Bitcoin potrebbe scendere a $ 15.000 secondo questi indicatori

Il mercato delle criptovalute è entrato in un periodo di prolungato drawdown. Solo negli ultimi giorni, la capitalizzazione totale ha perso poco meno di 90 miliardi di dollari.

Ciò è avvenuto sulla scia del prezzo di Bitcoin che ha visto il suo peggior trimestre dell’ultimo decennio. Ha chiuso giugno sotto i $ 20.000, il che l’ha anche resa una delle peggiori performance mensili fino ad oggi.

Nel momento in cui scriviamo, BTC continua a essere scambiato al di sotto di $ 20.000 e ha aperto anche il nuovo mese in rosso.

Secondo un analista della popolare risorsa  CryptoQuant,  il fondo potrebbe trovarsi a circa $ 15.000, almeno secondo alcuni indicatori.

Il primo è la capitalizzazione di mercato realizzata. L’analista spiega che “rappresenta la capitalizzazione di mercato tenendo conto del prezzo in cui ciascuna moneta è stata spostata l’ultima volta

Il secondo indicatore che usano è il delta cap. Mostra “il limite realizzato meno la media mobile calcolata sull’intero periodo”.

Sulla base di quanto sopra, l’analista sostiene che:

Storicamente, la capitalizzazione di mercato è stata solo tra questi livelli nei picchi di mercato ribassista. Il 2018 mostra in particolare che BTC è entrato in quella zona solo dopo che abbiamo avuto il nostro crash di capitolazione. Nel 2014 era lo stesso, tranne per il fatto che il fondo era più esteso nel tempo.

Confrontando quanto sopra con l’attuale azione sui prezzi, l’analista conclude che BTC ha già scambiato al di sotto del cap realizzato, che ha visto anche il drawdown perdere slancio. Tuttavia, sostengono anche che:

La prossima recessione potrebbe destabilizzare ulteriormente le cose. Se dovessimo peggiorare le condizioni macroeconomiche, potremmo vedere il prezzo scendere leggermente al di sotto del livello di $ 15.000 (delta cap).

Fonte: cryptopotato

 

Canale Youtube

Scrivi un commento