Paul Tudor Jones si aspetta che Bitcoin e Ethereum “avranno un valore molto più alto di oggi”

Paul Tudor Jones, investitore miliardario e famoso gestore di hedge fund, durante un intervista alla CNBC, lunedì ha parlato di Bitcoin e dell’economia statunitense. Secondo Forbes, il patrimonio netto del miliardario è attualmente di $ 7,5 miliardi.

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

In Esclusiva per Tradingmania.it

Trading online Demo eToro

Tradingmania.it

Rispondendo alla domanda su bitcoin, su l’utilizzo come copertura per contrastare l’inflazione e se possiede ancora BTC ha detto:

Ho sempre avuto una piccola allocazione [bitcoin] … In un momento in cui ci sono troppi soldi, molte spese fiscali, qualcosa come cripto, in particolare bitcoin ed ethereum, che a un certo punto avrà un valore.

“Dovremo avere una riduzione fiscale”, ha inoltre osservato.

Ha Jones è stato chiesto se secondo lui Bitcoin sarà  ad un valore molto più alto di quello in cui siamo oggi” e  ha risposto: “Oh sì, penso di sì”.

Il miliardario è stato per molto tempo pro-bitcoin. Nel mese di maggio ha affermato: “È difficile non voler essere long crypto”. Precedentemente ha affermato che preferiva Bitcoin all’oro come copertura per l’inflazione. Ha inoltre fatto avvicinare alla criptovaluta il suo amico Stan Druckenmiller, presidente e amministratore delegato della Duquesne Family Office LLC. Recentemente Druckenmiller ha detto : 

“potrebbe vedere la criptovaluta avere un ruolo importante in un Rinascimento perché le persone semplicemente non si fideranno delle banche centrali”.

Durante l’intervista, Jones ha parlato dell’economia statunitense. Rispondendo a una domanda sulla recessione ha detto:

Tradingmania.it Consiglia

Canale Telegram Millionaireweb.it

Tradingmania.it

Tradingmania.it Consiglia

Canale Telegram Millionaireweb.it

Tradingmania.it

Non so se è iniziato ora o se è iniziato due mesi fa. Lo scopriamo sempre e siamo sempre sorpresi di quando la recessione inizia ufficialmente, ma presumo che ne entreremo in una.

Ha aggiunto:
“La maggior parte delle recessioni dura circa 300 giorni dall’inizio. Il mercato azionario è in calo, diciamo, del 10%. La prima cosa che accadrà è che i tassi brevi smetteranno di salire e inizieranno a scendere prima che il mercato azionario tocchi effettivamente il minimo”.

Jones ha inoltre affermato:

L’inflazione è un po’ come il dentifricio. Una volta tirato fuori il tubo, è difficile rimetterlo dentro. La Fed sta cercando furiosamente di lavare via quel sapore dalla loro bocca. Se entriamo in recessione, ciò ha conseguenze davvero negative per una varietà di attività.

Fonte:  news.bitcoin

Scrivi un commento