Il mercato dei bitcoin è ribassista mentre gli analisti prevedono una “pausa rialzista dei tassi da falco”

Il mercato delle opzioni mostra una propensione verso le offerte relative a bitcoin in vista dell’importante riunione della Fed

I trader di Bitcoin (BTC) stanno assumendo una posizione difensiva in vista della riunione della Federal Reserve di mercoledì, dove è probabile che la banca centrale manterrà i tassi di interesse invariati e aprirà la porta a futuri aumenti con una mossa che alcuni osservatori hanno descritto come “riposo del falco”.

Il Federal Open Market Committee (FOMC) annuncerà la sua decisione sui tassi di interesse mercoledì alle 14:00. ET (18:00 UTC). Mezz’ora dopo, il presidente Jerome Powell parlerà in una conferenza stampa.

I futures sui fondi federali mostrano che gli operatori di tassi di interesse si aspettano che la banca centrale mantenga i costi di prestito di riferimento stabili nell’intervallo 5%-5,25%, dopo un aumento di 500 punti base (5 punti percentuali) da marzo 2022. Gli aumenti, insieme a un bilancio in contrazione , volatilità delle attività rischiose nell’ultimo anno, comprese le criptovalute.

Tuttavia, la banca centrale dovrebbe indicare che esiste la possibilità di un ulteriore inasprimento nei prossimi mesi. Al momento della stampa, i future sui fondi federali mostravano una probabilità di poco superiore al 50% che la Fed alzasse i tassi di altri 25 punti base a luglio. La riduzione del tasso di interesse è implicita dalla fine dell’anno di prezzo secondo la curva dei tassi di interesse a termine.

Le scommesse relative a Bitcoin – o scommesse ribassiste – vengono scambiate più costose delle chiamate rialziste prima della riunione della Fed, secondo i dati sull’inversione del rischio delle opzioni monitorati dalla società di trading di criptovalute con sede a Singapore QCP Capital. Il colpo di scena indica nervosismo nel mercato.
“In vista della riunione del FOMC, pensiamo che ci sia il rischio che facciano un ‘salto del falco’, indicando che usciranno da questa riunione, ma alzeranno il loro obiettivo [tasso] medio per mostrare una propensione verso i falchi del comitato in futuro, ” scadrà”, ha dichiarato il team di ricerche di mercato QCP Capital in un aggiornamento pubblicato martedì, aggiungendo che “il saldo del premio di questa settimana favorisce le posizioni lunghe in BTC ed ether”.

L’indice principale dei prezzi al consumo (CPI) degli Stati Uniti è sceso a un minimo di due anni del 4% a maggio, scendendo al di sotto dell’attuale tasso sui fondi federali. Ciò ha lasciato spazio alla banca centrale per mantenere costanti i tassi di interesse chiave durante la riunione di mercoledì, secondo QCP.

Tuttavia, l’IPC e la principale misura dell’inflazione della banca centrale, il core TCP al 4,7%, rimangono ben al di sopra dell’obiettivo a lungo termine della banca centrale del 2%, dando alla banca centrale meno spazio per terminare il ciclo di peggioramento.

Inoltre, le obbligazioni a rendimento zero come l’oro e il bitcoin hanno spesso tassi di interesse corretti per l’inflazione positivi, noti anche come tassi di interesse reali.
“I tassi di interesse reali positivi tendono ad essere dannosi per le richieste di rendimento zero, e in generale BTC è correlato negativamente con i rendimenti reali”, ha aggiunto QCP.

Storicamente, alcuni trader di criptovalute hanno guardato ai movimenti post-Fed nei mercati azionari statunitensi per determinare i loro piani. Questa strategia potrebbe non funzionare questa volta dato il recente indebolimento della correlazione tra bitcoin e gli indici azionari S&P 500 e Nasdaq.

“I tori azionari probabilmente accoglieranno con favore l’aumento dei tassi della Fed che ha già contribuito a spingere l’S&P 500 a nuovi massimi annuali”, ha dichiarato Joshua Olszewicz, responsabile della ricerca presso il gestore di asset alternativi Valkyrie Investment, in una nota di mercato settimanale. Lunedi, “Bitcoin ed Ethereum non hanno beneficiato di un contesto basato sul rischio azionario nelle ultime settimane, che potrebbe essere turbato dalla continua azione normativa”.

Secondo David Brickell, direttore delle vendite istituzionali presso la rete di cripto-liquidità Paradigm, il consenso falco significa che Powell potrebbe avere difficoltà a uscire dal mercato, consentendo il recupero degli asset di rischio.

“Il consenso è lì per il salto del falco, quindi la posta in gioco potrebbe essere abbastanza alta da consentire a Jerome Powell di approvare l’accordo”, ha detto Brickell a CoinDesk. “Dal punto di vista della comunicazione, penso che sia difficile sembrare troppo aggressivi quando ti prendi una pausa, quindi la mia inclinazione sarebbe che sia stata interpretata come più accomodante del previsto. Il prezzo  quindi, penso che scenderà e BTC salirà, ma non mi aspetto che scenda molto”.

Fonte : coindesk.com

Scrivi un commento