Il co-fondatore di BitMEX ritiene che Bitcoin ed Ether avranno testato questi livelli di prezzo entro la fine del secondo trimestre

Il co-fondatore di BitMEX Arthur Hayes prevede un crollo delle criptovalute a breve termine poiché il grafico Nasdaq 100 mostra sempre più segni di cedimento.

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

Nel suo ultimo blog dell’11 aprile, l’ex CEO di BitMEX ha notato che lo stato depravato del mercato azionario globale porterebbe probabilmente a un crollo delle criptovalute nel secondo trimestre, spingendolo ad acquistare opzioni come copertura contro l’imminente calo.

Hayes, che ha affermato che gli attuali movimenti delle criptovalute sono ancora correlati alle azioni tecnologiche statunitensi, ritiene anche che la guerra in corso in Ucraina potrebbe ulteriormente peggiorare la situazione, affermando che le criptovalute “sono sull’orlo di un esito disastroso”.

Sostiene che l’unico motivo per cui l’indice Nasdaq 100 (NDX) che rappresenta la grande tecnologia non ha ceduto così male è solo perché è “pesantemente ponderato rispetto alle poche società tecnologiche redditizie che dominano il mercato dal punto di vista della capitalizzazione di mercato”. Società come Apple, Amazon Tesla, Google e Microsoft, che costituiscono poco più del 40% dell’indice, hanno raggiunto nuovi massimi storici nei mesi precedenti, rafforzando l’indice.

Attualmente, la correlazione NDX con i grafici crittografici mostra che la correlazione a breve termine (10 giorni) è alta e le correlazioni a medio termine (30 giorni e 90 giorni) si stanno spostando verso l’alto e verso destra. “ Non è quello che vogliamo”. Hayes ha scritto aggiungendo che per lui ” per issare la bandiera a sostegno della vendita di fiat e dell’acquisto di criptovalute prima di un crollo dell’NDX (dal 30% al 50% di calo), le correlazioni in tutti i periodi di tempo devono avere un trend dimostrativamente inferiore”. Crede che finché la correlazione a 10 giorni rimane alta, gli investitori devono rimanere sulla difensiva delle loro posizioni in criptovalute.

Tradingmania.it Consiglia

Canale Telegram Millionaireweb.it

Tradingmania.it

Tradingmania.it Consiglia

Canale Telegram Millionaireweb.it

Tradingmania.it

L’altro argomento a favore di un calo è che il Nasdaq 100 non è riuscito a superare un livello tecnico significativo a seguito dei tentativi falliti della FED di risolvere il problema dell’inflazione . Nonostante abbia toccato un massimo di $ 16.567,50 a fine dicembre, Hayes ora ritiene che l’NDX scenderà a $ 10.000 se perde il supporto a $ 13.046,64.

Detto questo, prevede che questo calo si rispecchi nelle criptovalute con Bitcoin ed Ethereum che dovrebbero scendere rispettivamente fino a $ 30.000 e $ 2.500 prima della fine di giugno. Hayes ha dichiarato in un post il 1 aprile che sta anche valutando la possibilità di ridurre la sua posizione in Bitcoin per aggiungerla a Ether e altre criptovalute più piccole.

Tuttavia, ritiene che tutte le criptovalute potrebbero crollare al ribasso con l’avanzare del secondo trimestre. “Anche se alcune di queste monete sono già in calo del 75% dal loro massimo storico, non credo che nemmeno loro possano sfuggire all’imminente carneficina delle criptovalute “, afferma. Hayes è tuttavia rialzista nel lungo termine e crede che in un orizzonte di tre-cinque anni, Bitcoin raggiungerà 1 milione di dollari.

Fonte: zycrypto

Scrivi un commento