’app ING Investing, disponibile sia per piattaforme Android che iOS, si hanno le medesime funzionalità della piattaforma web con la visione immediata del rendimento del proprio portafoglio di investimenti e la possibilità di operare sui vari mercati.

Formazione e assistenza

ING bank mette a disposizione dei propri clienti MYMoneyCoach, un servizio di consulenza finanziaria digitale che consente di individuare la soluzione di investimento più adatta alle proprie esigenze. È un servizio da attivare in maniera completamente digitale al costo di 4€ al mese (che diventano 2€ se il controvalore del portafoglio supera i 30000€) che offre un monitoraggio continuo, proposte di ribilanciamento per ottimizzare il portafoglio degli investimenti e l’accesso a un Financial Coach dedicato sempre a disposizione.

Interessante anche l’assistenza clienti raggiungibile sia da telefono fisso (numero verde 800717273) che da mobile (029996789). I clienti ING hanno a disposizione anche una chat live attiva dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 e accessibile direttamente dall’app. È inoltre attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17 il numero WhatsApp 3443836914.

Pro e contro del trading online di ING bank

A questo punto è doveroso trarre delle conclusioni sul servizio di trading online di ING bank. Il giudizio non è propriamente positivo nonostante diversi aspetti positivi. Tra i punti di forza, infatti, è doveroso ricordare che si tratta di una realtà sicura, con una piattaforma trading proprietaria e che non sono previste spese di accredito dei dividendi per le azioni o per le cedole per le obbligazioni e i Titoli di Stato. Tra gli strumenti di investimento ci sono gli ETF (non sempre presenti in altri istituti bancari) e ING può agire come sostituto d’imposta per chi sceglie il regime fiscale amministrato.

Di contro ci sono commissioni non convenienti soprattutto per i piccoli trader o gli investitori poco attivi. Se è vero che le commissioni sono basse la convenienza è tale solamente quando si aumenta il numero delle operazioni. Inoltre l’assenza di mercati e opportunità quali Forex, criptovalute, futures e opzioni rende l’offerta di trading online insoddisfacente.

C’è poi da considerare come l’utilizzo del conto trading è subordinato all’apertura di un conto deposito o di un conto corrente e che la piattaforma non è ottimizzata per i trader principianti. Sebbene abbia un’interfaccia user-friendly, molte delle funzioni sono difficili da trovare e raggiungere. L’impressione complessiva è quindi quella di una realtà riservata a chi ha capitali ingenti da investire o a coloro che sono già clienti ING e vogliono provare, senza aprire conti presso altri istituti, a fare trading online.

Di per sé il servizio, al netto di tante buone funzionalità e caratteristiche, non si rivela attraente per trader che vogliono diversificare i loro investimenti, coloro che vogliono investire somme limitate e, ancora, coloro che vogliono puntare sulle realtà nuove e per questo più promettenti, interessanti e potenzialmente redditizie.

eToro Disclaimer eToro Disclaimer Fineco Disclaimer Fineco Disclaimer

Scrivi un commento